Le antiche navi Nemi romane di Caligola bruciate dalla Wehrmacht saranno stampate in 3d

Le antiche navi di Caligola devono essere ricostruite usando la stampa 3D

Gaio Cesare Augusto Germanico, meglio noto come Caligola, fu l’imperatore romano dal 37 al 41. Era considerato un sovrano ed è stato rovesciato dopo alcuni anni. In onore della dea Diana, fece costruire due grandi navi. Ha una lunghezza di oltre 70 metri e una larghezza di oltre 20 metri.

Dopo il suo regno, le navi furono affondate. Nei secoli a venire ci furono varie iniziative per recuperare antiche navi. Il dittatore Benito Mussolini dichiarò il salvataggio delle navi un obiettivo importante del suo regime nel 1927. Dopo diversi anni, le navi di Caligula furono scoperte e restaurate. Nel 1940, i reperti furono presentati ai visitatori in un museo di nuova costruzione sulla riva del lago.

Nella notte dal 31 maggio al 1 giugno 1944, il museo e le navi furono completamente distrutti da un incendio. Sono state salvate solo alcune parti singole. Gli italiani assumono un incendio doloso intenzionale di soldati della Wehrmacht tedesca.

Le autorità locali chiedono ora il sostegno dello stato tedesco per produrre un modello 1: 1 delle cosiddette navi Nemi per il museo . Secondo i resoconti dei media , per la ricostruzione verrà utilizzata la tecnologia di stampa 3D.

Attualmente le due navi sono mostrate in modelli in scala 1: 5, oltre a numerosi pezzi singoli, alcuni dei quali sono copie, salvate nel 1944.

Be the first to comment on "Le antiche navi Nemi romane di Caligola bruciate dalla Wehrmacht saranno stampate in 3d"

Leave a comment