Let’s Kill Thingiverse? Facciamolo fuori o compriamolo

Let’s Kill Thingiverse?
Joris Peels direttore di 3dprint.com

Se sei un operatore della stampa 3d avrai notato che Thingiverse fa schifo al momento. Dopo che mi è stato chiesto di scriverne, ho deciso di afferrare il toro per le corna e ho raggiunto Makerbot. Ho chiesto loro se potevo comprare Thingiverse. Purtroppo non erano interessati a vendermelo.

Per molto tempo, ho pensato che Thingiverse fosse la cosa più intelligente nella stampa 3D. Un archivio di file centrale per l’intera comunità di stampa 3D, che idea geniale! Idee e file open source potrebbero essere scambiati gratuitamente da chiunque. Potremmo lavorare tutti insieme per migliorare tutte le cose. Nel mio idealismo, Thingiverse potrebbe diventare l’unico strumento che ci lascerebbe tutti sulle spalle dei giganti. Quando il team Makerbot ha iniziato a brevettare le cose che la sua comunità aveva fatto e successivamente ha voltato le spalle all’open source, Thingiverse ha avuto un successo. Alcuni eletti hanno cavalcato l’ondata di popolarità open source e si sono essenzialmente abituati alla comunità per il proprio guadagno senza restituire.

Non più amata, la piattaforma ha comunque un vantaggio non disponibile nei file. Dozzine di altre piattaforme hanno imitato Thingiverse ma nessuna riesce ad avvicinarsi alla sua base installata. Anche con un Autodesk Instructables che risolve il problema Thingiverse rimane di gran lunga il più grande. Perché ha il maggior numero di utenti e il maggior numero di file ha inerzia e le persone continuano a pubblicare su di esso. Sì, potresti provare Pinshape , Youmagine o Minifactoryma otterrai comunque il maggior numero di download, commenti e attenzione su Thingiverse. Sì, certo, puoi cercare su altri repository ma su Thingiverse rimarranno ancora più cose. Anche gli utenti che ormai non amano la piattaforma la usano ancora molto spesso. Thingiverse è diventato come una tassa sulla stampa 3D. Thingiverse ha oltre due milioni di utenti registrati e ha avuto più di 340 milioni di download.

Dopo che Stratasys ha acquistato Makerbot, l’azienda ha investito in Thingiverse, realizzando una versione didattica, un’API migliorata, integrazioni con altri , strumenti di upload e aggiunta di funzionalità. Nell’ultimo anno, tuttavia, è stato tremendamente tranquillo su Thingiverse. Thingiverse va avanti ma è un po ‘come l’ olandese volantenavigare negli oceani senza un equipaggio condannato a continuare un viaggio senza fine. Alcuni account di social media non sono stati aggiornati per mesi. Lo spam e altri contenuti indesiderati a volte continuano a non essere moderati. I tempi di caricamento sono passati a pochi minuti per pagina e il sito ha avuto bug che non sembrano essere stati risolti per mesi. I problemi di accesso hanno richiesto molto tempo per essere risolti. Si sono verificati problemi continui con i rendering non visualizzati. Un problema di caricamento delle foto non è stato risolto. Il sito ha molti timeout e arresti anomali. Ultimamente, sembra peggiorare. Il sito a volte è dolorosamente lento e si ottengono molti errori durante l’utilizzo.

Nel frattempo, sembra che alcune persone stiano indicizzando e indicizzando Thingiverse, forse per utilizzare i suoi dati per avviare nuovi concorrenti. Ciò influirà negativamente sulle prestazioni del sito e accelererà la sua fine. Si vocifera che al sito sia assegnato un solo membro dello staff. Sembra abbandonato e non amato. Quindi cosa facciamo con Thingiverse? Sembra che ci sarebbero alcune opzioni.

Rendi Stratasys Love Thingiverse. Anche se l’interesse di Stratasys è totalmente focalizzato sulla base installata dell’azienda Thingiverse e il modo di condividere i file potrebbe essere un grande vantaggio per l’educazione e l’open source. Thingiverse potrebbe essere supportato dalla pubblicità per generare abbastanza denaro per sopravvivere in modo neutrale in termini di costi. Con alcune entrate pubblicitarie, un piccolo team potrebbe continuare a mantenere questa enorme e fondamentale proprietà di stampa 3D.
Chiedi a Makerbot di investire di più in esso in modo che il sito diventi più affidabile. Noioso ma probabilmente l’opzione più semplice.
Un colpo di grazia. Uccidilo. Continua a ridursi e forse dovremmo eliminarlo dalla sua miseria per permetterci di focalizzare la nostra attenzione su altri siti Web concorrenti.
Crowdfund Acquisto o riavvio di Thingiverse. Ci riuniamo, formiamo una fondazione e poi cerchiamo di finanziare un nuovo Thingiverse o di acquistare quello vecchio da Stratasys. La fondazione afferma i suoi principi open-source e cerca di utilizzare gli annunci per rimanere a galla e migliorare il sito.
Incoraggia qualcuno a comprare e investire in Thingiverse. Sicuramente vedo il valore a lungo termine di questa utility condivisa che è Thingiverse, forse anche una start-up o un’impresa affermata potrebbero vederlo?
Continua inciampando nell’oscurità come un pigro zombie apocalisse e non fare nulla.
Cosa suggerisci?

Ci siamo avvicinati a Makerbot e sono tornati da noi dicendo:

Come il più grande database per i progetti di stampa 3D, Thingiverse registra un elevato volume di traffico su base giornaliera e continua a crescere regolarmente con i nuovi utenti. Comprendiamo le frustrazioni e le limitazioni del sito corrente e stiamo apportando gli aggiornamenti e i miglioramenti necessari per garantire agli utenti un’esperienza del sito più fluida e migliore.
Stiamo ridisegnando il sito Web, che dovrebbe affrontare i problemi di latenza e risolvendo il backend per risolvere i problemi sottostanti. Nel tempo aggiorneremo anche altre funzionalità del sito. Rimaniamo impegnati nei confronti di Thingiverse e della comunità della stampa 3D e continueremo a apportare miglioramenti al sito secondo necessità.
Sono incoraggiato dal fatto che il team Makerbot riconosce che ci sono problemi con il sito. Cosa ne pensi, il team risolverà tutti i problemi e darà a Thingiverse un posto nel tuo cuore e di nuovo sul disco rigido?

Be the first to comment on "Let’s Kill Thingiverse? Facciamolo fuori o compriamolo"

Leave a comment