Intervista con Greg Haye di Local Motors

Local Motors è entrata in scena nel 2007 utilizzando il crowdsourcing e il design cooperativo per sviluppare automobili. Il loro approccio visionario e audace li porta a diventare un nesso per progettisti, ingegneri e riduttori che desiderano collaborare alla realizzazione di veicoli. Il team di Local Motors ha realizzato Strati , Olli e Swim, che tutti usano la stampa 3D pesantemente nei loro progetti. Local Motors ha cercato di introdurre un paradigma di ingegneria collaborativa e produzione locale in una classe di prodotti molto complicata con un sacco di problemi di sicurezza e normativi. Non capita spesso di trovare un’azienda che voglia fare juggling e guidare un monociclo allo stesso tempo. Inoltre, Local Motors ha utilizzato diverse tecnologie di stampa 3D per realizzare alcune delle più grandi parti funzionali attualmente in uso. Local Motors è una società molto stimolante per molti di noi e abbiamo deciso di intervistare Greg Haye, il loro Vice President of Product Management, per saperne di più.

Cosa è Local Motors?

Local Motors è in realtà una delle due filiali sotto la casa madre, LM Industries . LM Industries è nota come il primo produttore di veicoli digitali. Un produttore di veicoli digitali significa che siamo in grado di costruire prodotti cyber-meccanici complessi e di grandi dimensioni dall’ideazione alla realizzazione in meno di un anno sulla nostra filiera digitale. Questa velocità ci consente di portare i prodotti sul mercato in un modo completamente nuovo, progettando con una comunità globale di esperti e applicando tecnologie come la stampa 3D per creare e assemblare prodotti in piccoli lotti nelle nostre microfinarie agili. Realizziamo ogni fase del processo di creazione, dalla progettazione alla produzione in-house, con conseguente maggior numero di prodotti incentrati sulle parti interessate, costruiti a un costo inferiore, utilizzando meno risorse e impiegando meno tempo di produzione.

Iniziamo con la “co-creazione”, in cui forniamo idee di design utilizzando le sfide di Launch Forth , la nostra comunità globale di progettisti e ingegneri. Una volta che un progetto vincente è stato ben accolto dagli utenti come prodotto minimo vitale (MVP), passa immediatamente alla produzione, utilizzando una delle nostre microfactories alimentate da capacità di produzione robotica, additiva e sottrattiva, che spesso include l’uso della stampante 3D più grande del mondo, Produzione di additivi a larga scala Thermwood (LSAM) per la produzione. Da questo processo, abbiamo realizzato la prima auto co-creata al mondo, il Rally Fighter; la prima auto al mondo stampata in 3D, Strati; e la prima navetta elettrica co-creata, auto-guida, cognitiva, al mondo, Olli. Abbiamo anche creato il nostro processo sottrattivo e materiali compositi da utilizzare nei nostri veicoli.

La stampa 3D si adatta in modo naturale al tuo modello di business?

La rivoluzione principale nella produzione digitale diretta è che la stampa 3D sta diventando uno strumento di produzione piuttosto che uno strumento di modellazione. Si tratta di un enorme cambiamento di applicazione alimentato da cambiamenti nella scienza dei materiali, della macchina e della lavorazione.

Questo passaggio all’utilizzo della stampa 3D come strumento di produzione rende la stampa 3D un pezzo fondamentale del nostro modello di produttore di veicoli digitali. La stampa 3D ci consente di produrre prodotti in grado di evolversi rapidamente alle mutevoli esigenze dei consumatori o ai cambiamenti nello scopo del prodotto.

In che modo la stampa 3D è limitata?

Gli attuali limiti sono legati esclusivamente alla relativa immaturità dell’ecosistema tecnologico e dei materiali rispetto ai più tradizionali processi di produzione di massa. Mentre ci consideriamo esperti in materia del processo e del suo intero ecosistema, non possiamo farlo da soli e abbiamo arruolato i migliori partner industriali per far avanzare la tecnologia insieme in tutte le aree. Le maggiori limitazioni esistono nella possibilità di simulare in modo semplice e preciso le strutture stampate in 3D nei software CAD e simulazioni esistenti. Abbiamo regolarmente sviluppato i nostri modelli di simulazione per verificare le prestazioni e l’efficienza dei nostri progetti, ma è ancora un processo che richiede tempo.

Cosa deve cambiare per rendere la stampa 3D una tecnologia di produzione più redditizia?

I progressi in termini di velocità ed efficienza nei processi di progettazione e nelle attrezzature di produzione accelereranno la sua redditività per l’uso commerciale di massa. Ciò sarà guidato principalmente dai progressi nei software di progettazione e simulazione, nonché da apparecchiature di produzione più veloci e accurate.

Di che materiale sei eccitato?

Siamo entusiasti di lavorare con sempre più materiali “verdi” che arrivano sul mercato, come la fibra di carbonio riciclata dai flussi di rifiuti dell’industria aerospaziale, nonché materiali a base biologica come polimeri a base di alghe e fibre di bambù. Soluzioni innovative come queste assicurano che possiamo continuare a spingere i limiti dell’efficienza energetica e della sostenibilità.

Pensi che il tuo approccio sarà adatto anche a tutta una serie di altri prodotti?

Questa è la bellezza del modello di business del produttore di veicoli digitali. Il nostro obiettivo è produrre internamente altri prodotti, dal design alla produzione. Noi come azienda stiamo attualmente lavorando su soluzioni di mobilità, ma esploriamo sempre la profondità e la gamma di prodotti per la mobilità, sia che si tratti di veicoli fuoristrada, veicoli autonomi o una sedia a rotelle migliore.

Riconosciamo la grande opportunità di concettualizzare, progettare, prototipare e fabbricare altri prodotti, specialmente nel regno di macchinari o prodotti complessi che si evolvono rapidamente a causa delle mutevoli esigenze dei consumatori.

Perché dovrei aiutare a co-creare i tuoi prodotti? Quale è la ricompensa per me?

Ci sono alcuni motivi. Il primo è la forza trainante di molti dei 200.000 membri della community di Launch Forth: seguire una passione. Lancio Forth dà all’hobbista, ingegnere, progettista o pensatore critico, l’opportunità di creare un’idea completamente originale per risolvere problemi del mondo reale. È un’opportunità per i nostri membri della comunità di portare la loro passione o il loro lato-gioco al livello successivo testando le loro abilità e potenzialmente guadagnando riconoscimento per il loro lavoro.

Un altro incentivo per i membri della comunità è l’accesso a una comunità di migliaia di persone con la stessa mentalità e il potenziale per colmare un divario di competenze critiche. Molti invii di Forth Challenge da parte di gruppi o coppie di membri della comunità, in quanto Launch Forth crea un’infrastruttura e una rete per progettisti, ingegneri e innovatori che si connettono e collaborano.

Offriamo, naturalmente, premi in denaro e il potenziale per guadagnare una commissione per i vostri progetti o idee (se il prodotto è prototipato e prodotto da Local Motors o da uno dei nostri partner industriali come Airbus, Allianz o US Marine Corps).

Perché è importante Olli?

Olli è la nostra navetta elettrica autonoma a 8 velocità, a bassa velocità, con stampa 3D. È perfetto per cose come centri urbani in città, campus commerciali, ospedali o altri grandi spazi dove le persone hanno bisogno di spostarsi.

Questo prodotto esemplifica il modo in cui la produzione di veicoli digitali di LM Industries è in grado di creare soluzioni reali per le sfide di mobilità come la sostenibilità e la congestione del traffico. Progettato da un membro della comunità di Forth di lancio e ora prodotto e distribuito in tutto il paese da Local Motors, Olli è stato progettato e realizzato appositamente in modo da poter essere costantemente iterato e facilmente personalizzato per adattarsi alle esigenze dovunque esso venisse utilizzato. Inoltre, Olli è stato realizzato da pneumatico a tetto con vera autonomia e sicurezza in mente, a differenza di altri AV, che sono davvero minivan con sensori montati e software aggiunto.

Esiste davvero un vantaggio economico per le microfattorie locali?

Assolutamente! La nostra visione delle microfattorie locali è per loro di essere il più vantaggioso possibile per le comunità. Idealmente, le microfratture impiegheranno la comunità, spingendo l’economia locale in avanti e produrranno solo prodotti personalizzati che sono davvero richiesti per le esigenze della comunità.

Per LM Industries, le microfattorie locali migliorano il nostro modello di produzione di veicoli digitali perché le microfratture riducono la scala minima efficiente a cui i prodotti innovativi possono essere immessi sul mercato, impiegando una forza lavoro con un elevato mix di capacità di progettazione, sviluppo e marketing dei veicoli. Si tratta di una rete distribuita di capacità di produzione flessibile progettata intorno ai prodotti locali a basso volume in produzione in qualsiasi momento.

E più in generale, le microfrattorie sono migliori per tutti, a vantaggio del mondo come opzione più sostenibile. Le microfabbriche sono più sostenibili in quanto teoricamente riducono gli impatti ambientali delle emissioni dei trasporti, mentre promuovono meno rifiuti e una maggiore riciclabilità. Producendo lotti di prodotto più adattabili utilizzando materiali più sostenibili e sfruttando tecnologie come la stampa 3D, le nostre microfactories e il nostro modello di produttore digitale superano gli altri in termini di benefici ambientali.

Su quali altri prodotti stai lavorando?

Lavoriamo sempre con più partner per trovare soluzioni a problemi specifici sviluppando nuovi prodotti attraverso le sfide di Launch Forth. Ad esempio, Launch Forth ha recentemente completato la fase di co-creazione della sfida Island Electric Vehicle (EV) , che ha richiesto la progettazione di un veicolo elettrico a bassa velocità e robusto, particolarmente adatto alle economie insulari. È già stata selezionata anche una presentazione vincente: Isla.

Abbiamo anche recentemente lavorato con il Corpo dei Marines degli Stati Uniti per sviluppare un veicolo logistico modulare. Questa sfida, la prima di molte, ha richiesto l’invio di progetti per veicoli logistici modulari che servono una moltitudine di operazioni e un sistema di consegna di carico senza pilota per migliorare le operazioni e il benessere di militari e donne.

Che cosa lanciare avanti?

Essendo una delle sussidiarie di LM Industries, Launch Forth è una piattaforma SaaS (software as a service) per la progettazione di prodotti sostenuta da una solida comunità di progettisti, ingegneri e solutori. Launch Forth sfrutta la velocità e le potenzialità del crowdsourcing e della co-creazione per portare rapidamente sul mercato prodotti innovativi con una community condivisa di oltre 200.000 innovatori di tutto il mondo che collaborano su idee, risolvono problemi e creano soluzioni per sfide sia grandi che piccole. Questa piattaforma basata sulla comunità abbina il pensiero progettuale all’innovazione aperta e accelera il processo di sviluppo del prodotto per giganti globali di tutto rispetto come HP Inc., Local Motors, General Electric Co. e Airbus.

Local Motors vuole progettare collettivamente le auto i cui corpi sono stampati localmente.

Posso comprare uno Strati?

La Strati, la prima vettura al mondo stampata in 3D non è disponibile per le vendite commerciali in questo momento.

Per un ulteriore contesto, la Strati è stata la voce vincente del design tra oltre 200 ricevuti da oltre 30 paesi in tutto il mondo durante una sfida di sei settimane guidata da Local Motors nella primavera 2014. Progettato dalla comunità globale dell’azienda e realizzato utilizzando la tecnologia disponibile a Manufacturing Demonstration Facility (MDF) presso Oak Ridge National Laboratory (ORNL), Local Motors produrrà lo Strati, progettato appositamente per le esigenze di trasporto urbano di Chicago.

Quale pensi che il potenziale sia per la produzione di additivi compositi polimerici su larga scala?

Questo processo è unico nel senso che possiamo usare materiali riciclabili che possono essere depositati a una velocità molto rapida consumando basse quantità di energia per costruire oggetti di dimensioni e massa. Questo ha un enorme potenziale nella produzione di articoli di scala come veicoli, aerei, navi, componenti di edifici architettonici e utensili o stampi. La maggior parte di queste cose richiede enormi capitali, risorse e tempo per l’esecuzione. Con i processi di additivi su larga scala applicati questo può ridurre drasticamente il costo e la stampa del piede necessari per la produzione.

Aprirà l’innovazione al di fuori dell’innovazione interiorizzata?

Consideriamo la co-creazione come il futuro. Probabilmente comincerà ad essere utilizzato da più aziende in concomitanza con i loro sforzi di innovazione interiorizzati perché Internet offre a tutti l’infrastruttura di base per accedere e connettersi con i partecipanti all’innovazione aperta. Mentre l’innovazione aperta non è la soluzione per ogni problema, vi è una grande opportunità di sviluppare soluzioni a problemi urgenti attraverso l’innovazione di massa e il sourcing di idee.

Perché dovrei partecipare come azienda a un’innovazione aperta?

L’open innovation costringe una società a uscire dai suoi pregiudizi organizzativi poiché la comunità di co-creatori fornisce nuove idee, costruite su una varietà di prospettive. Nuove idee e persino rivalutazione su come pensare a una sfida hanno un valore inestimabile per l’innovazione.

Cosa sta trattenendo le aziende dalla co-creazione?

Per alcune aziende, la loro infrastruttura potrebbe essere la barriera per utilizzare la co-creazione. La co-creazione richiede che l’organizzazione interna stabilisca una piattaforma per curare, facilitare e setacciare le idee che escono da una comunità di co-creazione. Anche la co-creazione può essere un processo apparentemente intimidatorio perché un’azienda deve sviluppare una comunità e l’infrastruttura per gestire l’afflusso di innovazione. Non è facile, ma è maneggevole e può essere un’opportunità incredibilmente redditizia per le aziende che cercano di trovare una soluzione.

Be the first to comment on "Intervista con Greg Haye di Local Motors"

Leave a comment