La Ruselectronics sta sviluppando una stampante 3D in metallo a fascio di elettroni per applicazioni aerospaziali

LA RUSELECTRONICS SVILUPPA UNA STAMPANTE 3D A RAGGIO DI ELETTRONI PER L’INDUSTRIA AEROSPAZIALE RUSSA

La Ruselectronics , una holding company russa e una sussidiaria di proprietà statale di Rostec , sta sviluppando una stampante 3D in metallo a fascio di elettroni per applicazioni aerospaziali. Il lavoro di ricerca e sviluppo sarà svolto dalla Toriy Scientific Production Association (НПП Торий). Toriy è una sussidiaria di Ruselectronics ed è specializzata nella saldatura a fascio di elettroni, nei tubi a microonde e nei sistemi di comunicazione.

Dmitry Trofimov di Toriy, ha dichiarato: “La stampante 3D sviluppata consumerà meno energia e ridurrà al minimo gli sprechi. Tali macchine consentiranno la creazione di prodotti per industrie high-tech che saranno più leggeri, più resistenti e più ergonomici “.

Rostec è un conglomerato di proprietà statale responsabile dello sviluppo, tra l’altro, della produzione additiva per applicazioni mediche e aerospaziali. Negli anni passati, il conglomerato, attraverso le sue filiali, ha speso una notevole quantità di risorse per lo sviluppo della tecnologia di stampa 3D . L’anno scorso, Rostec ha assegnato $ 44,5 milioni per creare un centro di produzione additivo, il VV Chernyshev Center for Additive Technologies (CAC).

Inoltre, Russian Helicopters , un’altra filiale di Rostec e membro fondatore del CAC, ha dimostrato un forte impegno nel promuovere la produzione additiva nel paese, e JSC United Engine Corporation (UEC), sta lavorando per far avanzare la stampa 3D per la produzione di gas russo motori a turbina. In futuro, il Center for Additive Technologies di UEC produrrà parti di SaM146, un motore turbofan per aerei di PowerJet , una joint venture tra Russia e Francia.

Completamente di proprietà di Rostec , Ruselectronics è stata fondata nel 1997 con un focus sull’elettronica di produzione. È stato incorporato in Rostec nel 2009 ed è attualmente responsabile della produzione dell’80% dell’elettronica consumata in Russia . Attualmente, oltre 130 aziende e organizzazioni scientifiche, specializzate nella tecnologia a microonde e nei sistemi di comunicazione, fanno parte della Ruselectronics.

Con l’aiuto di Toriy, la Ruselectronics svilupperà il primo prototipo della stampante 3D a fascio di elettroni entro il 2020. Sulle capacità della tecnologia EBAM e su ciò che porterà all’industria russa AM, Trofimov ha aggiunto: “La tecnologia della stampa 3D con il metodo la fusione del fascio di elettroni di polveri metalliche consente di produrre parti di qualsiasi complessità, compresi prodotti con dimensioni di 0,2-0,4 mm. “

“La stampa 3D di prodotti con un design bionico in alcuni casi riduce il peso dell’86%, cosa impossibile da ottenere usando le tecniche di produzione tradizionali”.

Be the first to comment on "La Ruselectronics sta sviluppando una stampante 3D in metallo a fascio di elettroni per applicazioni aerospaziali"

Leave a comment