La stampa in 3d di farmaci e pillole con tecnologia Laser SLS studio Università College di Londra

La stampa 3D consente ai ricercatori di ottenere grandi impatti in campo medico con una nuova serie spettacolare di dispositivi diagnostici, impianti, modelli e altro ancora. Con la capacità di fare tanti articoli che sono specifici per il paziente, tuttavia, il futuro del trattamento per le persone che soffrono di condizioni da lievi a gravi si sta trasformando in modi che nessuno si è mai aspettato.

I modelli medici stampati in 3D sono un ottimo esempio di come offrire assistenza specifica per il paziente. Altri dispositivi e impianti possono essere stampati in 3D secondo le specifiche esatte dei pazienti. E come abbiamo visto negli ultimi anni, anche le medicine potrebbero seguirne l’esempio – stampate in 3D e offerte in dosaggi specifici per i pazienti.

Gli autori Fabrizio Fina, Christine M. Madla, Alvaro Goyanes, Jiaxin Zhang, Simon Gaisford e Abdul W. Basit spiegano le loro recenti scoperte in ” Fabbricazione di stampati 3D che si disintegrano oralmente usando la sinterizzazione laser selettiva “, pubblicata sull’International Journal of Pharmaceutics .

Questa non è la prima pillola stampata in 3D che abbiamo visto, tuttavia, questo studio del Dipartimento di Farmaceutica, UCL School of Pharmacy , University College London in collaborazione con FabRx Ltd. si  concentra su come la stampa SLS può aiutare nella creazione di dosaggi unici. FabRx ha esaminato la stampa 3D per la produzione di pillole , compreso il lavoro con le tecnologie FFF  e SLA, a partire da SLS lo scorso anno .

I vantaggi della stampa SLS sono apprezzati dagli ingegneri e dai progettisti di tutto il mondo grazie alla migliore precisione con progetti complessi, alla creazione semplificata di prototipi più grandi e più complicati e alla produzione più rapida di volumi ridotti. Allo scopo di creare farmaci stampati in 3D, i ricercatori hanno scoperto che la stampa SLS era “adattabile alla ricerca farmaceutica sulla produzione di farmaci moderni”.

L’obiettivo dello studio era non solo di esplorare l’efficacia della stampante 3D SLS nella fabbricazione di tali farmaci, ma anche di stamparli in 3D in nuovi tipi di dosaggi solidi e con rilascio di farmaci accelerato. Insieme a ciò, hanno creato una nuova formula per pillole che si disintegrano per via orale e più rapidamente. Riferendosi a questo farmaco come Printlets, i ricercatori hanno fatto affidamento sui seguenti polimeri:

Idrossipropilmetilcellulosa (HPMC E5)
Vinylpyrrolidone-vinyl acetatecopolymer (KollidonVA 64)
Entrambi i materiali sono stati miscelati separatamente con il 5% di paracetamolo e il 3% di colorante Candurin Gold Sheen, consentendo in ultima analisi la stampa delle stampe tramite SLS.

“La modulazione dei parametri di stampa SLS ha alterato le caratteristiche di rilascio delle stampanti, con una velocità di scansione laser più rapida che accelera il rilascio di farmaci dalle formulazioni HPMC”, affermano i ricercatori nel loro articolo. “La stessa tendenza è stata osservata per le stampe basate su Kollidon. A una velocità di scansione laser di 300 mm / s, le stampe di Kollidon mostravano caratteristiche di disintegrazione ormonale disperdendosi completamente in <4 s in un piccolo volume di acqua. ”
Nell’analizzare i Printlet con una scansione micro-CT, i ricercatori sono stati lieti di scoprire che questo metodo di fabbricazione consentiva una maggiore porosità e la migliore disintegrazione desiderata.

“Il lavoro riportato qui è il primo a dimostrare la fattibilità di SLS 3DP per fabbricare tipine con rilascio accelerato di farmaci e proprietà disintegranti oralmente”, hanno concluso i ricercatori.

Be the first to comment on "La stampa in 3d di farmaci e pillole con tecnologia Laser SLS studio Università College di Londra"

Leave a comment