La NASA annuncia i primi 3 finalisti per la sfida degli habitat marziani stampati in 3D SEArch + / Apis Cor al primo posto, Zopherus secondo, e Mars Incubator terzo

La NASA ha annunciato tre finalisti in una competizione di design in corso, l’ultima fase della Habitat Challenge in 3D stampata della National Aeronautics and Space Administration (NASA).

Ai finalisti è stata assegnata una parte del montepremi da $ 100.000 e comprendono SEArch + / Apis Cor, da New York al primo posto, Zopherus da Rogers, Arkansas che è arrivato secondo, e Mars Incubator da New Have Connecticut che ha conquistato il terzo posto.

SEArch + / Apis Cor ha vinto il primo posto e $ 33,954.11. Utilizzando le risorse disponibili in loco in queste località, SEArch + / Apis Cor ha proposto MARS X HOUSE, offrendo un habitat 3D stampato resistente e duraturo utilizzando la robotica autonoma. La forma unica del loro habitat consente il rinforzo continuo della struttura. La luce entra attraverso le porte a forma di depressione sui lati e sulla parte superiore.

“Vincere questa ultima fase di Habitat Challenge della NASA è un onore incredibile per tutti noi di SEArch +”, ha dichiarato Melodie Yashar, cofondatrice di SEArch +. “Siamo entusiasti e umiliati dal sostegno della NASA e ci congratuliamo con gli altri team vincenti nei nostri sforzi condivisi per creare concetti di progettazione centrati sull’uomo per Marte e oltre”.

Il Team Zopherus ha vinto il secondo posto e $ 33,422,01. Il team Zoperhous ha suggerito che le loro strutture modulari potrebbero essere stampate da un rover autonomo che stampa una struttura e poi passa al sito successivo.

Il design virtuale del team Mars Incubator ha vinto il terzo posto e $ 32,623,88. Il gruppo ha mostrato un design modulare composto da quattro spazi distinti, tra cui uno per le piante in crescita.

La sfida, iniziata nel 2015, ha visto i team gareggiare per progettare rifugi adatti per la Luna, Marte e – ottimisticamente – oltre. Per il quarto livello della terza fase della competizione, sono state registrate undici voci delle squadre e i tre partecipanti sono stati valutati in base a “disposizione architettonica, programmazione, uso efficiente dello spazio interno e scalabilità e costruttività dell’habitat in 3D-printing”.

Secondo la NASA, le squadre andranno a competere in uno showdown con un montepremi di $ 800.000. La fase finale della competizione si svolgerà all’inizio di maggio. Dopo la valutazione di una giuria, la NASA e la partner Bradley University di Peoria, Illinois, hanno deciso i vincitori.

Be the first to comment on "La NASA annuncia i primi 3 finalisti per la sfida degli habitat marziani stampati in 3D SEArch + / Apis Cor al primo posto, Zopherus secondo, e Mars Incubator terzo"

Leave a comment