Le 10 industrie che la stampa 3d distruggerà

stampante 3d GigabotDa come si evolve , la stampa 3D è destinata a trasformare quasi tutti i principali settori produttivi e cambiare il nostro modo di vivere , di lavorare e di giocare .

Bene o male, l’industria della stampa 3D è pronta a trasformare quasi tutti i settori della nostra vita e avviare rapidamente la prossima rivoluzione industriale .  Suona come un’iperbole ? Ecco allora che abbiamo compilato una lista di 10 grandi impatti che la stampa 3D avrà sulle imprese, i consumatori e l’economia globale .

1 . Impatti ambientali 
La Produzione tradizionale crea molti scarti ed è generalmete inquinante. La stampa 3D riduce i rifiuti e la produzione di emissioni di anidride carbonica sulla Terra .

Meno materiali di scarto : solo le materie prime necessarie per creare l’oggetto, sia esso fatto un filamento di plastica, da una polvere di metallo o dalla fibra di carbonio.
Si allunga la vita dei prodotti  : le parti del prodotto vecchie usurate o rotte possono essere sostituite con la stampa 3D (o almeno , questa è l’idea per il futuro) , così l’intero prodotto non deve più essere gettato via e sostituito ogni volta che qualcosa si rompe .
Meno trasporto : i prodotti viaggiano spesso attraverso i continenti per arrivare alla loro destinazione finale . Con la stampa 3D, la produzione e l’assemblaggio possono essere locali . Le materie prime sono le uniche cose che vengono spedite e occupano molto meno spazio .
Meno prodotti invenduti : Se una società fa un prodotto , l’invenduto spesso finisce per accumularsi nelle discariche . La Stampa 3D può migliorare questo perché le aziende possono fare in base alle necessità ed eventualmente fondere e recuperare le materie prime.

Questo è tutto bellissimo, in teoria, ma la ricerca mostra che anche i prodotti stampati in 3d   hanno delle inefficienze che li rendono meno rispettosi dell’ambiente . Una stampante 3d a getto d’inchiostro  non usa dal 40 a 45 per cento del suo inchiostro. E se una stampante non viene spenta o scollegata , consuma una quantità eccessiva di energia elettrica . Poiché le stampanti diventano più accessibili , i produttori dovranno capire come migliorare questi problemi.

2 .Una nuova forma d’arte
Il movimento ” maker” è sempre più di nicchia , ora è ancora un  movimento artigianale .

Le Stampanti 3D vengono utilizzate per creare nuovi tipi d’arte moderna , come il cappello 3D creato dall’artista Joshua Harker , che ha debuttato al 3D Printshow a New York .

Le stampanti possono anche ricreare i pezzi che non sono accessibili a tutti in tutto il mondo . Ad esempio , il Museo Van Gogh di Amsterdam ha collaborato con Fujifilm 3D per ricreare le repliche di alcuni dipinti di Van Gogh .

3 . L’innovazione in materia di istruzione
Pochi mesi fa , MakerBot ha annunciato la MakerBot Academy , un piano crowdfunded per mettere una stampante 3D in ogni scuola in America. “Si può cambiare l’intero paradigma di come i nostri figli vedranno l’ innovazione e la produzione in America “, ha detto il CEO di MakerBot Bre Pettis nel bando . La società ha inoltre recentemente annunciato un piano per trasformare scuole e università in MakerBot Innovation Center . Partendo con l’Università Statale di New York a New Palz , i centri sono dotati di 30 stampanti 3D insieme a diversi scanner 3D per aiutare gli ingegneri ferroviari , gli architetti e gli artisti e aumentare la motivazione per la crescita del settore.

4 . La Stampa 3D a gravità zero
Uno degli usi più logiche per la stampa 3D è per  gli astronauti mentre sono nello spazio. Potrà anche contribuire ad accelerare la costruzione della  Stazione Spaziale Internazionale . Per affrontare questi problemi , Made In Space è stata costituita da un gruppo di veterani dello spazio e di appassionati stampa 3D . Hanno collaborato con il NASA Marshall Space Flight Center per lanciare la prima stampante 3D nello spazio . Essa produce parti in gravità zero , e la speranza è di rendere le missioni spaziali più autosufficienti .

A margine  , un ingegnere ha vinto una borsa di studio dalla NASA lo scorso anno grazie al prototipo di una macchina in grado di stampare il cibo che è sicuramente  meglio della roba  liofilizzata che gli astronauti  mangiano normalmente .

5 . Rivoluziona la produzione di massa
La produzione di massa è la più grande sfida nella stampa 3D , ma con l’adozione di stampanti di grandi dimensioni e la tecnologia in rapida evoluzione per produrre parti più velocemente, le stampanti saranno in grado di sostituire la produzione tradizionale in molte industrie :

Cibo: Tutto ciò che esiste in forma liquida o in polvere può essere stampato in 3D , così naturalmente , il cibo stampato è uno dei prossimi grandi obiettivi.

Militare : Le atrezzature per i militari sono spesso adattate e in caso di rottura la sostituzione deve essere fatta in fretta . Una pistola 3D è già stata stampata , quindi è solo una questione di tempo prima che la tecnologia prenda piede in questo settore .

Elettronica: la dimensione, la forma e i materiali utilizzati fanno di questo settore un candidato naturale per la stampa 3D .

Giocattoli: le stampanti  3D e la progettazione open source cambierà il modo in cui i bambini creano e giocano .

Automotive : Questa industria sta già utilizzando la tecnologia 3d. La Ford utilizza  la stampa 3D per testare le parti . La stampa 3D potrà migliorare l’efficienza nei pezzi di ricambio per qualsiasi azienda fio ad arrivare a stampare direttamente le auto senza assemblaggio.
6 . Medicina e sanità
Il Bioprinting è uno dei settori a più rapida crescita della stampa 3D . La tecnologia utilizza le stampanti a getto d’inchiostro per costruire i tessuti viventi . Organovo , l’azienda più conosciuta nel settore  , prevede di commercializzare tessuto epatico 3D  già quest’anno . Organovo ha anche collaborato con il National Eye Institute per stampare tessuto oculare .

Alcuni ricercatori  hanno creato un modo più efficiente per creare cellule . Il sistema viene Chiamato Cell Block Printing , questo processo permette al 100 per cento delle cellule di sopravvivere contro un tasso di sopravvivenza medio del 50 al 80 per cento  durante il processo corrente . Tutto questo , naturalmente, ciò solleva domande circa lo sviluppo di organi complessi , così il bioprinting è destinato a destare un grande dibattito sui problemi morali , etici e politici .

7 . Trasformare la casa
Gli esseri umani amano le loro comodità in casa  Le persone possono stampare bigiotteria , articoli per la casa , giocattoli e strumenti di qualsiasi dimensione , forma o colore che esse vogliano. Esse saranno inoltre in grado di stampare f pezzi di ricambio a casa . Secondo la società di ricerca Strategy Analytics , la stampa 3D a casa potrebbe evolvere in un settoreda  70 miliardi dollari all’anno entro il 2030 .

8 . Raggiungere i mercati di tutto il mondo disconnessi

I Paesi in via di sviluppo sono spesso completamente scollegati dalla catene di approvvigionamento globali  anche per i prodotti più semplici , ma la stampa 3D ha la capacità di renderli raggiungibili . Il miglior esempio di questo è la startup Austin  che ha avuto una campagna Kickstarter di grande successo lo scorso maggio con Gigabot , una stampante di dimensioni industriali , progettata per lavorare nei paesi in via di sviluppo . La società ha una presenza localizzata in America Latina , in particolare collabora con alcune StartUp cilene, infatti un programma di governo del Cile  aiuta gli imprenditori tecnologici locali . Il Gigabot sarà utilizzato per molti dei progetti in Cile , come tirocini del design, dell’abbigliamento e la produzione e la sperimentazione di stampa utilizzando materiali riciclabili .
Un altro modo in cui la  stampa 3D può aiutare i paesi in via di sviluppo è la partnership con ricercatori . Per esempio , molti paesi in via di sviluppo hanno un disperato bisogno di protesi , ma non hanno accesso alla tecnologia . Un professore canadese sta creando un modo per fare un arto protesico che è circa l’80 per cento buono come quello che potrebbe essere quello fatto a mano . Il laboratorio sta inviando le protesi agli ugandesi disabili.

9 . Impatti sull’economia globale
L’industria della stampa 3D avrà effetti di vasta portata per l’economia globale . La McKinsey  ha recentemente pubblicato un rapporto in cui dice  che la stampa 3D causerà gravi perturbazioni nell’economia globale entro il 2025 . La società di analisi prevede inoltre che porterà nuovi cicli di sviluppo dei prodotti . Sempre più aziende adotteranno la tecnologia e la creazione del prodotto si concentrerà sul feedback dei clienti e la progettazione centrata sul cliente .

La Cina sta già investendo nella tecnologia per rivaleggiare con questa rapida crescita negli Stati Uniti e in Europa . Nel giugno 2013, il paese ha annunciato una gigantesca stampante 3D . Non è chiaro quale impatto la tecnologia avrà sull’economia ancora , ma potrebbe dare alla Cina un vantaggio competitivo nella produzione nazionale . Poiché la stampa 3D favorisce la produzione localizzata , questo influirà anche sulla attuale   produzione in larga scala della Cina .

10 . Minacce di proprietà intellettuale
Condivisione di schemi di stampa 3D su siti web come Thingiverse e Shapeways sembrano essere abbastanza facili , Ma la maggior parte dei disegni sono brevettati , in modo che possano essere copiati ripetutamente e venduti  a chiunque . Oggetti costosi o di design potranno  anche essere decodificati e replicati e venduti ad un prezzo più conveniente .

Ora , è appena cominciata la lotta sul  diritto d’autore o sulla violazione delle leggi sulla proprietà intellettuale . Tuttavia , la maggior parte di questi designer stanno costruendo su disegni originali ,  delle variazini topologiche e queste come si rapportano al diritto d’autore ?

Lyndsey Gilpin da techrepublic.com

Be the first to comment on "Le 10 industrie che la stampa 3d distruggerà"

Leave a comment