La Finlandese MiniFactory e la stampa con gli ultrapolimeri PEKK e PEEK

cof

MiniFactory comunica il costo e la qualità delle parti in PEKK e PEEK nella stampa 3D con polimeri ultra-polimeri

MiniFactory , con sede in Finlandia, è nota come produttore di hardware per le aziende interessate alla stampa 3D con polimeri; ad esempio, la loro ultima stampante miniFactory Ultra 3D consente agli utenti di lavorare con ULTEM, PEKK, PEEK, PPSU e altro. Nella loro newsletter di dicembre , di Olli Pihlajamäki, le attività del mese sono delineate e commentate a pieno titolo, con una profonda attenzione su come gli ingegneri stanno beneficiando della disponibilità e dell’uso di ultra-polimeri.

Noto per la dedizione alla plastica in generale, MiniFactory ora si sta specializzando in un tipo ad altissime prestazioni, consentendo agli utenti di perfezionare la produzione di parti, sia che si tratti di prototipi o di utilizzo funzionale. Negli ultimi sei anni, il loro nome ha continuato a crescere, in linea con l’industria della stampa 3D nel suo complesso.

Ora, insieme all’accessibilità e alla convenienza per molti utenti sul desktop, la difficoltà nell’utilizzo di PEEK e altre plastiche difficili è stata semplificata:

sdr

“La discussione sulla stampa 3D ultra-polimerica è un argomento scottante. Le elevate proprietà meccaniche in un’ampia gamma di temperature, l’eccellente resistenza chimica ai fluidi e la capacità di abbinare l’espansione termica ai metalli sono i vantaggi chiave di questi polimeri ad alte prestazioni “, afferma Pihlajamäki. “La stampa 3D consente di ridurre il peso del sistema consentendo una maggiore efficienza e flessibilità di progettazione. Quando la stampa 3D viene combinata con gli ultra-polimeri, è possibile produrre componenti ottimizzati e di alta qualità per l’uso reale. In questo modo i costi dei materiali sono molto inferiori rispetto a qualsiasi altro metodo di produzione. “

I polimeri sono davvero un argomento caldo, e in passato la temperatura ha rappresentato un ostacolo per gli utenti, specialmente sul desktop.

“In pratica, gli ultra-polimeri di stampa 3D richiedono più di un semplice ugello caldo e una piastra di costruzione. La camera di stampa riscaldata e abbastanza calore durante la stampa è la chiave del processo. Pertanto, possiamo essere sicuri che le catene polimeriche siano orientate casualmente e il polimero si trovi in ​​rilassamento strutturale. Con il miniFactory Ultra, il processo di stampa è ottimizzato per diversi polimeri ad alte prestazioni, assicura che le proprietà meccaniche e l’accuratezza dimensionale delle parti stampate siano di alta qualità. “

L’Ultra è stato recentemente esposto in mostre in tutto il mondo, consentendo ai potenziali utenti di dare uno sguardo ai vantaggi di questa stampante 3D ad alte prestazioni. A FormNext18, il team di MiniFactory è stato in grado di condividere schede tecniche iniziali che descrivono le proprietà meccaniche per gli ultra-polimeri stampati in 3D, facendo conoscere a tutti le modalità di esecuzione dei test, ottenendo componenti di alta qualità che offrono funzionalità reali nelle applicazioni reali.

“Le parti sono state stampate con gli orientamenti XZ e ZX per mostrare le prestazioni reali del metodo di produzione”, afferma Pihlajamäki. “In questo modo diamo agli ingegneri i dati necessari per progettare le parti per casi di uso reale, poiché sanno cosa aspettarsi dal pezzo in termini di proprietà meccaniche”.

La newsletter di MiniFactory di dicembre annuncia anche che hanno il loro primo rivenditore locale sul posto in Cina:

“Abbiamo firmato il contratto la scorsa settimana a Pechino tra il nostro team in Cina e il rivenditore locale. È stato un onore prendere parte a quell’incontro e vedere che stiamo lavorando con i migliori professionisti del settore. Pertanto il nostro piano per il prossimo anno è quello di trovare 4-5 partner autorizzati provenienti da diverse parti della Cina. Riteniamo che la Cina farà passi da gigante con la produzione additiva nei prossimi anni. Con il nostro team locale vogliamo essere un partner significativo e affidabile per istituti e aziende educative cinesi “.

Be the first to comment on "La Finlandese MiniFactory e la stampa con gli ultrapolimeri PEKK e PEEK"

Leave a comment