Le polveri in lega di alluminio di Equispheres possono essere utilizzate nel processo di stampa 3D Binder Jet

La scorsa estate, Lockheed Martin ha investito 5 milioni di dollari, in base alla politica sui benefici regionali industriali (IRB) e sui vantaggi tecnologici industriali (ITB), nella società canadese di scienza dei materiali Equispheres . Questa società si concentra su applicazioni di ingegneria e produzione additiva e ha sviluppato una tecnologia di atomizzazione in attesa di brevetto in grado di produrre polvere di metallo completamente sferica, con caratteristiche di alto valore sia nel settore automobilistico che aerospaziale. Utilizzando questi materiali, è possibile per le aziende produrre parti metalliche più affidabili con proprietà meccaniche superiori.

Sembra che questo investimento abbia dato i suoi frutti, poiché Equispheres ha utilizzato i fondi per continuare a condurre attività di progettazione, sviluppo e ricerca, nonché per aumentare la crescita nella fornitura di materiali di stampa 3D di alta qualità. Ora, la società ha annunciato i risultati di una serie di test, che alla fine hanno scoperto che i suoi poteri in lega di alluminio sono adatti per l’uso con la tecnologia dei leganti; questo non è stato possibile fino ad ora. Ciò fa ben sperare per la produzione additiva nell’industria automobilistica, poiché le leghe di alluminio rappresentano oltre il 30% dell’intera domanda di materiale.

” Siamo entusiasti della risposta del settore ai nostri straordinari risultati di sinterizzazione dell’alluminio”, ha dichiarato il CEO di Equispheres, Kevin Nicholds. “Sebbene la tecnologia delle stampanti a getto di legante offra le riduzioni di velocità e costi necessarie per consentire alla produzione di additivi di soddisfare i requisiti della produzione di massa automobilistica, l’incapacità di stampare con leghe di alluminio è stata una delle principali limitazioni della tecnologia – fino ad ora.”

Equispheres ha completato la ricerca sulle polveri, che ha alcune importanti implicazioni per la produzione di massa della stampa 3D, in collaborazione con la McGill University , con sede in Quebec.

“ Gli attributi unici e su misura della polvere di Equispheres si sono dimostrati eccezionali nella sinterizzazione senza compattazione. Siamo entusiasti di iniziare a lavorare con i partner di stampa a getto di legante di Equispheres nella fase successiva per comprendere appieno tutti gli aspetti relativi alla sinterizzazione di componenti di forme complesse e le relazioni fondamentali con i nuovi agenti leganti specializzati “, ha affermato il dott. Mathieu Brochu, professore associato presso McGill e la Canada Research Chair in Pulse Processing di materiali nanostrutturati.

La stampa 3D Binder jet è una tecnologia AM popolare e scalabile per la ceramica grazie alla sua efficienza: funziona 100 volte più velocemente rispetto ai sistemi basati su laser, il che significa che potrebbe sicuramente essere utilizzata in termini di produzione di massa. Ma il metodo è stato trattenuto perché non era in grado di sinterizzare leghe di alluminio. Grazie alla ricerca congiunta di Equispheres e McGill University, non è più così.

Sulla base di questa ricerca, Equispheres è stata in grado di sviluppare la polvere di lega di alluminio, un materiale di produzione estremamente ricercato, in modo che potesse essere utilizzata nella stampa a legante. La società sta ora lavorando con altri partner per sviluppare ulteriormente agenti leganti più specializzati necessari per l’alluminio, oltre alle applicazioni automobilistiche.

I risultati mostrano quanto segue:

buona densificazione (>> 95%) ed eccellente microstruttura  
c -free ompaction, sinterizzazione sub-solidus della Equispheres ‘ stan lega di alluminio dard AlSi10Mg polvere    

Man mano che i test continuano, Equispheres ritiene che la sua polvere, combinata con il processo di stampa 3D a getto di legante, un giorno sarà in grado di stabilire un nuovo standard per le parti metalliche critiche.

Be the first to comment on "Le polveri in lega di alluminio di Equispheres possono essere utilizzate nel processo di stampa 3D Binder Jet"

Leave a comment