Linde e 3D Medlab accordo

Linde e 3D Medlab annunciano sforzi di ricerca sui dispositivi medici prodotti in modo aggiuntivo
“Nulla di meno dei risultati ottimali del prodotto è di fondamentale importanza da evitare.”


Linde e 3D Medlab hanno annunciato una partnership di ricerca che esplorerà come le condizioni atmosferiche nel processo di produzione additiva possono essere ottimizzate per produrre strutture reticolari complesse nei dispositivi medici.

La ricerca viene condotta a causa della fiducia comune che le strutture reticolari saranno fondamentali nello sviluppo futuro dei dispositivi medici grazie alla loro capacità di assimilarsi meglio nella struttura ossea e tissutale del paziente. Questo non solo aiuta a ridurre i rifiuti, ma accelera anche i tempi di guarigione.

Mentre la tecnologia di produzione additiva ha le capacità per facilitare l’integrazione di queste strutture reticolari, i partner riconoscono l’importanza dell’atmosfera ottimale e riproducibile all’interno della camera di costruzione della stampa 3D. Le impurità all’interno della camera di costruzione possono danneggiare le parti durante la costruzione, il che significa che potrebbe essere necessaria una post-elaborazione aggiuntiva o, peggio ancora, la parte può essere totalmente inutilizzabile. Poiché Linde e 3D Medlab utilizzano la lega di titanio Ti-6AI-4V nel loro programma di ricerca, devono anche essere stanchi delle varianti del contenuto di ossigeno.

Attraverso una serie di stampe di prova, una nuova miscela di gas elio / argon, sviluppata da Linde con l’intenzione di rendere i processi di stampa più fluidi e puliti, sarà utilizzata insieme alla tecnologia di misurazione e analisi di precisione ADDvance O2 dello specialista del gas. 3D Medlab utilizzerà questa tecnologia per ottenere un maggiore livello di controllo sulla concentrazione di ossigeno e sui livelli di umidità nella camera di stampa e, sperano i partner, produrre dispositivi medici stampati in 3D di qualità superiore.

Le aziende hanno iniziato a lavorare insieme a livello di cliente / fornitore, con 3D Medlab che utilizza l’armadio per polveri ADDvance per mantenere la qualità delle polveri metalliche sensibili. Da allora hanno deciso di riunire le rispettive competenze nel tentativo di migliorare la qualità delle parti mediche prodotte in modo aggiuntivo, prima con una lega di titanio e poi con un materiale di nichel-titanio.

“Siamo orgogliosi di collaborare con 3D Medlab a questo importante e lungimirante progetto”, ha commentato Pierre Forêt, Senior Expert Manufacturing presso Linde. “In qualità di cliente all’avanguardia nella produzione di dispositivi medici, qualsiasi cosa al di fuori dei risultati ottimali del prodotto è di fondamentale importanza da evitare, quindi testimonia la nostra competenza e il nostro know-how in materia di gas che siamo stati selezionati per collaborare in questo sforzo.”

“La nostra esperienza con Linde dimostra che sono altrettanto impegnati negli stessi elevati standard di precisione ed eccellenza nella produzione additiva che siamo”, ha affermato Gaël Volpi, CEO di 3D Medlab. “La piena conformità normativa è una pietra miliare fondamentale nel nostro processo di progettazione e ingegneria e i nostri clienti si affidano a noi per garantire che siano attuate tutte le misure e i controlli adeguati”.

Be the first to comment on "Linde e 3D Medlab accordo"

Leave a comment