La NexD1 la stampante 3d di Next Dynamics che stampa i circuiti stampati fa il pieno su Kickstarter

La stampante 3d NexD1 multi-materiale PolyJet è in grado di stampare i circuiti integrati .

Kickstarter ha giocato un ruolo importante nell’abbassare il costo della stampa 3D e nelle mani di migliaia di persone nel corso degli ultimi anni. A partire dalle storie di successo dei primi filamenti di base come Printrbot ai prezzi accessibili SLA della stampa 3D a resina con la Form-1 e alle unità basate sul proiettore DLP .

Una delle poche tecnologie di stampa 3D che è rimasta nella fascia alta del settore commerciale è quella dove si trova la tecnologia di stampa 3D di POLYJET . Ebbene, sembra che tutto questo stia per cambiare grazie ad una squadra ambiziosa proveniente dalla Germania la Next Dynamics e la loro stampante a getto 3D NexD1 PCB-che stampa in multi-materiale liquido.

In questo caso, POLYJET (o DigiJet ) si riferisce ai 200 ugelli a getto di liquido della stratificazione verso il basso con il materiale con 10 micron di precisione e la successiva polimerizzazione UV su un passaggio di ritorno prima di iniziare più e più volte uno strato dopo l’altro. Ma a differenza di qualsiasi stampante POLYJET 3D, si offre a 4000 euro  (o solo 2818 euro e se si è abbastanza veloci per catturare l’early-bird).

E mentre Ben Hartkopp, della Next Dynamics ammette che le stime di consegna delle prime unità sono ancora molto approssimative ma stimate a settembre 2017.

Se in grado di mantenere le promesse , la  NexD1 sarà in grado di coniugare sei materiali diversi in una sola volta, senza alcun DRM per aumentare artificialmente il prezzo del materiale. Stanno anche lavorando con alcuni produttori tedeschi peri creare nuovi materiali che siano rigidi, conduttivi, flessibili, colorati, trasparenti e anche un materiale di supporto lavabile con acqua.

Come testimonia la  campagna di marketing , il dispositivo è iniziato con la stampa 3D dei circuiti personalizzati in mente, ma una idea più grande si è rapidamente formata. La squadra ora pensa alla NexD1 come “la starter start-up”, in cui sia “possibile creare e iterare quasi dal nulla” e sperano che il loro ” prodotto tecnologico diventerà un punto di lancio per le nuove imprese di esplorare il potenziale della produzione 3D.”

Il prezzo basso (rispetto a ciò che è disponibile oggi) è raggiungibile, poiché hanno sviluppato la propria testina di stampa, invece di basarsi sulla tecnologia di terze parti come quelle comunemente prodotte da Ricoh o da Xerox. Il mantenimento di una strategia di materiali senza DRM proprietari dovrebbe anche garantire la formazione di un mercato dei materiali competitivo in cui la NexD1 potrebbe affermarsi come un buon giocatore nel campo della stampa 3D.

Dal punto di vista delle caratteristiche, si dispone di una combinazione familiare assolutamente rara. Come molte stampanti 3D su Kickstarter in questi giorni, presenta il Wi-Fi, e il touchscreen, il software a bordo e una generosa area di produzione di 20x20x20cm . Caratteristiche che di solito non si trovano in questo tipo di stampanti, tuttavia, è la stampa del circuito, con 10 micron di precisione, le  opzioni multi-materiale e il materiale di supporto solubile in acqua e anche eco-friendly che ne fanno un must.

Purtroppo, anche se il prezzo è giusto per un primo passo ci sono molte incertezze rimanenti. La sezione rischi menziona problemi comuni riscontrati nella produzione nella  catena di fornitura , così come delle possibili carenza di componenti e anche la  possibilità di modifica di progettazione last minute.

Per fortuna, promettono la massima trasparenza lungo il loro cammino di crowdfunding, e hanno già collaborato con alcuni marchi affermati, e inoltre hanno lavorato sul sistema dal 2015 tramite un Fab Lab di Berlino.

La loro campagna su Kickstarter ha già raccolto 400 mila euro , il doppio del loro obiettivo da 200 mila euro. Il tempo ci dirà se questa campagna su Kickstarter sarà l’inizio del basso costo di stampa del sistema POLYJET 3D . Heck, c’è una buona probabilità che gli avvocati di Stratasys stiano  già lavorando duramente per annullare il progetto prima che si affermi , ma qualunque cosa accada, portare la stampa POLYJET 3D alle masse è un passo necessario visto il crescente interesse del consumatore nella  stampa 3D, e c’è una buona probabilità che il team di Next Dynamics sia quello che serve per arrivare là.

Be the first to comment on "La NexD1 la stampante 3d di Next Dynamics che stampa i circuiti stampati fa il pieno su Kickstarter"

Leave a comment