Lumi Industries presenta LumiBee open souce e gratuita

Stampa in 3D la tua stampante 3D per smartphone LumiBee
Lumi Industries rilascia una stampante 3D gratuita, open source, in resina diurna

La cronologia delle stampanti 3D alimentate da smartphone è stata discutibile. È noto che la stampante 3D ONO a basso costo, che ha raccolto $ 2 milioni tramite Kickstarter nel 2016, non è stata finora consegnata. Ciò significa che la stampa 3D per smartphone è finita prima ancora che iniziasse? Forse no.

La società di stampa 3D italiana Lumi Industries ha lanciato una nuova stampante 3D compatta che utilizza la resina liquida fotosensibile e la luce dallo schermo di uno smartphone. A differenza di ONO, tuttavia, il nuovo prodotto non viene rilasciato commercialmente. Piuttosto, Lumi Industries lancia la sua nuova stampante 3D, la LumiBee, come progetto open source gratuito.

Secondo la società, Lumi Industries ha lavorato fin dall’inizio allo sviluppo di una stampante 3D portatile. Alla fine, tuttavia, la società si rese conto che forse non era possibile sviluppare un prodotto commerciale usando gli smartphone come fonte di luce. Invece di abbandonare tutta la sua ricerca e sviluppo, l’azienda ha deciso di condividerla con il mondo dei produttori.

LumiBee è una stampante 3D compatta, alimentata da smartphone, la cui costruzione può essere quasi interamente stampata in 3D utilizzando la tecnologia FDM / FFF. Cioè, Lumi Industries ha progettato la stampante 3D in modo che il 95% dei suoi componenti potesse essere stampato su un sistema desktop. Per utilizzare la piccola stampante 3D, gli utenti devono semplicemente posizionare il proprio smartphone all’interno della base della stampante e riempire la vasca in resina con resina liquida Daylight, che si indurisce se esposta alla luce dello smartphone.

Lumi Industries suggerisce persino di utilizzare uno smartphone obsoleto, ma ancora funzionante, per alimentare la stampante 3D, dandole una seconda vita. Secondo quanto riferito, il LumiBee è compatibile con qualsiasi smartphone sul mercato, un’impresa che ha richiesto un po ‘di ingegnosità per raggiungere.

Come ha spiegato Davide Marin, CEO di Lumi Industries: “Ho superato questo problema nel modo più semplice. Ogni smartphone ha un flash incorporato per la fotocamera posteriore e accedervi è abbastanza facile in Android Studio. Quindi ho ridotto il protocollo di comunicazione al minimo indispensabile, usando un lampeggio rapido del flash dello smartphone per dire ‘vai su 1 livello nell’asse Z’ su Lumibee e 2 lampeggi rapidi per dire ‘la stampa è finita, metti il ​​vassoio completamente fuori dal resina’.”

La LumiBee nella foto è stata stampata in 3D utilizzando stampanti e materiali 3D Zortrax di 3D Filum. Le resine Daylight testate con la stampante 3D DIY provengono da Photocentric , che afferma che “è lieto di supportare il progetto fai-da-te di LumiBee con la nostra tecnologia di polimerizzazione 3D a luce diurna brevettata e resina”.

“Incoraggiamo le persone a scaricare piani e file, giocare con loro e se pensano che abbiamo fatto un buon lavoro, c’è la possibilità di donare sulla nostra pagina per supportare il progetto e permetterci di migliorarlo ulteriormente”, ha concluso Marin. “Comunità di stampa 3D, la sfida è stata lanciata: riscalda la tua stampante 3D FFF e la stazione di saldatura, affina la tua ingegnosità, crea il tuo LumiBee e soprattutto divertiti!”

Be the first to comment on "Lumi Industries presenta LumiBee open souce e gratuita"

Leave a comment