Kodak Design to Print Service

Kodak ha lanciato un nuovo design per il servizio di stampa, ha presentato l’ecosistema di stampa 3D

Solo un paio di anni fa, Kodak è entrata nel mercato AM con il suo 3D Printing Ecosystem , che include software specializzato, il doppio estrusore, la stampante Portrait 3D professionale e una linea di filamenti premium a basso contenuto di umidità. Ho imparato molto su questo ecosistema mentre visitavo lo stand di Kodak al recente spettacolo RAPID + TCT di Detroit, mentre il ritratto, e una vasta gamma di stampe di esempio realizzate su di esso, erano in mostra.

Per quanto riguarda le nuove attività, l’azienda ha lanciato il suo nuovo Design to Print Service , che il CCO di Kodak e il co-fondatore Demian Gawianski mi hanno detto che è utile per “i clienti che trovano il tempo dei designer molto prezioso”.

“Questo può passare dalla conversione di qualsiasi modello 3D in un file stampabile 3D alla messa a punto dei parametri su come stampare quei file”, mi ha detto. “Fondamentalmente, se hai una geometria complessa che non andrebbe con i nostri parametri preimpostati, perché potrebbe avere alcuni ponti o sporgenze o qualcosa del genere, creeremo il profilo per l’utente, e i nostri progettisti stamperanno effettivamente la parte su assicurati che funzioni. “

La società offriva un’offerta di lancio per il suo nuovo servizio alla fiera: ogni cliente che acquistasse la stampante Portrait 3D a RAPID avrebbe ricevuto anche un credito di $ 500 per il Design to Print Service.

Questo prezioso servizio è un processo semplice in tre fasi: in primo luogo, condividi il tuo progetto sul tuo account Kodak 3D Cloud . Quindi, interagire con i designer professionisti dell’azienda per ottenere un preventivo rapido per il progetto, oltre a una data di completamento stimata. Infine, ottimizza la tua parte per un risultato garantito, stampato e testato dal team Kodak. Riceverai quindi un file STL dalla società che è stato modificato per una stampa 3D di successo. Il servizio è disponibile in inglese e spagnolo, dalle 8:00 alle 17:00 EST, per una tariffa standard di $ 45 l’ora; un lavoro prioritario è disponibile per una tariffa oraria di $ 90.

“Vogliamo assicurarci che l’utente abbia un’esperienza di grande successo, con qualsiasi livello di conoscenza sulla stampa 3D”, ha continuato Gawianski. “Vogliamo avere un approccio globale”.

Ciò include fornire agli utenti i giusti materiali e hardware, dotati di un buon software, e Gawianski ritiene che la soluzione di design di Kodak offra questo approccio unico e completo.

Quindi siamo passati alla stampante Portrait 3D, che presenta un volume di costruzione compatto 215 x 210 x 235 mm con piastra di costruzione magnetica riscaldata e doppio estrusore. Con un touchscreen a colori intuitivo che supporta più lingue, filtro HEPA con carbone attivo, livellamento automatico del letto e monitoraggio della stampa live tramite una fotocamera integrata, posso capire perché Kodak lo definisce “il nuovo standard per la stampa professionale” desktop “.

Gawianski ha notato la “camera completamente chiusa”, che consente di ottenere “un alto livello di controllo, stabilità e accuratezza. Ha anche sottolineato il doppio sistema di estrusione con sollevamento automatico degli ugelli. L’hotend # 2 a sinistra è Teflon per materiali ad alta temperatura, mentre quello a destra è in metallo per temperature più basse. La parte che veniva stampata mentre eravamo lì in piedi era in ABS bianco.

“Sarebbe difficile raggiungere questo livello di qualità su un’altra stampante con ABS, perché si deformerebbe e avrebbe tutti i tipi di problemi”, ha spiegato.

Poi siamo andati verso un allestimento nell’angolo dello stand che aveva attirato la mia attenzione al mio arrivo. Una stampante 3D Portrait, che era attualmente in funzione e pesa circa 35 kg, era stata collocata su una piattaforma di legno dall’aspetto piuttosto sottile, che era sospesa da funi attaccate a ganci in nylon stampati in 3D sul Ritratto stesso.

I ganci in nylon erano abbastanza robusti da mantenere la piattaforma stabile, così la stampa poteva continuare senza interruzioni con “lo stesso livello di qualità” mentre stava fabbricando una parte blu con Nylon 6 forte ma flessibile.

“La stampante viene fornita con due casi di filamenti. Apri la parte posteriore di un filamento e inserisci il filamento nel caso “, ha detto Gawianski. “Ha un gel di silice che continua a proteggere il filamento dall’impianto di produzione fino alla parte stampata”.

Questa custodia protegge il filamento dall’assorbimento di polvere o umidità. Kodak è aperta ai clienti Portrait che utilizzano materiali di terze parti, ma questi casi chiari sono solo per il proprio filamento.

Poi ha iniziato a mostrarmi varie parti realizzate con altri materiali Kodak, come un teschio blu stampato in PLA Tough con supporti in PVA solubile in acqua, una parte di ingegneria in ABS con supporti HIPS che si dissolvono in Limonene e una grande parte con un top verde che può sollevare 700 libbre di peso.

Kodak offre 11 materiali diversi, tra cui PETG resistente e resistente agli alimenti e Flex 98 semi-flessibile con elevata resistenza all’abrasione. Gawianski ha realizzato una parte stampata in 3D che è stato un buon esempio della duplice estrusione della stampante Portrait 3D. La figura, che aveva una forte somiglianza con il dio egizio Anubis, è stata realizzata con PLA + (verde) e PLA Tough (rosso), che sono i due materiali che vengono forniti con la stampante Portrait 3D fuori dalla scatola.

“Abbiamo anche Nylon 12, che è certificato FDA e ha un’elevata resistenza all’impatto”, ha detto Gawianski, mostrandomi due parti in bianco traslucido.

“Abbiamo anche alcune parti in ABS – questo è un test di delaminazione”, ha continuato, grattando il lato di un piccolo contenitore. “È difficile ottenere questo risultato con una stampante aperta, è necessario un dispositivo chiuso.”

Kodak distribuirà presto alcuni nuovi materiali sul mercato, come l’acrilico, che ho anche avuto la possibilità di vedere.

La nostra conversazione si è conclusa con la discussione del software di stampa 3D di Kodak.

“Abbiamo una soluzione desktop, che è Kodak 3D Slicer”, ha spiegato Gawianski. “E abbiamo il Kodak 3D Cloud, ovvero un sistema di gestione del cloud che ti consente di gestire un numero illimitato di stampanti in posizioni illimitate da un singolo data place. Quindi dal tuo computer, telefono, qualunque cosa, puoi gestire questa flotta di stampanti. “

Ho chiesto se l’azienda avesse qualcosa di nuovo all’orizzonte e, a parte i nuovi filamenti, Gawianski ha anche detto che possiamo aspettarci di vedere un nuovo modello di stampante 3D entro la fine dell’anno.

Be the first to comment on "Kodak Design to Print Service"

Leave a comment