La Danimarca sviluppa un robot per eseguire test di coronavirus

Covid-19: il robot spalmatore di Odense

Esben Østergaard, co-fondatore di Lifeline Robotics e Universal Robots, è trattato dal primo robot automatico a sbavatura al mondo, sviluppato insieme a Thiusius Rajeeth Savarimuthu, professore presso l’Istituto Maersk Mc-Kinney Moller dell’Università della Danimarca meridionale. Immagine: Università della Danimarca meridionaleIl robot smear è stato sviluppato in collaborazione (da sinistra) da Thiusius Rajeeth Savarimuthu, Esben Østergaard, Henrik Gordon, professore alla SDU, Søren Stig, co-fondatore di Lifeline Robotics e Richa Hallundbæk Misri, co-fondatrice di Lifeline Robotics. Immagine: Università della Danimarca meridionale
Esben Østergaard, co-fondatore di Lifeline Robotics e Universal Robots, è trattato dal primo robot automatico a sbavatura al mondo, sviluppato insieme a Thiusius Rajeeth Savarimuthu, professore presso l’Istituto Maersk Mc-Kinney Moller dell’Università della Danimarca meridionale. Immagine: Università della Danimarca meridionale
Schermo

Un team di ricerca dell’Università della Danimarca meridionale ha sviluppato un robot tampone automatizzato in sole quattro settimane in risposta alla crisi di Covid 19. Una società che è in parte di proprietà di Esben Østergaard, il co-fondatore di Universal Robots, vuole lanciarlo a tempo di record.
Al fine di monitorare la circolazione del virus corona nella popolazione, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda test rapidi e coerenti. In risposta, il primo robot spalmatore automatico è stato lanciato in Danimarca il 27 maggio.

È stato progettato e sviluppato da un team di ricercatori di robotica presso l’Istituto Maersk Mc-Kinney Moller dell’Università della Danimarca meridionale (SDU) di Odense, uno dei principali gruppi di robotica .

Riduce il rischio di infezione
Lifeline Robotics, di proprietà congiunta dell’università, la Norrsken Foundation e REInvest Robotics, vuole ottenere il robot dal prototipo al mercato pronto in tempi record e spera di poter equipaggiare i primi ospedali in pochi mesi.

“Come tanti altri, sono rimasto inorridito dal rapido sviluppo della crisi di Covid 19 e ho sentito che dovevo fare qualcosa”, ha dichiarato Esben Østergaard di Reinvest Robotics e co-fondatore di Universal Robots. “Con il mio background, era logico automatizzare il processo di test. L’attuale procedura manuale è difficile e ingombrante. Una macchina può ridurre il rischio di infezione per operatori sanitari e pazienti fornendo risultati di test di alta qualità. ”Questo è il motivo dell’introduzione della robotica Lifeline, afferma.

Il Ministro elogia l’innovazione agile
Ane Halsboe-Jørgensen, ministro danese per l’Istruzione superiore e la scienza, elogia l’agilità dimostrata nello sviluppo del robot: “È incredibile vedere quanto velocemente si può passare dall’idea all’azione. In un’area in cui sono necessarie nuove invenzioni qui e ora. È un buon esempio di come la ricerca danese sia in grado di avanzare rapidamente nella crisi globale e creare soluzioni concrete e pratiche “.

Sviluppato appositamente per Covid-19
Il processo di sviluppo agile è stato reso possibile dal gruppo di aziende di automazione e robotica di Odense, dove la stretta cooperazione tra istruzione, ricerca e industria è la norma.

“In Danimarca siamo fortunati ad avere una conoscenza di prima classe nei settori della robotica, della sicurezza e della tecnologia medica. Sulla base della mia esperienza con Universal Robots e la rete di partner, svilupperemo e lanceremo questo prodotto in tempi record “, afferma Østergaard. “I medici non dovrebbero lavorare come i robot tutto il giorno, il loro tempo dovrebbe essere speso meglio per i pazienti con bisogni speciali. Questo è il motivo per cui abbiamo sviluppato il primo robot spalmatore automatico al mondo appositamente per Covid-19 “.

Gli scienziati danesi sono i primi al mondo con un robot che può innestare possibili infezioni coronariche e altre pandemie

A tempo di record, i ricercatori danesi di robotica dell’Università della Danimarca meridionale (SDU) hanno sviluppato il primo robot completamente automatico al mondo, che può innestare persone nella bocca per infezione coronarica.

Allo stesso tempo, può essere utilizzato in altre pandemie in arrivo.

È considerato una sensazione nei circoli della salute perché il fornitore di assistenza sanitaria non deve fare il lavoro monotono e creato dall’uomo in prima linea nel fare i test dalla mattina alla sera.

Il prototipo è stato testato con successo dai ricercatori. La speranza è che il robot fulmineo possa essere testato in una delle tende di prova bianche della realtà questa estate.

Il professor Thiusius Rajeeth Savarimuthu di SDU Robotics è responsabile del gruppo di ricerca che ha lavorato 24 ore al giorno nelle ultime quattro settimane presso l’Università della Danimarca meridionale.

  • Il robot risparmia il personale sanitario dall’esposizione alle infezioni durante l’innesto. Allo stesso tempo, assicura anche che l’innesto avvenga nello stesso modo ogni volta, dice.
  • Alla SDU abbiamo fatto molte ricerche sul controllo nei robot. Io stesso ho lavorato con robot per il settore sanitario, quindi abbiamo preso alcune tecnologie di cui avevamo un buon controllo dagli scaffali e le abbiamo avviate, afferma Thiusius Rajeeth Savarimuthu.

Oltre alle sfide tecniche, gli scienziati robotici erano consapevoli della resistenza mentale delle persone ai robot sanitari. La maggior parte delle persone preferisce per riflesso che è una persona che porta il tampone.

Con uno strumento monouso appositamente progettato e stampato in 3D, il robot tiene un tampone e colpisce silenziosamente il punto esatto del collo da cui deve essere eseguito l’innesto.

Successivamente, il robot inserisce il tampone in un bicchiere e avvita il coperchio per sigillare il campione.

  • Sono stato uno dei primi a innestare il robot. È andata davvero bene. Sono stato sorpreso dalla morbidezza del robot che è riuscito a far atterrare il tampone nel punto sul collo che dovrebbe colpire, afferma Thiusius Rajeeth Savarimuthu.

Si aspetta che il robot venga utilizzato per rilevare molte malattie future diverse da Covid-19 durante il funzionamento.

Ora la raffinatezza e l’approvazione del robot seguono come attrezzature mediche, permettendo al robot di entrare nel mercato internazionale.

Søren Stig è il direttore della nuova società Lifeline Robotics, responsabile della vendita del robot.

  • Questa è una sensazione mondiale. Nessun altro è riuscito a costruire un braccio robotico in grado di testare gli umani in modo così sicuro e rapido, afferma.
  • In molti luoghi, le persone devono essere testate molto prima. Ecco perché speriamo di far uscire il robot sul mercato mondiale in modo che possa essere utilizzato ovunque, dice.

Be the first to comment on "La Danimarca sviluppa un robot per eseguire test di coronavirus"

Leave a comment