Lumitoro Autodesk Inventing the future grazie al Fusion 360 il programma Cad in cloud

Autodesk Fusion 360 è lo strumento perfetto per “Imperfect” 3D per stampare i gioielli di Lumitoro

Creato dal designer Roberto Chaves, Lumitoro è uno studio di design che cerca di coniugare arte e scienza attraverso le più recenti tecnologie di progettazione digitali per creare gioielli “perfettamente imperfetti” “perfectly imperfect ”. Per esprimere la sua creatività artistica  usa tecnologie di stampa 3D, e processi di fusione dei metalli. Per progettare le sue creazioni usa il software di modellazione più recente di Autodesk, Fusion 360, un programma basato su cloud di disegno libero per le istituzioni educative e le start-up, ma anche particolarmente conveniente per le aziende più affermate. A Fusion360 si accede con un abbonamento

“Lumitoro non sarebbe quello che è senza gli strumenti adeguati”, ha spiegato Chaves dopo essere stato selezionato come destinatario da  Autodesk di Inventing the future. “Per noi, questi strumenti sono una combinazione  facile da usare con un potente software CAD – tra cui Autodesk Fusion 360 – e la tecnologia di stampa 3D, che mi permette di prendere un’idea e trasformarla in un prodotto fisico in modo efficace veloce ed economico.   Posso creare modelli davvero unici che utilizzino queste tecnologie cosa che sarebbe stata  altrimenti  impossibile solo pochi anni fa. ”

Il nome dello studio deriva dalla parola “Lumi”, che in  finlandese significa “neve”, e la parola “toro”, presa però dallo spagnolo ; insieme questi termini descrivono la natura delle creazioni di Chaves ‘, che sono delicati e forti, perfetti e imperfetti allo stesso tempo. Il processo inizia con uno schizzo matita su carta. Questo serve come ispirazione per un modello 3D. I successivi passi nel design digitale e nella produzione hanno lo scopo di riflettere perfettamente le imperfezioni di questa idea abbozzata in originale.

“Io uso Fusion 360,” afferma Chaves. “E ‘l’unico software 3D che mi dà la possibilità di creare disegni tecnici e organici facilmente stampabili. Non solo Fusion 360 mi dà questa flessibilità, che non ho mai visto nei miei 20 anni di esperienza nell’utilizzo di diversi strumenti di modellazione 3D, ma è anche conveniente per una piccola startup. Sono anche un cliente avendo sottoscritto un abbonamento questo è anche l’unico modo in cui Fusion 360 viene distribuito, inutile sottolineare che in questo modo il programma è sempre aggiornato e utilizzabile da qualsiasi postazione fissa o mobile pc mac ecc. ”

Una volta che il modello CAD è finito, è il momento di trasformarlo in un prodotto fisico. Lumitoro ha diverse stampanti 3D in casa, che Chaves e il suo team utilizzano per creare il prototipo del gioiello in tempo reale. In meno di un’ora, i prototipi sono pronti e questo permette anche  modifiche da apportare al volo, sulla base dei modelli (come i  modelli umani) . Infine, i file vengono inviati ad un servizio di stampa 3D, che li produce in una varietà di materiali differenti,  dal DMLS  alla colata di metallo.

“Il ‘materiale giusto’ dipende dall’ estetica visiva, la sensazione tattile e la complessità della progettazione”, spiega Chaves. “Impariamo di più sulle opportunità e le limitazioni di ogni materiale, provando. Ad esempio, la grande collana Stickii non può essere stampato con il processo in acciaio inox che usiamo, che è il motivo per cui il ciondolo Stickii è stato creato. “Per Lumitoro, questo è tutto parte di un processo di apprendimento continuo, che, per inciso è esattamente ciò cheil  CEO di Autodesk Carl Bass ha indicato come la caratteristica più importante di Fusion 360: evolvere con i progettisti per consentire loro di sfruttare appieno le tecnologie di fabbricazione, e come si sviluppano. Nel settore della stampa in 3D, tutto ciò sembra avvenire molto rapidamente.

David Sher da 3dprintingindustry.com

Be the first to comment on "Lumitoro Autodesk Inventing the future grazie al Fusion 360 il programma Cad in cloud"

Leave a comment