La Fiat la Jeep Fca e Ferrari con la stampa 3d

David Sher da 3dprintingmedia.network

Il gruppo FCA – Fiat Chrysler Automotive – è stato costituito dalla fusione tra il gruppo Fiat italiano, che comprende anche i marchi Ferrari, Alfa Romeo, Lancia e Iveco, e il gruppo americano Chrysler, che include Dodge e Jeep tra gli altri. Il Gruppo è attualmente in fase di fusione con PSA.

Le attività di produzione additiva di FCA sono piuttosto riservate. Per quanto 3dpbm potesse capire, sono concentrati principalmente nel programma Fiat Design for Additive, presso lo stabilimento italiano dell’azienda a Torino, dove il team AM e materiali hanno svolto lavori per convalidare i materiali polimerici e metallici da utilizzare nella produzione di pezzi finali per diversi anni . Le informazioni sono limitate, tuttavia, Fiat è stata la prima ad adottare la stampa 3D per la prototipazione in Italia e una delle prime al mondo. La società si è basata su questa esperienza, sperimentando metalli e polimeri per la produzione di pezzi finali.

Oltre a casi applicativi noti e consolidati per l’uso di tecnologie FDM e PolyJet per utensili personalizzati, sono emersi casi rilevanti in relazione sia ai marchi Jeep che Fiat che utilizzano la tecnologia di fusione multijet HP per la produzione in serie di pezzi. In particolare, Jeep, acquisita dalla fusione Chrysler, ha rivelato che dal 2017 utilizza la tecnologia di fusione multijet HP per la produzione di pezzi, per una media di 4-5 lavori di stampa a settimana, utilizzando il nylon 12.

Secondo quanto riferito, la Fiat si affida anche a fornitori di servizi esterni, come 3D Systems on Demand, che è convenientemente situato vicino a Torino, per brevi cicli di produzione di parti polimeriche in tecnologia SLA e SLS. La Fiat ha svolto un lavoro significativo su AM per gli utensili e la produzione di pezzi attraverso i suoi marchi di fascia alta Ferrari e Maserati. La Ferrari utilizza anche AM per la sua divisione di Formula 1 nel settore degli sport motoristici, sebbene la piena adozione non sia mai stata completamente divulgata. Renishaw riferì che due dei suoi sistemi di fusione del letto di polvere metallica erano in funzione alla Ferrari F1 ; Secondo quanto riferito, Stratasys ha anche venduto diversi sistemi sia alla Ferrari che alla Maserati attraverso distributori locali.

C’è almeno una stampante LEGO 3D in funzione alla Ferrari F1 …
Alfa Romeo, un altro dei marchi Fiat, è stato in qualche modo più disponibile con le informazioni. Diversi anni fa, la società ha rilasciato una descrizione dettagliata di come ha usato AM per sviluppare la griglia del nuovo modello Alfa Giulia. Più recentemente, il team Alfa Romeo Sauber Formula 1 ha aggiunto cinque stampanti 3D SLA industriali di 3D Systems e quattro sistemi PBF metallici modulari di Additive Industries. In effetti, Sauber Engineering si sta ora posizionando come fornitore leader di servizi AM.

Più di recente FCA ha presentato il concetto Fiat Centoventi, che sfrutta la stampa 3D come opzione di personalizzazione di massa. L’auto è dotata di ben 114 accessori progettati da Mopar – tra cui sistema audio, vani portaoggetti per cruscotto e porta, cuscini per sedili, ecc. – che possono essere acquistati online e montati dai clienti stessi. Inoltre, accessori di base come portabicchieri o porta carta, ad esempio, possono essere prodotti utilizzando una stampante 3D a casa, presso la concessionaria locale o in una tipografia specializzata . Ciò rappresenta un modello di business completamente nuovo per gli accessori per auto, che consente loro di essere rivenduti o scambiati sul Web e di creare una vera comunità di fan del marchio o intenditori del design italiano di Fiat.

Be the first to comment on "La Fiat la Jeep Fca e Ferrari con la stampa 3d"

Leave a comment