La combinazione di patibolo polieterketoneketone e cellule staminali mesenchimali umane da liquido sinoviale dell’articolazione temporomandibolare migliora la rigenerazione ossea “

GLI IMPIANTI PEKK STAMPATI IN 3D PERFORMANCE MATERIALS DIMOSTRANO UNA RIGENERAZIONE OSSEA ACCELERATA

I ricercatori di Oxford Performance Materials (OPM), con sede nel Connecticut , e la McGill University , in Canada, hanno dimostrato le capacità di rigenerazione ossea accelerata mediante impianti PEKK stampati in 3D .

Secondo uno studio pubblicato su Nature , gli impianti di OsteoFab fabbricati addizionalmente con l’ OPM seminati con cellule staminali mesenchimali del liquido sinoviale umano (hSF-MSC), che consentono la riparazione dell’artilagine c , mostrano una forte evidenza di nuova formazione ossea. Ciò potrebbe aiutare nei trattamenti per difetti ossei di dimensioni critiche, riducendo la necessità di procedure invasive come l’ innesto osseo .

Come affermato dallo studio, circa 2,2 milioni di procedure di innesto osseo vengono eseguite ogni anno in tutto il mondo in discipline mediche tra cui ortopedia e odontoiatria. Questa procedura chirurgica sostituisce l’osso mancante per riparare le fratture che alterano la vita nel corpo umano.

Sebbene comune, l’innesto osseo può avere effetti negativi come il tempo di recupero prolungato nei pazienti e la morbilità del sito donatore, cioè complicanze dovute al prelievo del lembo / innesto da un paziente. “La terapia a base di cellule staminali per la rigenerazione ossea è stata considerata l’approccio più promettente per superare i limiti dell’innesto osseo”, hanno spiegato i ricercatori.

Il team OPM e McGill ha cercato di esplorare i tipi di cellule e gli scaffold biomimetici per la rigenerazione ossea. Pertanto, la tecnologia OsteoFab è stata utilizzata per creare scaffold per difetti ossei di dimensioni critiche in un coniglio calvariale (cranio). Questo viene fatto utilizzando la tecnologia SLS su una stampante 3D EOSINT P800. Lo studio aggiunge:

“A DIFFERENZA DEL MATERIALE PEEK COMUNEMENTE USATO, IL PEKK STAMPATO OSTEOFAB 3D NON HA MOSTRATO ALCUN RIFIUTO IMMUNOLOGICO OSSERVABILE E NESSUN AUMENTO NELLE CELLULE DI RISPOSTA INFIAMMATORIA”.

La biocompatibilità degli scaffold PEKK con hSF-MSCs è stata valutata dopo sette giorni. È stato riscontrato che l’attaccamento cellulare e i test di crescita cellulare erano evidenti come risultato di una superficie ruvida con micropori aperti. I ricercatori aggiungono:

“I nostri risultati in vivo hanno supportato l’uso di PEKK come scaffold per hSF-MSC. I nostri risultati micro-CT e istologici hanno rivelato un netto aumento della rigenerazione ossea quando hSF-MSC (PEKK + SF) o hSF-MSC (PEKK + OS) osteogenicamente indotte sono stati seminati su scaffold PEKK. [Inoltre], i risultati in vitro hanno mostrato che le hSF-MSC si attaccavano, proliferavano e erano osteogeniche su PEKK. “

Si è concluso che l’impianto combinato di PEKK e hSF-MSC è una terapia promettente per rigenerare i difetti ossei di grandi dimensioni.

“La combinazione di patibolo polieterketoneketone e cellule staminali mesenchimali umane da liquido sinoviale dell’articolazione temporomandibolare migliora la rigenerazione ossea ” è co-autore di Mayumi Umebayashi, Mohamed-Nur Abdallah, Guoying Dong, Michael G. Roskies, Yaoyao Fiona Zhao, Monzur Murshed, Zhiguang Zhang, e Simon D. Tran.

Be the first to comment on "La combinazione di patibolo polieterketoneketone e cellule staminali mesenchimali umane da liquido sinoviale dell’articolazione temporomandibolare migliora la rigenerazione ossea “"

Leave a comment