Intervista a Ron Faruqui

Ron Faruqui di 3D Gence “Non stiamo cercando di vendere stampanti 3D”

Ron Faruki è il presidente nordamericano del produttore polacco di stampanti 3D FDM 3D Gence. 3D Gence è uscito dal nulla qualche anno fa con una capace macchina ad alta temperatura. Ulteriori perfezionamenti nei modelli successivi li hanno collocati vicino ai vertici dei produttori di stampanti 3D ad alta temperatura altamente affidabili in tutto il mondo. La capacità di stampare membri della famiglia PAEK significa che gli utenti di stampanti 3D ad alta temperatura possono stampare parti con elevate temperature di servizio continuo, buona resistenza chimica, elevata rigidità e resistenza. Materiali come PEEK e PEKK possono essere utilizzati per sostituire alcune parti metalliche e poiché sono intrinsecamente ritardanti di fiamma e hanno un basso livello di fumo e tossicità di fiamma, possono essere utilizzati in applicazioni impegnative nel settore aerospaziale insieme a materiali come PEI. Nel frattempo, PEEK e PEKK possono essere biocompatibili, nel senso che, se si ottiene l’approvazione normativa e si modifica un po ‘queste stampanti, si potrebbero usare per stampare gli impianti. Poiché le macchine ad alta temperatura necessitano di ugelli, camere e piastre di costruzione ad alta temperatura per stampare materiali ad alte prestazioni, sono più costose delle normali macchine FDM. Tuttavia, l’eccellente controllo di queste macchine sullo spurgo termico significa che sono ottime stampanti per altri materiali difficili come PA e materiali soggetti a deformazioni come l’ABS. Per me un ristretto gruppo di aziende sta realizzando i sistemi di produzione del futuro per molti settori manifatturieri e 3D Gence è (insieme a Intamsys, Roboze, Minifactory, 3ntr e AON) una di quelle aziende. l’eccellente controllo di queste macchine sull’emorragia termica significa che sono ottime stampanti per altri materiali difficili come PA e materiali soggetti a deformazioni come l’ABS. Per me un ristretto gruppo di aziende sta realizzando i sistemi di produzione del futuro per molti settori manifatturieri e 3D Gence è (insieme a Intamsys, Roboze, Minifactory, 3ntr e AON) una di quelle aziende. l’eccellente controllo di queste macchine sull’emorragia termica significa che sono ottime stampanti per altri materiali difficili come PA e materiali soggetti a deformazioni come l’ABS. Per me un ristretto gruppo di aziende sta realizzando i sistemi di produzione del futuro per molti settori manifatturieri e 3D Gence è (insieme a Intamsys, Roboze, Minifactory, 3ntr e AON) una di quelle aziende.

Ron è impegnato a distribuire 3D Gence in Nord America. Ritiene che delle caratteristiche come ” la camera del materiale riscaldato in cui quattro bobine possono essere mantenute in condizioni ottimali ” mentre ” se una bobina si esaurisce, un altro alloggiamento con del materiale finirà la stampa ” e come “i supporti solubili per PEKK e PEI” sono le caratteristiche client stanno cercando. Inoltre, ” abbiamo sensori di controllo del flusso sull’estrusore che possono dirti se il tuo filamento è aggrovigliato ” e ” moduli di stampa intercambiabili per materiali diversi “. Una caratteristica che mi è piaciuta molto è che il team aveva realizzato una colonna di metallo sotto la piastra di costruzione che significava che quest’area superflua era ridotta e che la stampante si riscaldava più velocemente consumando meno energia.

Ron dice, “ l’attenzione di 3D Gence è per il mondo industriale ” e che “ stanno facendo continui miglioramenti per portare le caratteristiche che aumentano il valore totale .” Ora sono “ molto attivo con i partner materiali e coinvolto nella fase di sviluppo di nuovi materiali . ” ” Sì, 3DGence è aperta ma i profili sono importanti e vogliamo testare i materiali … mantenere i materiali a un prezzo inferiore al mercato “.

Ron vede il mercato americano diverso da quello europeo. ” Negli Stati Uniti si aspettano una soluzione totale ” . Questo significa che Ron è molto pratico, il venditore è lui , ma è anche un profilo tecnico “Questo livello di supporto tecnico … migliora l’adozione … e attraverso il contatto con il cliente … possiamo conoscere il nostro mercato … il lavoro non viene svolto fino a quando il cliente non ha smesso di chiamare “. Un approccio così pratico consente loro di” imparare a supportare meglio rivenditori..imparare come realizzare un prodotto migliore … sapere come migliorare il software e sviluppare profili personalizzati”. A sua volta,” ci consente di sviluppare una migliore strategia di canale di segmento … aiutando al contempo il cliente ad adottare la tecnologia … dall’idea al prototipo alla parte. “Dice” non stiamo cercando di vendere stampanti 3D … vogliamo che i clienti realizzino parti reali in produzione “.

I loro clienti ora sono composti da “ contractor militari, aziende di manutenzione, produttori OEM di macchine e imprese industriali ” che stanno facendo “componenti di ricambio .. componenti finali clip prototipi e molto altro.” Molti ” Vanno verso la produzione ” mentre pochi sono “profondi nella produzione “, ma la maggior parte fatica a ” ottenere il design giusto. “Ron crede nella” evoluzione della produzione additiva … e in un approccio graduale all’adozione della stampa 3D “con la” personalizzazione rapida come obiettivo finale “. Con la nuova” F420 basandosi sugli sforzi precedenti e portare sul mercato una macchina industriale versatile “con un” focus sulla produttività “.

Be the first to comment on "Intervista a Ron Faruqui"

Leave a comment