La Mercedes usa la Sintratec S2 per stampare in 3d pezzi di ricambio di autobus

Il produttore svizzero di stampanti 3D SLS Sintratec ha annunciato una partnership con la multinazionale automobilistica tedesca Daimler AG . La stampante 3D S2 di Sintratec è stata installata nel sito produttivo di EvoBus GmbH a Neu-Ulm, una filiale della filiale Daimler Trucks & Buses. Sarà utilizzato per favorire gli sforzi di fornitura di pezzi di ricambio dell’azienda.

Già Daimler Buses ha stampato in 3D oltre 780 componenti per i suoi veicoli con oltre 150 parti di ricambio attualmente in fase di convalida. Con Sintratec S2, la sua consociata EvoBus porterà la stampa 3D internamente, riducendo i costi di assistenza e logistica.

“Con la stampa 3D la divisione Daimler Bus è in grado di rispondere rapidamente, in modo flessibile, economico ed ecologico alle esigenze urgenti dei clienti”, commenta Ralf Anderhofstadt, responsabile del centro di produzione additiva delle competenze, Daimler Buses.

“I VANTAGGI DELLE TECNOLOGIE ADDITIVE, IN PARTICOLARE PER QUANTO RIGUARDA I PEZZI DI RICAMBIO, SONO EVIDENTI”.

Con sede a Stoccarda, Daimler possiede e condivide numerose marche di auto, autobus, camion e motocicli. In particolare, è la casa madre dei marchi automobilistici globali tedeschi Mercedes-Benz e Smart. EvoBus è una filiale della società focalizzata sulla produzione di autobus con i marchi Setra e Mercedes-Benz.

Dal 2016 Daimler ha continuato a implementare la stampa 3D attraverso le sue varie divisioni e filiali. È stato inizialmente annunciato che la società avrebbe iniziato a stampare pezzi di ricambio in 3D per la sua vasta gamma di camion. Daimler ha rivelato ulteriori dettagli nel 2017 quando ha annunciato la produzione dei suoi primi pezzi di ricambio stampati in metallo 3D e ha dichiarato che avrebbe iniziato a stampare su richiesta pezzi di ricambio per camion con la tecnologia SLS.

Di recente, Daimler e i partner industriali EOS e Premium AREOTEC hanno completato il loro progetto Next Generation Additive Manufacturing (NextGenAM). L’impianto pilota NextGenAM si concentra principalmente sulla produzione di parti in alluminio per applicazioni automobilistiche e aerospaziali.

Usando le stampanti 3D interne, Daimler Buses prevede di creare le sue prime basi di servizio nel 2020, che fungeranno da centri di stampa 3D per pezzi di ricambio e componenti personalizzati. La società ha scoperto che l’approvvigionamento di parti esternamente a volte richiederebbe diversi mesi, mentre la stampa 3D di una parte richiederebbe una questione di giorni.

Rilasciato alla fine del 2018, l’S2 è un sistema modulare in grado di coprire l’intera catena di processo, dalla produzione alla post-elaborazione. Comprende un’unità centrale materiale, una stazione di movimentazione dei materiali, una stazione di sabbiatura e una stazione di lucidatura. Insieme, queste unità facilitano la post-elaborazione pulita e sicura dei prototipi stampati in 3D e possono essere ridimensionate per soddisfare la domanda.

Oltre alle parti di produzione, la stampante 3D Sintratec S2 verrà utilizzata per l’addestramento presso la struttura EvoBus di Neu-Ulm. Inoltre, il sistema sarà sfruttato per far avanzare l’ ottimizzazione e lo sviluppo dei materiali di stampa.

“Un ringraziamento speciale a tutto il team di EvoBus GmbH per aver permesso a Sintratec di partecipare a questo eccezionale evento e di presentare la nostra visione della fabbrica digitale e il nostro sistema Sintratec S2. Siamo molto orgogliosi di questa collaborazione e non vediamo l’ora di realizzare progetti più fantastici in cui poter plasmare il futuro insieme ”, aggiunge Sintratec, responsabile marketing e vendite di Gabor Koppanyi.

Be the first to comment on "La Mercedes usa la Sintratec S2 per stampare in 3d pezzi di ricambio di autobus"

Leave a comment