La stampante 3d costruita coi mattoncini Lego la Legobot realizzata da Matthew Krueger

La-stampante-3D-di-Lego la legobot di realizzata Matthew KruegerEh si coi mattoncini si fa tutto…

La stampante 3D di Lego
Cosa succede quando unisci due degli strumenti più apprezzati dai makers?

Tra i nuovi creativi, i cosiddetti “maker” cioè gli “artigiani moderni” che utilizzano le nuove tecnologie per dar sfogo alla propria fantasia e abilità ingegneristica, ci sono alcuni strumenti particolarmente in voga: uno sono le stampanti 3D, che permettono di realizzare oggetti tridimensionali partendo da concetti virtuali creati al computer, l’altro, molto spesso, sono i mattoncini Lego che, da divertimento per bambini, sono diventati uno degli strumenti più utilizzati per creare oggetti incredibili e – sempre più spesso – utili o comunque dall’elevato valore artistico. Cosa succede, dunque, quando si mettono insieme questi due strumenti? Si ottiene una stampante 3D a bassissimo costo: la LEGObot. L’ha realizzata Matthew Krueger usando il sistema Lego NXT (che in pratica è un’evoluzione dei Lego Technics che si basa su un componente centrale in grado di automatizzare una serie di movimenti meccanici) e ispirandosi al MakerBot, la più diffusa e popolare (per quanto ancora costosa, imprecisa e abbastanza difficile da usare) stampante 3D consumer. Al momento la LEGObot stampa solo con una specie di colla riscaldata e quindi le sue creazioni non irrigidiscono completamente e sono difficilmente utilizzabili. Però Krueger ha già assicurato di essere al lavoro su un sistema per riciclare le bottiglie di plastica in “filament” (il costoso “inchiostro” usato nelle stampanti 3D) e quando l’avrà completato adatterà la LEGObot al nuovo materiale.

di Davide Sher  da youtech.it

Be the first to comment on "La stampante 3d costruita coi mattoncini Lego la Legobot realizzata da Matthew Krueger"

Leave a comment