La McLaren e lo scudo Project Invincible

McLaren Applied Technologies, una società di tecnologia e design ad alte prestazioni che fa parte del famoso marchio  McLaren, ha utilizzato la scansione 3D su “Project Invincible”, una soluzione sanitaria personalizzata che utilizza gli stessi materiali della  McLaren di Formula 1.

McLaren Applied Technologies ritiene che i pazienti recuperabili dalla chirurgia potrebbero utilizzare materiali automobilistici di Formula 1 per proteggere i loro organi vitali da danni.

Questa è la premessa di Project Invincible, una  soluzione sanitaria  proposta da McLaren Applied Technologies che utilizza dei materiali automobilistici di fascia alta e li usa per uno scudo composito ad alta resistenza che funge da gabbia sintetica. Dopo tutto, se può sopravvivere agli incidenti in Formula 1 , probabilmente sopravviverà agli urti  della tua vita quotidiana.

Lo scudo invincibile è stato fatto in risposta a una sfida da parte di un cliente di McLaren, che ha chiesto alla società di progettare un dispositivo per proteggere gli organi vitali dopo l’intervento chirurgico. La risposta di McLaren è stata quella di sviluppare uno scudo multiformato con fibre Dyneema di strain di alta densità – il tipo utilizzato in armatura del corpo – per il contenimento dei danni, nonché un sistema di resina dura per la resistenza agli urti.

Le tecnologie prese in prestito dall’auto McLaren F1 includono le fibre di Zylon, che vengono utilizzate da tutte le squadre F1 sulle loro vetture per la protezione contro la penetrazione laterale, mentre lo scudo utilizza fibre di carbonio rigide che garantiscono la rigidità flessionale e la capacità di carico.

“Dalla terapia digitale, ai programmi personalizzati personalizzati e ai dispositivi medici su misura, il nostro obiettivo è quello di innovare soluzioni di assistenza sanitaria che possono essere personalizzate per i singoli pazienti”, ha dichiarato il dottor Adam Hill, Chief Medical Officer di McLaren.

Ma questo non è solo un caso di prendere una tecnologia consolidata e spostarla in un settore diverso per divertimento. Infatti, la squadra di McLaren ha deciso di utilizzare i materiali scelti solo dopo aver eseguito un intenso numero di crunching e vedendo il potenziale beneficio per i pazienti.

“Il thread comune in tutti i nostri progetti sono i dati,” ha spiegato Hill. “Utilizziamo i dati per costruire un quadro digitale di come un paziente sta eseguendo o recuperando e quindi proponiamo soluzioni, o nel caso del progetto Invincible, per aiutare i nostri utenti”.

“Applied Technologies ha un pedigree di applicazione di approfondimento e tecnologia sviluppata da decenni di competizione nell’elite del motorsport la Formula1, e Project Invincible non è diverso”, ha detto Hill. “Lo scudo invincibile è fatto con materiali che saranno usati in  Formula 1 il prossimo anno”.

Dal momento in cui hanno ricevuto il brief dal loro cliente, la McLaren era libera di esplorare un intero numero di opzioni, in modo efficace partendo da una tela bianca. Questo ha permesso al personale di diversi reparti di trovare delle possibili soluzioni al problema.

“Il nostro viaggio è iniziato con un incontro personalizzato con il cliente”, ha detto il progetto che porta Dan Toon. “Il nostro cliente ha voluto migliorare la loro esperienza quotidiana, richiedendola per essere discreta sotto una camicia, per esempio. Così abbiamo passato diverse ore creando una specifica del requisito per sostenere lo sviluppo “.

Un mese intero è stato speso per determinare alcune soluzioni adatte alle esigenze del cliente, con input raccolti da ingegneri meccanici, progettisti industriali e specialisti di compositi.

Mentre questo sviluppo di idee stava succedendo, il cliente è stato scansionato in 3D. Ciò consentirebbe alla squadra di McLaren di progettare la loro soluzione intorno alla forma corporea corta, garantendo che ciascuna parte fosse su misura per comfort e funzionalità.

La società afferma di avere circa 20 buone idee in questa fase, ma ha deciso di consultare esperti di materiali e di tessuti per determinare le soluzioni più fattibili. Utilizzando le stampanti Stratasys 3D, la squadra ha quindi trasformato alcuni disegni CAD in prototipi stampati in 3D, e ciò segna la fase finale dello sviluppo.

Con i prototipi stampati in 3D, la squadra di McLaren ha cominciato il progetto finale: uno schermo paraspite composito perfettamente modellato al corpo del cliente grazie alla scansione 3D e progettato per proteggere dagli impatti e trasferire i carichi alle tre regioni più sicure del corpo. In queste posizioni sicure, un materiale gel unico fa da  interfaccia con il corpo per proteggere le nervature deboli e gli organi vitali.

Chiaramente, la McLaren era seriamente convinta di rendere questa soluzione medica in un kit efficace  , perché i test sono stati eseguiti negli stessi laboratori utilizzati dalla squadra di Formula 1  per i suoi crash test monoscocca. Questo test è riuscito e l’incredibile scudo del corpo è pronto per l’uso.

Be the first to comment on "La McLaren e lo scudo Project Invincible"

Leave a comment