La stampa 3d aiuta gli studenti in odontotecnica nel trattare la traumatologia dentale

Germania: la ricerca mostra una buona risposta degli studenti che utilizzano la formazione di traumatologia dentale stampata in 3D

Gli autori M. Reymus, C. Fotiadou, R. Hickel e C. Diegritz esplorano gli usi dei modelli stampati in 3D nell’addestramento traumatologico dentale, con i loro risultati delineati nel modello stampato in 3D recentemente pubblicato per l’addestramento pratico in traumatologia dentale . ‘ Per il loro studio, hanno usato una stampante SLA per creare un modello stampato in 3D della mascella di un paziente dentale, imitando diverse lesioni dentali traumatiche.

Essere in grado di creare modelli precisi che mostrano un trauma significativo offre una serie di benefici agli studenti di odontoiatria che possono impiegare il loro tempo in una modalità di apprendimento intenzionale piuttosto che aspettare di correre per vedere quale potrebbe essere un numero relativamente piccolo di pazienti feriti sul posto. Ciò accentua anche l’enorme quantità di apprendimento acquisito dalle lezioni. La speranza è che si possano acquisire maggiori conoscenze sulla traumatologia dentale, poiché i ricercatori sottolineano che gli incidenti dentali sono spesso curati da dentisti generici che potrebbero non avere un’istruzione o un’esperienza adeguata per affrontare tali casi in generale.

I ricercatori volevano creare un modello non solo realistico, ma che permettesse agli studenti di praticare sia la diagnosi che il trattamento. Volevano anche progettare un prodotto che si traducesse da contesti educativi a cliniche dentali. Con questi strumenti pratici disponibili, gli autori hanno anche creato un altro livello nel loro studio per quanto riguarda l’uso di dentaltraumaguide.org , offrendo la risorsa solo a metà degli studenti partecipanti allo studio e confrontando le loro conoscenze.

Il modello è stato progettato e stampato in 3D come segue per mostrare un trauma dentale per un ragazzo di 16 anni:

“I dati generati sono stati esportati come singoli file DICOM e importati in Invesalius per Mac (Center for Information Technology Renato Archer, Amarais, Brasile) per convertirli in un file .stl. Questo file è stato successivamente importato in Meshmixer per Mac 11.0 (Autodesk, San Rafael, CA, USA) e tagliato in una regione che si estende dal primo premolare destro al premolare sinistro. L’incisivo laterale destro, il primo incisivo sinistro e il secondo incisivo sinistro sono stati tagliati dalla rete STL ed esportati come singoli file STL.

Usando la funzione “Differenza booleana”, questi denti sono stati tagliati, lasciando le imitazioni dei denti nella loro posizione originale. Inoltre, l’incisivo laterale destro è stato posizionato ad un angolo di 30 ° rispetto al palatale dalla sua posizione originale, e ancora una volta, la funzione “differenza booleana” è stata utilizzata per imitare una lussazione laterale del dente che perfora l’osso buccale. L’incisivo laterale sinistro è stato separato in due parti nel suo terzo apicale imitando una frattura della radice orizzontale. L’incisivo sinistro estratto non è stato modificato, imitando un’avulsione. Il bordo mesiale dell’incisivo destro è stato rimosso, esponendo la camera pulpare per imitare una complessa frattura della corona. “

Modello progettato da computer con prese a denti vuoti, perforazione buccale e frattura della corona complicata.

I 32 studenti universitari avevano il compito di lavorare sul caso, simulando persino una conversazione con la madre del ragazzo ferito mentre si esercitavano a porre le domande corrette sull’incidente, oltre a fornire consulenza sul comportamento post-traumatico. Dopo aver esaminato il modello stampato in 3D, hanno ricevuto informazioni su ogni dente e hanno chiesto di offrire quanto segue:

Diagnosi
Piano di trattamento
Regime di richiamo
Prognosi di ciascun dente ferito
La valutazione è stata considerata in questi settori:

Pretrattamento
Terapia
Post trattamento
Richiamare
complicazioni
“Il flusso di lavoro presentato ha permesso la produzione di un modello radiopaco che imitava una lesione da lussazione, una frattura della corona complicata, un’avulsione e una frattura della radice orizzontale in modo realistico”, hanno affermato gli autori.

Radiografia dell’incisivo laterale destro con lesione da lussazione (sinistra) e radiografia dell’incavo del dente vuoto dell’incisivo sinistro e dell’incisivo laterale sinistro con frattura radicolare orizzontale (destra).

E mentre il loro obiettivo era che un tale flusso di lavoro potesse essere facilmente trasferito in un’altra scuola dentale, avrebbero dovuto possedere un CBCT e una stampante stereolitografica, insieme a software che potevano essere offerti gratuitamente. Ai 32 studenti è stato chiesto di valutare il modello, con il 57 percento che lo indicava “molto realistico” e il 43 percento ha scelto “piuttosto realistico”.

“La diagnosi di lussazione laterale è stata valutata come la più difficile di tutte le lesioni, mentre l’avulsione è stata la lesione più semplice da diagnosticare. Per quanto riguarda la pianificazione del trattamento, la frattura della radice orizzontale è stata classificata come la lesione più difficile. Nel elencare possibili complicazioni, gli studenti hanno avuto seri problemi con la frattura della radice orizzontale.

Valutazioni degli studenti di difficoltà nella diagnosi, pianificazione del trattamento, terapia e conoscenza delle complicanze per ogni lesione.

“Tutti i partecipanti hanno riferito di aver acquisito nuove conoscenze sulla traumatologia dentale e il 97% si è sentito meglio preparato per il trattamento delle lesioni traumatiche dentali in futuro.

“Gli studenti sembrano concentrarsi soprattutto sulla diagnosi e il trattamento delle lesioni traumatiche ai denti quando si occupano di traumatologia dentale. Ciò è logico perché questi passaggi sono della massima importanza per la cura immediata di fronte a un caso di trauma. Fortunatamente, entrambi i gruppi di studenti nel presente studio hanno ottenuto i migliori risultati in questi campi. Il gruppo senza accesso a dentaltaumaguide.org, tuttavia, ha avuto solo scarsi risultati di fronte allo sviluppo di un regime di richiamo e alla conoscenza di possibili complicazioni “, hanno concluso i ricercatori.

Be the first to comment on "La stampa 3d aiuta gli studenti in odontotecnica nel trattare la traumatologia dentale"

Leave a comment