Lo spettacolo teatrale Conversazione con la pioggia di Stijn Devillé, e la pioggia creata con la stampa 3d

Nello spettacolo teatrale di Stijn Devillé,  Gesprek met de Regen,  che si traduce in “Conversazione con la pioggia”, troviamo una coppia addolorata per la perdita della loro figlia durante la stagione dei monsoni a Singapore. L’ambientazione dello spettacolo richiedeva molta pioggia, che è una sfida in un teatro, ma la compagnia teatrale  Het Nieuwstedelijk ha  lavorato a stretto contatto con  KU Leuven  e Materialise  non solo per creare la pioggia, ma per farlo in modo estremamente artistico.

  

La studentessa di KU Leuven, Arne Broeders, ha progettato la macchina per la pioggia per la sua tesi di laurea in Ingegneria industriale: elettronica e ICT. Lunga 8,5 metri e che copre l’intera lunghezza del palco, la macchina non crea solo piogge interne, ma crea anche immagini, disegni e parole nell’acqua – in modo simile a un’installazione d’arte spagnola creata un paio di anni fa. Broker ha sviluppato il programma software che consente di visualizzare le immagini, oltre a progettare e costruire la macchina stessa.

La macchina doveva essere costruita in modo da renderla leggera e facile da spostare tra le sedi. Tecniche come la fresatura CNC avrebbero creato una macchina troppo pesante per essere appesa in un teatro, oltre che troppo costosa. So Broeders si è quindi dedicato alla stampa 3D, che gli ha permesso di integrare i canali interni direttamente nel design della macchina per la pioggia. Materialize ha consigliato al progettista il miglior metodo di stampa 3D per il progetto, che si è rivelato essere Selective Laser Sintering (SLS), grazie alla sua capacità di stampare in 3D disegni complessi a basso costo.

Il team di progettazione e ingegnerizzazione di Materialise ha inoltre aiutato Broeders a modificare il progetto per creare una struttura più aperta, riducendo i costi dei materiali e consentendo una rimozione più accurata della polvere non utilizzata. Il file è stato quindi preparato con il software Materialise Magics.

“Dopo alcune stampe di test nel campus, ci siamo resi conto che dovevamo spostarci verso entità più grandi che erano completamente sigillate, cosa che non era possibile con FDM”, ha affermato Broeders. “È così che siamo finiti con Materialise, l’unica azienda intorno a Leuven in grado di stampare plastica su scala industriale. Ci hanno consigliato di usare la tecnica di Sinterizzazione Laser ei risultati sono stati sorprendenti; l’intera struttura era a tenuta stagna e le nostre valvole erano facilmente in grado di azionare gli ugelli. ”
Attori Tom Van Bauwel e Sara Vertongen
Il prodotto finale è stato impiegato con effetto impressionante, lasciando cadere la pioggia sul palco e rivelando parole e immagini luminose illuminate in acqua. In un certo senso, la macchina della pioggia è essa stessa una stampante, che rilascia acqua in forme pre-programmate per formare opere d’arte fugaci ma memorabili. Probabilmente non sarebbe stato possibile creare una macchina del genere senza la stampa 3D, che gli ha permesso di essere leggera, poco costosa e costruita nella complessa geometria richiesta. Il design dei Broker ha vinto il  Leuven MindGate Crossover Contest  e sarà in tournée con il gioco in tutta Europa, mostrando al pubblico un altro esempio di come la stampa 3D si interseca con l’arte. Oltre a vedere una storia commovente, il pubblico sarà trattato al meglio della tecnologia.

Gesprek met de Regen in  anteprima a Genk, in Belgio, il 30 maggio  sarà in tournée in tutta Europa.

Be the first to comment on "Lo spettacolo teatrale Conversazione con la pioggia di Stijn Devillé, e la pioggia creata con la stampa 3d"

Leave a comment