La Mclaren Honda di F1 con tre componenti stampate in 3d

La McLaren installa  nuovi componenti stampati in 3d  nella  Formula 1 MCL32 2017

Dopo la partnership con Stratasys nel mese di gennaio, la McLaren Racing ha annunciato che la sua vettura 2017 di formula 1 la MCL32 dispone di componenti stampati in 3d, tra cui una staffa di linea idraulica, dei condotti di raffreddamento dei freni, e un’ala  posteriore realizzata con uno stampo stampato in 3d .

A gennaio, Stratasys ha annunciato una partnership di quattro anni con la McLaren Racing. Come parte della transazione, la società di stampa 3D ha detto che avrebbe fornito la McLaren con circa 1 milione di dollari di attrezzature di produzione, mantenendo uno stretto contatto con la squadra corse  al McLaren Technology Centre di Woking in Inghilterra.

Dopo un paio di mesi la McLaren dice che ha già integrato delle componenti stampate in 3d nella sua vettura 2017 la McLaren-Honda MCL32 F1. Con zero vittorie nel corso della stagione agonistica 2016, la squadra corse britannico è chiaramente disposta a provare qualcosa di nuovo, anche se il problema è nella carenza di potenza del motore Honda rispetto al Mercedes al Ferrari e anche al Renault (marchiato Tag Heuer).

La McLaren ha implementato la tecnologia in quattro aree importanti del sua vettura, pilotata da Fernando Alonso e da Stoffel Vandoorne. Le parti comprendono una staffa idraulica lineare, un connettore radiofonico , dei condotti di raffreddamento per il freno composito in fibra di carbonio , ed dei flap dell’ala posteriore (realizzato da uno stampo 3D stampato in 3d e non stampata direttamente).

La staffa è stata  stampato su una stampante Stratasys Fortus 450mc FDM 3D, in carbonio rinforzato con fibra di nylon (FDM® Nylon 12CF), e impiega solo quattro ore per essere prodotta , rispetto alle circa due settimane che sarebbero necessarie per creare la componente con processi di fabbricazione tradizionali.

Stratasys ha usato la sua stampante J750 3D per la flessibilità del cablaggio radio , un connettore in simil – gomma che unisce i fili del cablaggio per il sistema di comunicazione. Stratasys dice che tre diversi disegni sono stati provati e  stampati in un giorno, con il  componente finale stampato in 3d in sole due ore. Questa velocità di produzione ha permesso al cablaggio della radio d’essere utilizzato nella prima gara del Gran Premio 2017a Melbourne in Australia , ma dove Vandoorne non ha brillato e Alonso si è ritirato quando lottava duramente per i punti.

McLaren ha anche introdotto dei condotti stampati in 3d  per controllare la temperatura  dei freni al carbonio . i COndotti sono stati stampati utilizzando una ST-130 con un prodotto solubile, tali condotti di raffreddamento dei freni sono stati poi avvolti con fibre di carbonio rinforzato con del materiale composito e l’autoclave a temperatura elevata. Hanno una struttura tubolare con superficie interna molto liscia  per fornire il flusso d’aria ai freni.

La parte finale della McLaren MCL32 F1 che fa uso di tecnologie di fabbricazione additiva sono i flap dell’ala posteriore, progettata per aumentare il downforce posteriore. Fabbricati in materiali compositi rinforzati con fibre di carbonio utilizzando una ULTEM 1010  stampati su una  Fortus 900mc 3D, questo componente è stato prodotto in tempi molto più brevi di quanto sarebbe stato possibile senza la stampa 3D.

“Ampliando l’uso della stampaD nei nostri processi produttivi, stiamo diminuendo i nostri tempi di consegna, e aumentando le  complessità delle componenti stampate”, ha detto Neil Oatley, progettista e  direttore dell’area sviluppo McLaren Racing Limited.

L’azienda ha anche in programma di introdurre una sorta di “stampante 3D pit stop” che potrebbe essere utilizzata per la produzione di parti ed utensili nel più breve tempo possibile durante i periodi critici. La Stratasys uPrint SE Plus sarà portato per monitorare i test e le gare in loco, a partire dal Gran Premio del Bahrain il 16 aprile 2017.

“La Formula 1 è uno dei migliori terreni di prova di tutto il mondo per le nostre soluzioni di produzione additiva”, ha dichiarato Andy Middleton, Presidente della Stratasys EMEA. “Come fornitore ufficiale di 3d Printing Solutions per la McLaren-Honda, stiamo lavorando a stretto contatto per risolvere i loro problemi di ingegneria in officina, nella galleria del vento, e in pista. Noi crediamo che questo, a sua volta, ci permetterà di sviluppare nuovi materiali e applicazioni che porteranno a  nuovi livelli di efficienza e capacità nel McLaren Racing e anche verso altri designer e costruttori di automobili.”

Certo molto dipenderà dal motore Honda o dalla decisione di montare motori Mercedes.

Be the first to comment on "La Mclaren Honda di F1 con tre componenti stampate in 3d"

Leave a comment