Le Solette stampate in 3D potrebbero migliorare la salute del piede nei pazienti diabetici.

L’ammortizzazione ottimizzata nelle calzature diabetiche può migliorare significativamente la loro capacità di ridurre la pressione plantare

La corretta selezione della rigidità dell’ammortizzazione migliora significativamente la riduzione della pressione.
La selezione specifica del paziente può massimizzare la riduzione della pressione nei piedi diabetici.
La rigidità ottimale specifica del paziente era correlata al peso corporeo dei partecipanti.
Materiali di ammortizzazione più rigidi erano necessari per maggiori magnitudini di carico.
Sono necessarie ulteriori ricerche per l’ottimizzazione clinicamente applicabile dell’ammortizzazione.

La riduzione della pressione plantare con l’uso di materiali ammortizzanti svolge un ruolo importante nella gestione clinica del piede diabetico. Precedenti studi su persone senza diabete hanno dimostrato che un’adeguata selezione della rigidità di tali materiali può migliorare significativamente la loro capacità di ridurre la pressione. Tuttavia, il significato dell’ammortizzazione ottimizzata non è stato ancora valutato per le persone con sindrome del piede diabetico.

Domanda di ricerca: Qual è il potenziale vantaggio dell’utilizzo di calzature con un’ammortizzazione ottimizzata, per quanto riguarda la riduzione della pressione plantare, nelle persone con diabete e neuropatia periferica?

metodi
In uno studio osservazionale di coorte è stata misurata la distribuzione della pressione plantare durante la deambulazione per quindici persone con sindrome del piede diabetico. Ai partecipanti è stato chiesto di indossare lo stesso tipo di calzatura dotata di plantari stampati in 3D. Questi plantari sono stati usati per modificare la rigidità dell’intero complesso della scarpa; da molto morbido a molto rigido. La rigidità che ha ottenuto la massima riduzione della pressione rispetto a una condizione senza piede è stata identificata come quella ottimale specifica per il paziente.

risultati
L’uso della rigidità ottimale specifica del paziente ha ridotto, in media, la pressione di picco del 46% (± 14%). L’uso della stessa rigidità tra tutti i partecipanti ha ridotto la capacità delle calzature di ridurre la pressione di almeno nove punti percentili (37% ± 17%); una differenza statisticamente significativa (campioni appaiati t -test, t (13) = −3,733, p  = 0,003, d  = 0,997). L’analisi di correlazione di Pearson ha indicato che la rigidità ottimale specifica del paziente era significativamente correlata all’indice di massa corporea (BMI) dei partecipanti, con materiali più rigidi necessari per le persone con un BMI più elevato (rs (14) = 0.609, p  = 0.021).

Significato
Questo studio offre le prime prove quantitative a supporto dell’ottimizzazione dell’ammortizzazione nelle calzature diabetiche come parte della pratica clinica standard. Sono necessarie ulteriori ricerche per sviluppare un metodo clinicamente applicabile per aiutare i professionisti che lavorano con i piedi diabetici a identificare la rigidità di ammortizzazione ottimale su una base specifica del paziente.

Be the first to comment on "Le Solette stampate in 3D potrebbero migliorare la salute del piede nei pazienti diabetici."

Leave a comment