L’ Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro (NIOSH) ha pubblicato due nuovi poster riguardanti la sicurezza dei materiali di stampa 3D per il lavoro e la casa

NIOSH PUBBLICA CONSIGLI SULLA SALUTE E LA SICUREZZA PER LA STAMPA 3D CON FILAMENTI E POLVERI METALLICHE

. I primi passi dettagliati che possono essere adottati per garantire un funzionamento sicuro FDM con i filamenti e il secondo riguarda la manipolazione delle polveri metalliche .

Le informazioni compilate nei poster sono il culmine del lavoro svolto dall’Agenzia per la protezione ambientale (EPA) e dalla Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo (CPSC) sugli effetti dannosi delle emissioni di stampa 3D. Ulteriori ricerche sui nanomateriali di stampa 3D da parte del National Institute of Standards and Technology (NIST) sono state utilizzate anche per integrare le infografiche.

Stampa 3D con filamenti

Nanotechnology Research Center (NTRC) inizia definendo le aree da considerare. Gli utenti dovrebbero cercare di limitare la respirazione e il contatto con la pelle con sostanze chimiche organiche volatili e qualsiasi particolato che potrebbe fluttuare durante la stampa. Le stampanti FDM fanno affidamento su superfici calde e parti in movimento, alcune delle quali tendono a spostarsi abbastanza velocemente e possono ferire o bruciare il gestore. Per quanto riguarda la scelta del materiale, il PLA dovrebbe essere favorito rispetto all’ABS quando possibile e tutta la stampa dovrebbe essere eseguita in un’area a pressione negativa con un sistema di ventilazione dedicato (è preferibile HEPA).

Gli utenti devono sempre essere consapevoli delle altre persone che potrebbero trovarsi nell’area: questo è particolarmente importante per gli ambienti di ufficio da vicino. Il tempo trascorso vicino alle stampanti mentre sono in esecuzione dovrebbe essere limitato e il monitoraggio remoto della fotocamera dovrebbe essere utilizzato quando possibile.

Il poster evidenzia inoltre l’integrazione delle procedure di stampa 3D nei piani e nelle riunioni generali sulla sicurezza sul lavoro. Anche il personale non tecnico dovrebbe essere istruito e addestrato se si trova nelle vicinanze degli stampatori e dovrebbe essere applicato un divieto di alimenti e bevande nelle aree di lavoro.

Il poster sulla polvere metallica inizia affermando che la respirazione e il contatto con la pelle con le polveri metalliche dovrebbero essere evitati e gli utenti dovrebbero essere consapevoli del rischio di incendio o esplosione indotti da elettricità statica. Le macchine Metal PBF usano laser ad alta intensità per fondere e fondere i granuli di polvere, quindi gli utenti dovrebbero anche essere consapevoli del contatto con questi. In linea con le linee guida sul filamento, la stampa deve essere eseguita in un’area a pressione negativa con un filtro HEPA. In caso di incendio dovrebbe essere installato anche un sistema di soppressione degli incendi.

Quando si tratta di manipolare la polvere, il caricamento e la setacciatura devono sempre avvenire in un ambiente chiuso o in un sistema di contenimento. Lo stesso vale per la pulizia e la post-elaborazione dei pezzi, poiché la polvere sciolta è molto fine e facile da spargere. Per mitigare il rischio in situazioni in cui la polvere si diffonde accidentalmente, è necessario posizionare tappetini appiccicosi intorno all’area di lavoro per limitare la mobilità dei granuli.

Come per il poster sui filamenti, si consiglia di incorporare la stampa 3D con polvere di metallo nei piani di sicurezza sul lavoro. Cibi e bevande non dovrebbero essere consumati nelle aree di lavoro e l’accesso dovrebbe essere limitato al personale tecnico essenziale. La reattività delle polveri metalliche deve essere sempre considerata (con aria e detergenti) e le aree di lavoro devono essere pulite quotidianamente con metodi di pulizia a umido.
Stabilire e concordare standard di salute e sicurezza sono essenziali per l’industrializzazione di qualsiasi tipo di tecnologia. All’inizio di quest’anno, Underwriters Laboratories e ASTM International hanno firmato un protocollo d’intesa (MoU) per sviluppare congiuntamente uno standard internazionale ASTM-ISO per la gestione della sicurezza degli impianti di produzione additiva. Altrove, RadTech ha pubblicato un poster sulla gestione della salute e della sicurezza dei materiali per le resine di stampa 3D. Il poster illustra i rischi che gli utenti devono tenere presenti quando utilizzano stampanti SLA e DLP 3D sia all’interno che all’esterno dell’ufficio.

Be the first to comment on "L’ Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro (NIOSH) ha pubblicato due nuovi poster riguardanti la sicurezza dei materiali di stampa 3D per il lavoro e la casa"

Leave a comment