La Tytus3D e la sua stampante 3d metal

La Tytus3D di Silicon Valley lancia una stampante 3D metal  da  300 mila dollari contro le  rivali EOS e SLM Solutions

La Start Up di  stampa 3D della Silicon Valley Tytus3D ha sviluppato la sua prima stampante 3D  metal . A meno di 300.000 dollari, la stampante Tytus 3D può stampare con un’altezza minima di 20 micron. L’azienda dice che la sua macchina è più facile da usare rispetto alle stampanti 3D di EOS e SLM Solutions.

Puntando ad offrire una stampante 3D che sia più economica e più user-friendly rispetto alle macchine dela stessa fascia di EOS, SLM Solutions e TRUMPF, la matricola della Silicon Valley  Tytus3D non si prefigge un obiettivo semplice.

A “meno di 300.000 dollari”, la nuova stampante 3D  metal  della società californiana è sicuramente nello spettro dei prezzi industriali di questo tipo di stampanti . Ma il concorrente  ha le specifiche per giustificare questa somma a sei cifre?

“Per fornire la migliore esperienza di funzionamento della macchina e per ridurre il costo totale di proprietà, la Tytus3D tenta di progettare e materializzare le innovazioni tra i brevetti e le tecnologie in attesa di brevetto”, afferma Hon. S. Yi di Tytus3D.

La stampante Tytus3D utilizza un sistema di deposizione a base di polvere a base di polvere laser (L-PBF), incluso un meccanismo di riutilizzo bidirezionale. La stampante 3D è compatibile con Inconel e con materiali reattivi e non reattivi.

Secondo Tytus3D, la nuova stampante 3D è anche “facile da usare per la produzione” e pronta per l’uso “intelligente”. Queste rivendicazioni non sono esattamente verificabili senza una prova su strada della stampante , ma la società entra nelle questioni più specifiche mettendo in rilievo  la versatile interfaccia grafica utente della macchina, la capacità di monitoraggio remoto e altre funzionalità.

L’impostazione di monitoraggio include “modelli innovativi di produzione di campioni di geometria con monitoraggio a ciclo chiuso” e “sistemi di monitoraggio a circuito chiuso a vista computer”, entrambi in attesa di brevetti.

C’è anche la pressione, la temperatura e il monitoraggio della polvere per la sicurezza e la garanzia della qualità, mentre un controllo automatico della procedura di preparazione della macchina è presumibilmente una delle caratteristiche della macchina che la rende così facile da usare.

La tecnologia di elaborazione è un’altra area che Tytus3D in cui pensa che la sua nuova stampante metal 3D si distingue dalla folla. La stampante utilizza una camera di processo a tenuta stagna per “spurgare più velocemente, avere meno consumo di gas, [e impedire] la perdite di polvere”, mentre il suddetto processo di risanamento bidirezionale e il processo di feedback chiuso garantisce stampe accurate.

Il funzionamento viene mantenuto anche semplicemente con le modalità auto, semiautomatiche e manuali, con la GUI intuitiva che consente l’animazione 3D in anteprima. Un sistema di calibrazione in attesa di brevetto aumenta anche la facilità di preparazione della stampa.

In termini di numeri, la stampante metallica Tytus3D ha un volume di costruzione di 250 x 250 x 350 mm, spessori dello strato compresi tra 20 e 100 micron, un laser da 500 watt, una camera pressurizzata di 0,8 bar ~ 1,1 bar, la velocità di scansione di 7 m / s, e un riscaldatore di base costruito in grado di raggiungere temperature fino a 200 ° C. La stampante può ragionevolmente raggiungere il “99,98 % di densità”.

La Tytus3D afferma che la sua squadra “di livello mondiale” è costituita da esperti di stampa  metal  3D, aerospaziale, robotica, telecomunicazioni e elettronica di consumo.

Be the first to comment on "La Tytus3D e la sua stampante 3d metal"

Leave a comment