La videocamera stampata in 3d senza batterie che autoalimenta completamente

Un team della Columbia University  stampa in 3d una Videocamera ad energia solare.

Creato da un team della  la Scuola di Ingegneria e Scienze Applicate, della Columbia University  la videocamera funziona senza alimentazione a batteria tradizionale, utilizzando invece la conversione della luce in elettricità.
Questo prototipo di macchina fotografica, è completamente autosufficiente, è in grado di alimentare se stessa continuamente. La chiave è il sensore di immagine a diodi che da una parte genera elettricità e da una parte dà forma all’immagine .

“Altri design per sensori di immagine che possano  generare energia elettrica sono stati proposti in passato,” ci dice Shree K. Nayar, il professore che ha guidato il team . “Tuttavia, il nostro prototipo è la prima dimostrazione di una videocamera completamente autoalimentata.”

Il  team è composto da Nayar,dall’ ingegnere ricercatore Daniel Sims, e dal consulente Mikhail Fridberg di ADSP Consulting. Una volta che il team si è reso conto che i pannelli solari e le macchine fotografiche digitali sono essenzialmente realizzati con le stesse cose, anche se eseguono due compiti diversi in conversione e misura rispettivamente, sono stati in grado di mettere insieme l’equazione per la costruzione della macchina fotografica autoalimentata.

Il team ha costruito un sensore di immagine con 30 × 40 pixel. Il sensore è racchiuso all’interno del corpo protettivo stampato in 3D . Come le foto vengono catturate, i pixel di registrazione prima  leggono le immagini e po catturano l’energia e la usano, lavorando, in sostanza, anche come un caricabatterie.

“Siamo nel bel mezzo di una rivoluzione dell’immagine digitale “, ci dice Nayar, che dirige il Laboratorio di Computer Vision alla Columbia Engineering. “Penso che abbiamo appena visto la punta di un iceberg. Del  Digital imaging ne è previsto per consentire uno sviluppo in molti campi emergenti, tra cui i dispositivi indossabili, le reti di sensori, gli ambienti intelligenti, la medicina personalizzata, e l’Internet delle cose. Una fotocamera che può funzionare come dispositivo  per sempre, senza alcuna alimentazione esterna, sarebbe incredibilmente utile. ”

Questo dispositivo è importante non solo in che cosa può fare per le videocamere in termini di  operazioni di sorveglianza  senza richiedere energia elettrica tradizionale, ma il concetto potrebbe essere utilizzato anche per altri oggetti come gli smartphone e gli orologi intelligenti indossabili. E chi sa dove potremo arrivare liberati dall’uso delle batterie e dei caricabatteria.

Nayar e il suo team stanno presenteranno il loro lavoro  durante la Conferenza internazionale sulla Fotografia computazionale che si terrà presso la Rice University di Houston, in Texas, dal 24 aprile al 26 finanziato dal Office of Naval Research.

 

Be the first to comment on "La videocamera stampata in 3d senza batterie che autoalimenta completamente"

Leave a comment