La stampa 3d e il comportamento delle zanzare per trovare un modo per dissuaderle dal pungerci

L’esperimento di stampa 3D fa luce sul comportamento delle zanzare e su come pungono

Schiacciare le zanzare forse diventerà inutile, gli scienziati ora credono che si potrebbe in definitiva dissuadere le zanzare dal pungerci. Un recente studio pubblicato da un team dell’Università di Washington suggerisce che le zanzare hanno la capacità di associare i profumi a shock meccanici e sono quindi in grado di apprendere quali tipi di odori evitare.

Lo studio , pubblicato sulla rivista Current Biology, consiste in una serie di esperimenti, alcuni dei quali includevano la stampa 3D, che ha permesso ai ricercatori di fare alcune interessanti scoperte sugli insetti succhiatori di sangue.

Nel primo esperimento, i ricercatori hanno accoppiato un odore particolare con uno shock meccanico (mimando in modo efficace ciò che un swat avrebbe avuto l’impressione di utilizzare un miscelatore a vortice). Quando le zanzare sono state esposte a due odori, uno con lo shock e uno senza, i ricercatori hanno scoperto che gli insetti potevano capire rapidamente l’associazione e stare lontani dall’odore che aveva prodotto lo shock meccanico.

“Una volta che le zanzare apprendevano gli odori in modo avversivo, quegli odori hanno causato reazioni avverse sullo stesso ordine delle risposte a DEET, che è uno dei repellenti contro le zanzare più efficaci”, ha commentato Jeff Riffell, autore senior e professore di biologia della UW. “Inoltre, le zanzare ricordano gli odori   per giorni.”

Questa scoperta può essere aggiunta alla nostra comprensione un po ‘limitata dei modelli di puntura di zanzara. Come gli scienziati sottolineano, è sempre stato evidente che le zanzare non si limitano a pungere a caso e che ci sono alcune cose che le attirano in particolari specie e persone. Apparentemente, hanno anche abitudini alimentari stagionali: gli uccelli sono la loro preda principale in estate, mentre i mammiferi e gli uccelli lo sono di più durante le altre parti dell’anno.

In un altro esperimento, i ricercatori hanno utilizzato una speciale arena stampata in 3D per registrare l’attività del cervello delle zanzare mentre volavano per imparare come la dopamina nel cervello di una zanzara contribuisce alle sue capacità di apprendimento.

In breve, i ricercatori hanno legato le zanzare all’interno di un contenitore cilindrico stampato in 3D dotato di luci e un distributore di odori in modo che potessero volare in posizione. L’esperimento ha confrontato zanzare regolari (con dopamina) e zanzare geneticamente modificate (senza dopamina) per vedere l’attività neurale nel centro olfattivo del cervello mentre volavano.

In definitiva, i ricercatori hanno affermato che le zanzare senza dopamina avevano meno attività neurale rispetto alle controparti dopamina ed erano in realtà meno attrezzate per apprendere e elaborare le informazioni sugli odori dell’esperimento precedente.

Anche se uno dei punti di forza dello studio è che potrebbe essere efficace per spazzare via le zanzare con ferocia, la ricerca è in realtà finalizzata a comprendere il comportamento delle zanzare ai fini del controllo delle zanzare e limitare la diffusione di malattie trasmesse dalle zanzare, come la malaria, febbre gialla, dengue e virus del Nilo occidentale.

“Comprendendo come le zanzare   prendano decisioni su chi pungere e come l’apprendimento influenza quei comportamenti, possiamo capire meglio i geni e le basi neuronali dei comportamenti”, ha spiegato Riffell. “Questo potrebbe portare a strumenti più efficaci per il controllo delle zanzare”.

Il team dell’Università di Washington sta continuando la sua ricerca sul comportamento delle zanzare e si sta ora concentrando su come le zanzare imparano e su come sono attratti e ricordano gli “ospiti preferiti”. Il progetto è supportato dal National Institutes of Health, l’Air Force Office of Sponsored Ricerca, la National Science Foundation e altro ancora.

Nel frattempo zanzariere e lozioni sono la soluzione migliore.

Be the first to comment on "La stampa 3d e il comportamento delle zanzare per trovare un modo per dissuaderle dal pungerci"

Leave a comment