KnitCandela a Città del Messico un omaggio all’architetto spagnolo-messicano Felix Candela

Combinazione di trame concrete e 3D per produrre la struttura stampata 3D di KnitCandela

A Città del Messico è stata costruita una strana struttura: sembra un po ‘come una rana accovacciata, o forse un fiore esotico. È stato realizzata utilizzando una speciale tecnica di lavorazione a maglia 3D sviluppata presso l’ ETH di Zurigo . La struttura, chiamata KnitCandela, è in parte in cemento, ma la sua cassaforma è un tessuto a maglia supportato da una rete metallica. Il progetto, un omaggio all’architetto spagnolo-messicano Felix Candela, è una collaborazione con Zaha Hadid Architects Computational and Design Group e Architecture Estrapolata.

La maglieria 3D è stata utilizzata in precedenza per produrre oggetti come l’ abbigliamento e l’ arredamento , ma non è spesso vista su larga scala. Ci sono volute 36 ore per una macchina per maglieria industriale per produrre le casseforme della cassaforma per la struttura del guscio, seguendo un modello digitale. Il tessuto completamente sagomato a doppio strato è stato lavorato a maglia in quattro strisce lunghe, con lo strato inferiore che forma il soffitto visibile. Lo strato superiore contiene maniche per i cavi del sistema di casseforme e tasche per palloncini. Dopo che la struttura è stata rivestita di cemento, i palloncini vengono fatti scoppiare, lasciando spazi vuoti che aiutano a risparmiare materiale e peso.

La struttura è stata  eretta nel cortile di un museo; la cassaforma lavorata a maglia era tesa tra un telaio perimetrale temporaneo e spruzzata con una miscela di cemento appositamente formulata, con uno spessore di pochi millimetri. Una volta indurito, è stato applicato il calcestruzzo rinforzato con fibre convenzionali. Il tessuto a maglia, che è stato portato a Città del Messico all’interno di normali valigie, pesa circa 25 chilogrammi e il cavo circa 30 chilogrammi. Insieme, sono in grado di supportare oltre cinque tonnellate di calcestruzzo.

La tecnologia di KnitCandela è stata sviluppata da Mariana Popescu, una studentessa di dottorato con Philippe Block, professore di Architettura e struttura presso l’ETH di Zurigo, e Lex Reitier, uno studente di dottorato con Robert Flatt, professore di Chimica fisica dei materiali da costruzione. La tecnologia è un’evoluzione della tecnologia di formatura flessibile sviluppata per il tetto HiLo, che il gruppo Block ha sviluppato per la ricerca e l’innovazione NEST di Empa nel 2017. A differenza del tetto HiLo, costituito da una rete di cavi e un tessuto cucito, KnitCandela’s il guscio lavorato a maglia è stato prodotto in un colpo solo.

L’utilizzo di tessuti a maglia nella costruzione semplifica il processo di costruzione di forme complesse e riduce anche il materiale, la manodopera e gli sprechi. È anche molto più veloce.

“Ci sono volute solo cinque settimane dal lavoro iniziale fino al completamento – molto meno tempo che se avessimo usato la tecnologia convenzionale”, ha detto Matthias Rippmann, project manager di KnitCandela e ricercatore senior del Block Research Group.
Mentre la stampa 3D è perseguita con interesse nel settore delle costruzioni in questo momento, la maglieria 3D è una nuova idea, ma promettente. Non sono necessarie gigantesche stampanti 3D robotizzate per la maglia 3D di una struttura come KnitCandela – tutto ciò che è necessario è una macchina per maglieria tradizionale.

“Knitting offre un vantaggio chiave che non abbiamo più bisogno di creare forme 3D assemblando varie parti”, ha detto Popescu. “Con il modello di maglia giusto, possiamo produrre una cassaforma flessibile per qualsiasi tipo di strutture, tasche e canali shell semplicemente premendo un pulsante.”

 

Be the first to comment on "KnitCandela a Città del Messico un omaggio all’architetto spagnolo-messicano Felix Candela"

Leave a comment