La Indmatec PEEK 3D

Nuova e migliorata Indmatec PEEK 3D stampante  che debutterà a Gennaio 2017

Indmatec PEEK 3D 07Indmatec – i pionieri della eccellente filamento PEEK – stanno diventando anche costruttori di stampanti 3d e ne presentano di nuove in rapida successione  . Proprio l’anno scorso, la società ha presentato la sua eccellente HPP 155   PEEK 3D, che è stata seguita da un modello superiore con lo stesso nome nel dicembre 2015. Sembra che l’azienda continui su  questo trend, infatti hanno presentato in anteprima  una nuova stampante 3d la Indmatec PEEK 3D alla fiera della stampa 3d di Amsterdam, che sarà  commercializzata nel mese di gennaio 2017 – con un follow-up previsto per l’estate del 2017.

Indmatec di per sé è una società notevole, in quanto è uno dei pochi produttori di stampanti 3D che sono più famosi per il loro filamento che per le loro stampanti 3D. Il filamento PEEK è estremamente buono. Immaginiamo un materiale ad alte prestazioni che ha un altissimo punto di fusione (343 ° C), resistenza all’usura e all’abrasione e proprietà anche migliori del titanio e dell’acciaio, con un alto grado di sterilizzazione, chimicamente inerte e biocompatibile , e, ultimo ma non meno importante, è compatibile con le stampanti 3D FDM. Anche se suona quasi troppo bello per essere vero, questo materiale esiste ed è comunemente noto come PEEK.

Dal suo lancio, il materiale PEEK forte, tenace, e rigido è già ampiamente utilizzato nella ricerca e nell’ingegneria. Le sue applicazioni correnti includono impianti medici,  ingranaggi elettronici, componenti aerospaziali, e ingegneria automobilistica; la sua introduzione sul mercato come un materiale industriale ha rivoluzionato le possibilità della stampa 3D per gli ingegneri in una vasta gamma di settori.

E ‘quindi uno dei filamenti più funzionali in giro, anche se non è molto facile da stampare. In effetti, la prima stampante Indmatec HPP 155 3D è stata sviluppata con lo scopo specifico di stampare in  3D questo filamento. Essendo un materiale molto impegnativo, richiede una stampante 3D con Hotend tutto in metallo, un vero letto riscaldato e una camera chiusa, e tutte le stampanti Indmatec 3D hanno esattamente queste caratteristiche. Ma PEEK attualmente può anche essere stampato in 3d su altre stampanti 3D FDM se equipaggiato con un estrusore hot-end tutto in metallo in grado di raggiungere temperature fino ai 400 ° C.
La stampante 3D prossima, il cui prototipo è visibile sopra, dovrebbe rendere più facile che mai  la stampa 3D del filamento Peek. Ma, come si può vedere di persona, è anche molto, molto più bella rispetto al modello precedente. E la ragione di ciò, come Robbie Hurst, Sales Manager di Indmatec ha detto a 3ders.org, si trova al centro dello sviluppo della società. “L’attuale modello non sembra esteticamente piacevole, e noi lo sappiamo. In sostanza, abbiamo iniziato  a introdurre un filamento,  . L’Agenzia spaziale europea ci ha contattato per stamparlo, così abbiamo dovuto sviluppare molto rapidamente una stampante 3D Peek. Era un modello  un po’ meno attraente, con l’elettronica sulla parte esterna.ma bastava”

Ma con il successo di PEEK, è giunto il momento per un cambiamento. “Abbiamo cercato di renderla più attraente, esteticamente gradevole”, ha rivelato Hurst. E in questo senso, hanno certamente centrato il problema.

Ma questo non è solo un aggiornamento visivo, come il team di Indmatec si affretta ad aggiungere. Per cominciare, la stampante 3D prossima sarà composta da componenti di qualità superiore, e sarà caratterizzata da un ugello facilmente sostituibile, come pure la stampante 3D potrà utilizzare una più ampia gamma di materiali. “Dovrete usare però un ugello per il filamento Peek e uno per gli altri tecnopolimeri infatti il Peek potrebbe per le sue caratteristiche lasciare dei residui nell’ugello contaminando gli altri tipi di filamento”.

Per ottimizzare il processo di stampa 3D per le applicazioni industriali, dove  PEEK viene soprattutto utilizzato  . Sarà supportato da un nuovo pacchetto software  , per prestazioni ottimali. Per ora, tuttavia, la prossima stampante Indmatec 3D avrà lo stesso spazio di costruzione del modello precedente (155 x 155 x155 mm), ma gli ingegneri tedeschi sono alla ricerca di migliorare . “Nello stesso anno potremmo introdurre una  tampante PEEK 3D con uno spazio di costruzione ancora più grande,   un cubo di 300 mm di lato ,” ha aggiunto Hurst. Questa stampante 3D è prevista per l’estate del 2017.

Come spiega  Hurst, il potenziale di PEEK attualmente è disponibile solo nello spazio  volumetrico della stampante 3D. “Quello che troviamo in questo momento è che lo spazio di generazione limita le geometrie. L’aumento dovrebbe portare molte più possibilità . Anche le parti più piccole saranno stampabili in 3D in lotti “, ha sostenuto. La nuova stampante 3D avrà un prezzo tra i 26.000 e i 28,000 euro contro i 20.000 euro dell’attuale  stampante 3D della Indmatec.

Be the first to comment on "La Indmatec PEEK 3D"

Leave a comment