Le opere d’arte di Tobias Klein esplorano la relazione tra vetro e stampa 3D

Le Opere d’arte di Tobias Klein Esplorano la relazione tra vetro e stampa 3D

Tobias Klein è un artista e architetto che, nel 2017, ha trascorso del tempo come Artist in Residence presso la Pilchuck Glass School . Durante il suo periodo scolastico, ha sviluppato due opere d’arte che hanno esplorato il rapporto tra tre diversi metodi di fabbricazione: soffiatura del vetro, fusione del vetro e stampa 3D.

“Per esplorare questa relazione ho pianificato due linee di indagine sul soffiaggio del vetro e sulla fusione di vetro”, afferma Klein. “Inoltre, ho impostato un dialogo tra i materiali e i processi utilizzati negli oggetti risultanti e ho esaminato i vantaggi e le restrizioni che si verificano nella traduzione tra metodi digitali e tradizionali. Pertanto, le opere mantengono le qualità dei diversi percorsi utensile e flussi di lavoro. Le tracce di ogni processo mi permetterebbero di identificare sinergie e nuove narrazioni tra di loro “.
Per la prima opera, intitolata  Augmented Fauna,  Klein iniziò con l’osso pelvico di un cervo. In primo luogo ha utilizzato un metodo tradizionale di fusione per creare un calco di vetro dell’osso. Poi 3D ha scansionato il cast e ha creato un modello 3D a cui si è aggiunto digitalmente, creando una “protesi” digitale.

“Ho usato lo strumento di bridging software per scolpire un volume di connessione approssimativo tra le aree e una serie di sottostrutture simili a viticci interconnessi, attaccate alla rete emergente”, spiega. “Infine, ho applicato le modifiche topologiche della mesh superficiale (spinta, trazione, estrusione, modellazione di sottodivisione, ecc.) Alla mesh risultante, imitando la crescita naturale del substrato osseo.”
Klein poi ha stampato la protesi in 3D, usando PLA e una stampante Flashforge 3D, e l’ha innestata sul vetro per creare una nuova geometria. Quindi ha utilizzato un’altra stampa 3D della protesi per creare un modello utilizzando il substrato stampato 3D anziché la cera. Ha stampato il substrato in 3D con una struttura a nido d’ape e un involucro esterno denso e precisamente articolato, che gli ha permesso di bruciare più pulito e di creare una migliore finitura superficiale nel getto di vetro risultante. Klein ha poi innestato il nuovo calco di vetro sull’osso di cervo originale, finendo con due sculture geometricamente identiche che sono state create utilizzando più tecnologie.

Il secondo lavoro è chiamato Glass Mutations , che è stato formato usando il vetro soffiato e la stampa 3D e si basa sulla mitosi cellulare. Klein ha utilizzato l’aiuto di due soffiatori di vetro per creare oggetti simili a celle, che sono stati poi incorporati in installazioni più grandi utilizzando la stampa 3D.

“Deformando la superficie del vetro tirandola localmente, abbiamo creato anomalie geometriche che sono diventate punti di attacco e, in definitiva, interfacce tra il vetro, la scansione 3D e l’oggetto stampato”, spiega. “Consentono il riconoscimento cartesiano nella scansione 3D e, in seguito nel montaggio di stampa e vetro, tengono meccanicamente in tensione gli elementi stampati in 3D …

“Glass Mutations non è un’opera incentrata sulla complessità geometrica del vetro e sull’imitazione delle impossibilità formali della stampa 3D. Glass Mutations è un amalgama di volumi di vetro contenuti in un più grande costrutto simile all’organismo attraverso substrati stampati in 3D. Diversamente dall’esperimento di aumento – Fauna aumentata-I nuovi oggetti non sono statici e conclusivi in ​​se stessi, ma piuttosto sospesi in un accordo che può esistere solo in uno stato di sublimazione tridimensionale. Questo lavoro consiste nella separazione fisica dei volumi di vetro cellulare l’uno dall’altro e nella forma stampata in 3D che interagisce con questi singoli oggetti per formare un ecosistema tra i volumi di vetro. Gli elementi sono tenuti insieme da strutture modellate digitalmente, simili a viticci, analoghi alla crescita cellulare biologica quando formano organismi multicellulari di ordine superiore. ”

Glass Mutations  è un lavoro surreale e sorprendente che assomiglia a strane creature o strane piante. È molto più fantasioso di  Augmented Fauna,  che è più scientifico nel suo approccio. Mentre il vetro può essere stampato direttamente in 3D , Klein evita questo approccio e invece esplora l’interazione tra la stampa 3D e i metodi più tradizionali di lavorazione del vetro – ei risultati sono piuttosto sorprendenti. Puoi leggere di più sul lavoro di Klein nel suo lavoro ” Augmented Fauna  and Glass Mutations : Un dialogo tra materiale e tecnica nella soffiatura del vetro e nella stampa 3D. “

Be the first to comment on "Le opere d’arte di Tobias Klein esplorano la relazione tra vetro e stampa 3D"

Leave a comment