La multinazionale aerospaziale BAE Systems usa il software di simulazione Simufact Additive

La multinazionale aerospaziale BAE Systems ha scelto Simufact Additive, un software di simulazione di una società tecnologica con sede in California, MSC . Il software verrà utilizzato per la stampa 3D in metallo per ridurre il numero di prove di costruzione.

Fondata nel 1963, MSC è una delle prime società di software specializzate nella simulazione di analisi ad elementi finiti (FEA). Nel 2017 MSC è stata acquisita da Hexagon AB , un’azienda tecnologica con sede in Svezia.

Sulla scelta di BAE Systems, il CEO e amministratore delegato di Simufact, Dr. Hendrik Schafstall, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi che uno dei più grandi appaltatori della difesa in Europa, e una società che è tra le più grandi entità di difesa del mondo, abbia deciso su Simufact Additive per distribuire i loro processi di produzione additiva. La fiducia che BAE ci ha dato rafforza il nostro approccio e il grande lavoro svolto dal nostro team di sviluppo “.

Esistono tre versioni del software Simufact di MSC, ciascuna adatta a un diverso processo di produzione. Simufact Forming è per forgiare e formare processi di fabbricazione, mentre, Simufact Welding ha applicazioni nella giunzione e nella saldatura dei metalli. Simufact Additive è progettato per eseguire simulazioni e analisi FEA per la produzione di additivi metallici.

BAE Systems ha acquisito il software Simufact Additive per ridurre le prove di costruzione per componenti metallici di stampa 3D. La società aerospaziale ha scelto Simufact dopo un periodo di prova di tre anni presso il suo centro di sviluppo di prodotti e processi. Durante il periodo di prova, BAE ha testato vari software di simulazione per la produzione di additivi metallici e alla fine ha deciso di utilizzare Simufact Additive.

Il CEO di MSC Software, Paolo Guglielmini, ha dichiarato: “Per MSC Software, BAE Systems Air è un ottimo partner perché dimostra che offriamo le migliori soluzioni della categoria e con il nostro sistema di token MSC One un portfolio completo di soluzioni può essere facilmente implementato che funziona mano nella mano con le applicazioni di BAE. “

Giusto la prima volta

La stampa 3D in metallo può rivelarsi un processo costoso, soprattutto se non vengono prodotte parti completamente funzionali nel minor numero di tirature.

Alcuni dei problemi che possono sorgere durante la stampa 3D dei metalli sono la deformazione della geometria, l’arricciamento e la deformazione. Un software di simulazione come Simufact Additive può aiutare a ridurre le possibilità di tali errori durante la produzione. Prima del processo di stampa 3D, Simufact Additive può essere utilizzato per eseguire un’analisi termica e di stress. Questo può essere usato per trovare il miglior orientamento della parte al fine di ridurre i problemi di fallimento della build.

È stato riferito che BAE, utilizzando l’additivo Simufact, ha più che dimezzato il numero di prove di costruzione per parti metalliche. Prima di utilizzare Simufact, BAE eseguiva da cinque a sei volte prove di costruzione. Questo è stato ridotto di due prove per parte, risparmiando tempo e costi per l’azienda aerospaziale.

Stampa 3D aerospaziale

Come spesso riferito, la simulazione e la tecnologia di stampa 3D stanno trasformando l’industria aerospaziale.

L’anno scorso, Lockheed Martin ha rivelato che l’utilizzo di parti stampate in 3D per il suo F-35 Full Mission Simulator (FMS) ha salvato milioni di persone della difesa. Inoltre, l’US Air Force sta anche dirigendo un gigantesco progetto, MAMLS , per rendere funzionali gli aeroplani legacy incorporando la stampa 3D nelle sue operazioni di produzione.

Be the first to comment on "La multinazionale aerospaziale BAE Systems usa il software di simulazione Simufact Additive"

Leave a comment