La stampa 3d sls e le operazioni a fusione spinale primo intervento chirurgico in Germania

Le Operazioni di  fusione spinale negli Stati Uniti sono aumentate del 70 per cento tra il 2001 e il 2011. Anche se questi numeri sono dovuti in gran parte all’invecchiamento della popolazione americana,  sono anche a causa di progressi nella tecnologia, come la produzione di additivi.
EIT impianto fusione spinale in titanio stampato in 3d 02Il problema di tali interventi chirurgici è sempre stata che, i metodi tradizionali richiedono innesti ossei e l’impianto di strutture metalliche che portano spesso a complicazioni come lo spostamento  degli impianti e la rottura degli stessi. Tali complicazioni spesso richiedono ancora un’altra operazione che porta con sè i pericoli inerenti agli interventi complessi.

Il Dr. Uwe Spetzger, professore e presidente del Dipartimento di Neurochirurgia della Klinikum Karlsruhe, in Germania, dichiara che per la prima volta in assoluto, un paziente con un problema di colonna cervicale degenerativa ha ricevuto un impianto in fusione di titanio stampato in 3D .

Spetzger era responsabile per la pianificazione e l’esecuzione del trattamento, e l’impianto che ha usato durante la procedura è stato progettato da EIT Emerging Implant Technologies, una società di sviluppo all’avanguardia in soluzioni implantari stampate in 3d.

Lavorando in collaborazione con 3D Systems, EIT ha utilizzato l’additive manufacturing per fabbricare una replica  della struttura ossea trabecolare che include le caratteristiche nanostrutturali che favoriscono la guarigione e la fusione delle ossa del paziente. Le proprietà biomeccaniche dell’impianto permettono la ricrescita dell’osso esistente e questo impedisce la necessità di un trattamento aggiuntivo di innesto osseo.

Ha dichiarato Spetzger a proposito del progetto. “Il futuro degli impianti spinali-individuali sul paziente è cominciata.”

Prodotto con la tecnologia a sinterizzazione laser , l’impianto in titanio ha fino all’ 80 per cento di porosità ed essenzialmente fornisce una  ideale “impalcatura” per la coltivazione delle cellule ossee e le strutture vascolari. L’impianto è stato progettato e costruito per imitare la struttura ossea trabecolare e appositamente fabbricato per il singolo paziente. In pratica, ciò significa che l’impianto non dovrebbe spostare o distruggere l’integrità strutturale dell’osso circostante. I ricercatori dicono che il metodo impedisce anche ritardi nel processo di fusione.

Secondo Stephanie Eisen, il CEO di EIT, questa innovazione rappresenta un cambiamento nel modo in cui l’impianto sarà generato in futuro.

“In due o tre anni anni, saremo in grado di fornire prodotti individualizzati,  di serie e a costi ragionevoli”, dice Eisen. ” I tassi di reintervento della  chirurgia spinale sono di gran lunga superiori a quelli per esempio  dell’anca o del ginocchio . ”

EIT offre una soluzione completa di gabbia a fusione spinale nel brevissimo termine, e aggiungono stanno già  lavorando per sviluppare impianti specifici del paziente per il trattamento di altri disturbi della colonna vertebrale complesse.

Be the first to comment on "La stampa 3d sls e le operazioni a fusione spinale primo intervento chirurgico in Germania"

Leave a comment