Lo scultore ceco Michal Trpak inizierà a costruire la prima casa galleggiante con una stampante 3D nel giugno 2020

La Repubblica Ceca riceverà la sua prima eco-casa stampata in 3D a giugno

Lo scultore ceco Michal Trpak inizierà a costruire la prima casa con una stampante 3D nel giugno 2020. La stampa 3D dell’involucro dell’edificio dovrebbe durare solo due giorni e applicare il materiale da costruzione a strati con un braccio robotico. Riassumiamo i primi dettagli della casa ecologica parzialmente autosufficiente di 43 m².

Logo Prvok e società edile cecaLo scultore Michal Trpak, insieme al supporto della società edile ceca STAVEBNI, creerà la prima casa stampata in 3D nella Repubblica Ceca, come riportato dalla rivista 3D-infinite in un comunicato stampa. Si dice che l’ edificio Prvok od Burinky (Protozoon) sia parzialmente autosufficiente per città, terra e acqua. Bassi costi di produzione e ridotte emissioni di CO2 sono due dei tanti punti che rendono attraente la stampa 3D delle case . Il progetto ecologico della casa Ashen Cabin si basa su muri di cemento della stampante 3D e legno di frassino infestato.


L’edificio previsto dovrebbe essere stampato a giugno. La stampa 3D pura della casa di 43 m2 richiede due giorni e il completamento richiede altri due mesi. 25 dipendenti sono richiesti per la stampa 3D. La casa, che è composta da un bagno, una camera da letto e un soggiorno, sarà dotata di tecnologie ecologiche come il recupero di energia, una doccia di circolazione, un tetto verde e serbatoi per acqua potabile, utile e di scarico.

Secondo il produttore, dura per cento anni. Quindi può essere abbattuto e ricostruito dallo stesso materiale. Se la casa è prodotta in serie, il costo è la metà del costo di una casa passiva. Un’ulteriore riduzione dei costi deriva dall’autosufficienza.


Stampa 3D con un braccio robotico
Un braccio robotico proveniente dall’officina di Scoolpt, un altro progetto Trpak, è lo strumento di stampa 3D più importante in questa costruzione di case. Un materiale speciale scorre attraverso il braccio del robot ad una velocità di 15 cm al secondo. Il materiale è lo stesso di quello usato per Scoolpt.

È una miscela di calcestruzzo per la stampa realizzata con fibre di nano-polipropilene, plastificanti che migliorano la plasticità e producono forme organiche migliori e un acceleratore di presa. La miscela di calcestruzzo si indurisce in 24 ore alla robustezza standard delle fondamenta di una casa familiare classica (cioè 25 MPa) e dopo 28 giorni raggiunge i valori che sarebbero altrimenti raggiunti con i ponti (65 MPa).

Be the first to comment on "Lo scultore ceco Michal Trpak inizierà a costruire la prima casa galleggiante con una stampante 3D nel giugno 2020"

Leave a comment