L’italiana Helyx stampa in 3D un Drone Quadricottero leggero da corsa creato con la progettazione generativa per l’agilità e la velocità e la capacità di viaggiare in volo freestyle

Il team di progettazione generativa di Helyx stampa in 3D un Quadricottero leggero da corsa

Il team di Helyx , con sede in Italia, sta esplorando i limiti del design generativo con il loro drone stampato in 3D, un quadricottero da corsa leggero creato per l’agilità e la velocità e la capacità di viaggiare in volo freestyle. Un progetto pilota costruito attorno allo studio e all’uso del design 3D e della stampa 3D in relazione agli UAV, Helyx è stato incentrato sulla creazione di un nuovo drone in prima persona (FPV) e sulla sua messa in azione.

La forma dello scheletro monoscocca è pensata per “seguire la forza” e non solo bilancia lo stress durante il volo, ma aiuta anche a prevenire la debolezza strutturale complessiva e protegge l’elettronica integrata. A causa dei numerosi vantaggi della stampa 3D, i designer di Helyx hanno avuto una libertà senza precedenti nella creazione di questo drone non convenzionale, affermando che “gli elementi architettonici sono ottimizzati e uniti in una composizione fluida che nasconde la funzione con la bellezza”. Il loro obiettivo in team era anche quello di utilizzare lo sviluppo 3D innovativo e altro ancora nell’esplorazione dell’intelligenza artificiale (AI), informatica basata su cloud, ispirata dalla natura e dal suo “approccio evolutivo” in generale.

Il telaio per il drone è stato progettato in Autodesk Generative Design Beta , che è stato successivamente integrato in Fusion 360 , con dimensioni risultanti di 20x20x10 cm, un peso totale di 87,5 g e, infine, una velocità massima di volo registrata di 208 km / h. Prodotto con PA 11 e stampato in 3D con la tecnologia Multi Jet Fusion di HP, con l’obiettivo di spingere al limite il design generativo, il drone è destinato a:

Ridurre la resistenza dell’aria
Gestire accelerazioni estreme
Sopravvivi agli arresti anomali
“Sebbene possa essere virtualmente stampato con qualsiasi tecnologia AM a letto di polvere, abbiamo scelto HP per il giusto equilibrio tra costo e resistenza”, ha detto Tommaso Pardini, Project Manager e Principle Designer di Helyx. “Il PA11 è anche un materiale particolarmente adatto in quanto può resistere agli urti (che sono abbastanza comuni durante il volo con droni FPV).”

Presentato a FormNext lo scorso anno con Autodesk e HP, il drone viene ora prodotto per i clienti su richiesta. Se sei interessato, contatta helyx@sigmaingegneria.com.

Be the first to comment on "L’italiana Helyx stampa in 3D un Drone Quadricottero leggero da corsa creato con la progettazione generativa per l’agilità e la velocità e la capacità di viaggiare in volo freestyle"

Leave a comment