L’UE regolerà i giocattoli stampati in 3D e la catena di approvvigionamento

L’ Unione europea si è interessata seriamente alla regolamentazione dei giocattoli stampati in 3D. Poiché i processi di produzione additiva continuano a raccogliere vapore, colpendo in qualche modo quasi tutti i settori, la sicurezza sta diventando sempre più preoccupante. Ovviamente negli anni ’80, con l’inizio della stampa 3D SLA, la maggior parte della fabbricazione digitale è stata utilizzata per la prototipazione rapida con una gamma limitata di software e materiali (generalmente fotopolimeri) disponibili per gli utenti.

Ci sono innumerevoli nuovi materiali sul mercato ora, poiché utenti e ricercatori ambiziosi in tutto il mondo continuano a avanzare, superando gli ostacoli e creando nuovi modi per fabbricare geometrie complesse, sia per prototipi che per parti funzionali. Ciò non significa che tutti i materiali di stampa 3D siano sicuri da usare o che strutture e cablaggi potrebbero non essere potenzialmente pericolosi. I bambini hanno il potenziale per essere molto difficili con i giocattoli, e in particolare con il passare del tempo. Possono ingerire piccoli pezzi e soffocare o subire avvelenamento da sostanze chimiche tossiche.

La preoccupazione per la sicurezza dei giocattoli comprende l’intero settore, tuttavia, con misure di base in atto riguardanti i “rischi generali” per i bambini e chiunque possa essere esposto ai giocattoli, insieme a “rischi particolari” che circondano incendi, sostanze chimiche, radioattività, problemi elettrici e altro ancora . L’UE offre raccomandazioni a 27 paesi e sovrintende anche alla piattaforma radar per l’ innovazione, nominando WAZP come innovatore chiave. E mentre la sicurezza è al centro dell’attenzione, l’obiettivo è quello di creare un solido settore innovativo con una forte catena di approvvigionamento, il che significa che i prodotti di qualità devono essere al centro.

La piattaforma viene utilizzata per evidenziare nuovi concetti e gli inventori dietro di loro, ed è finanziata dall’UE e da altri programmi quadro incentrati sulla ricerca e l’innovazione, spesso incluse applicazioni come beni di consumo, fabbricazione, distribuzione di prodotti e beni al dettaglio. WAZP ha sicuramente una buona conoscenza della maggior parte di quelle aree del settore, agendo come una società di filiera globale per la produzione additiva. La società con sede a Tralee, in Irlanda, ha ottenuto notorietà durante il progetto iBus di Orizzonte 2020 , noto per essersi focalizzato su modelli di business su Internet per giocattoli, nonché mobili e commissionato dall’Università di Limerick .

Anche l’ Università tedesca di Paderborn è stata riconosciuta come un innovatore chiave e le due società supervisioneranno la creazione di un “modello di quotazione innovativo ad alta fiducia per la sicurezza dei giocattoli AM”.

Saranno esplorati quattro livelli, creati da Innovation Radar:

Opportunità di creazione di valore
Prontezza tecnologica
Prontezza per gli affari
Disponibilità al mercato
WAZP offrirà la propria esperienza nella creazione di modelli di successo per le catene di fornitura della stampa 3D, incluso il “valore” per le parti interessate come i fornitori di giocattoli, produttori, società di distribuzione, negozi che vendono giocattoli e anche i consumatori. La sostenibilità è un obiettivo chiave in questi modelli di business, rafforzando le catene di approvvigionamento nel settore dei giocattoli stampati in 3D.

Il successo di WAZP è stato nel fornire modelli di business che offrono strategie personalizzate per la catena di approvvigionamento. Il loro team crede nella produzione di progetti complessi e di qualità, ma all’interno di una “cultura senza sprechi”. La ricerca e lo sviluppo proseguiranno con l’Università di Limerick, l’Università di Paderborn e l’Unione Europea.

Be the first to comment on "L’UE regolerà i giocattoli stampati in 3D e la catena di approvvigionamento"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi