Le Guardie Svizzere del Vaticano ora usano elmi in plastica stampati in 3d

In occasione dell’anniversario del 513 esimo dalla fondazione , la Guardia svizzera vaticana si aggiorna con i caschi in plastica stampati in 3D

La guardia svizzera ha fornito sicurezza al papato sin dal 1506 quando si recarono a Roma per proteggere papa Giulio II. E per quei cinque secoli, hanno indossato gli stessi elmetti di metallo. Ma martedì, il 513 ° anniversario della fondazione della Guardia, il Vaticano ha mostrato 98 dei suoi moderni caschi stampati in 3D .

I nuovi caschi che portano lo stemma di Papa Giulio II sono stati stampati in 3D in PVC e poi dipinti in nero alla 3d-prototyp GmbH in Svizzera. Sono significativamente più leggeri dell’originale, che è stato scansionato in 3D per creare la versione in plastica, a soli 570 g (1,25 libbre), rispetto a 2 kg (4,4 libbre) per il casco di metallo. Sono anche molto più freddi dei caschi di metallo, che diventerebbero così caldi nelle estati romane da riempire di vesciche le guardie. E per completare il tutto, i caschi stampati in 3D costano la metà rispetto ai loro pesanti predecessori a circa $ 1.000.

“Dobbiamo muoverci con i tempi”, ha dichiarato il comandante della Guardia Christoph Graf. Il Vaticano ha ordinato altri 22 elmetti per ospitare la Guardia Svizzera di 110 membri. Sebbene siano destinati allo spettacolo e vengano indossati solo durante eventi cerimoniali, è probabile che la Guardia indosserà in futuro un’armatura funzionale stampata in 3D .

Be the first to comment on "Le Guardie Svizzere del Vaticano ora usano elmi in plastica stampati in 3d"

Leave a comment