Lo scudo di Achille utilizzando le tecnologie 3D per supportare gli scenari di insegnamento delle epiche omeriche

Angelopoulos ed E. Solomou hanno scritto ” Lo scudo di Achille utilizzando le tecnologie 3D per supportare gli scenari di insegnamento delle epiche omeriche “, descrivendo un recente programma scolastico interdisciplinare incentrato sull’Iliade di Omero e una lezione di informatica. Questo nuovo metodo di insegnamento si è verificato presso la prima scuola media di Vrilissia, ad Atene (anno scolastico 2017-2018), quando gli studenti di età compresa tra 13 e 14 anni del grado B hanno creato un progetto di progettazione 3D chiamato “Shield of Achilles”.

È un fatto abbastanza noto all’interno dei circoli educativi che la necessità di coinvolgere più bambini nell’apprendimento STEM è grande. Anche le materie classiche hanno bisogno di maggiore attenzione in questi giorni, insieme a metodi di insegnamento nuovi e innovativi per gli insegnanti. Entrambi i tipi di studi si completano perfettamente:

“Gli studenti interessati alle materie classiche non usano il pensiero scientifico, il pensiero computazionale, la pratica e le metodologie basate sulla comprensione delle materie STEM”, hanno detto gli autori. “Inoltre, gli studenti interessati alle materie STEM sono meno interessati agli studi classici, il che riduce le loro possibilità di sviluppare una conoscenza completa e alfabetizzazione su temi come la storia, la filosofia, le lingue, le religioni, ecc.”

Il nuovo programma di apprendimento guarda verso l’anno 2030 quando gli insegnanti combinano STEM, scienze sociali, discipline umanistiche, arti e discipline classiche; e mentre gli studenti che seguono una carriera legata alle STEM di solito finiscono con una miriade di opzioni in seguito, tali classi sono storicamente carenti di studentesse così come la popolarità complessiva desiderata da educatrici e potenziali datori di lavoro che vorrebbero vedere il pool di potenziali giovani laureati in espansione per esigenze continue nella forza lavoro.

“Collegare le materie STEM e classiche (informatica e greco antico nel nostro caso) è fondamentale per garantire che il settore della conoscenza generale trarrà beneficio da nuovi talenti tanto necessari nei suoi vari campi e che gli studenti pensano e agiscono non solo come scienziati-esperti nei loro campo, ma anche come personalità integrate, soppesando le prove per trarre conclusioni e imparando a gestire le affermazioni che ci bombardano nella nostra vita quotidiana “, hanno affermato gli autori.

Il programma “Shield of Achilles” ha lo scopo di offrire quanto segue:

Creare una “comunità di pratica” tra lo STEM e le discipline di apprendimento classico
Implementare modelli integrati
Monitorare l’acquisizione di competenze, la partecipazione e le prestazioni degli studenti e il livello di entusiasmo degli studenti
Per la classe di informatica, gli studenti hanno potuto lavorare su una stampante 3D Ultimaker 2+ che era stata donata alla scuola due anni prima. Gli studenti hanno anche imparato a usare sia Tinkercad che Cura mentre costruivano il proprio scudo di Achille, incoraggiati a “esprimersi liberamente e produrre la propria creazione” in 3D.

Dopo aver completato un questionario alla fine, gli studenti e gli insegnanti che si esprimono si divertono, anche se gli studenti avrebbero voluto “insegnare le materie in modo interdisciplinare insieme all’IT e al supporto delle tecnologie di stampa e progettazione 3D”. Hanno comunque apprezzato l’approccio di insegnamento incrociato che integra la progettazione e la stampa 3D. Gli studenti hanno anche espresso una “visione positiva” sull’antica Grecia.

“Dall’implementazione del programma, è stato dimostrato che l’interesse degli studenti sia per la materia IT che per la materia cognitiva del greco antico è stato notevolmente aumentato. In particolare, aumentare l’interesse era molto maggiore per gli studenti deboli sia nell’Iliade di Omero che nell’IT ”, hanno concluso gli autori.

Be the first to comment on "Lo scudo di Achille utilizzando le tecnologie 3D per supportare gli scenari di insegnamento delle epiche omeriche"

Leave a comment