Intervista a Roberta Cassese

Roberta Cassese: “Consiglio Di Non Aver Paura Di Sbagliare E Di Sperimentare”


Roberta Cassese è una designer italiana che è passata dall’essere un’hobbista di gioielleria ad essere l’amministratore delegato di KOD Design , un marchio di gioielli stampato in 3D.

Il suo background è in architettura, si è laureata presso l’Istituto Nazionale di Architettura di Roma con un Master in Architettura Digitale e da allora ha lavorato come interior designer, specializzata in mobili per la casa.

Nora Touré : Roberta, potresti farci sapere del tuo background e del tuo viaggio verso l’Additive Manufacturing?

Roberta Cassese : Era a novembre 2018 che acquistai la mia prima stampante 3D: non l’avevo mai usata prima, avevo sentito solo amici (solo uomini) parlare delle potenzialità di questo strumento. Ho subito iniziato a sperimentare e imparare a usare la stampante da solo. Per un mese, dopo la mia giornata lavorativa, mi sono dedicato a conoscere la stampa 3D con costanza e diligenza.

Ho iniziato a disegnare utilizzando Fusion360 e ho creato la mia prima collezione di gioielli con la stampante 3D che ho presentato al Digital Arts Festival a dicembre dello stesso anno. Contestualmente, con lo sviluppo dei prodotti, ho dato un nome a quello che stavo facendo: “KOD Artigianato Tecnologico”, creando di conseguenza un logo e il packaging per poterli presentare.

Nora Touré : Allora, cos’è esattamente KOD Artigianato Tecnologico e qual è la storia dietro?

Roberta Cassese : Ho sempre avuto la passione per i gioielli, vado sempre alla ricerca di pezzi unici e originali, per questo ho sentito il bisogno di crearli da sola e la stampante 3D è stata un ottimo modo per realizzare questo sogno . A seguito di questa forte passione è nata KOD.

KOD (dal russo Код = codice) è un progetto che racchiude il processo di stampa 3D per la creazione di gioielli in PLA (si tratta di acido polattico, un polimero derivato da piante come mais, frumento o barbabietola, ricco di zucchero naturale). Il design dei prodotti KOD, caratterizzati da forme geometriche, segue uno stile ben definito, sperimentando sempre nuovi concetti e nuove forme.

Con i miei gioielli 3D ho partecipato a diversi eventi e organizzato due “Esperienze” legate alla musica. A Limited KOD Collection si ispira infatti alle copertine di alcuni dei dischi più famosi che hanno fatto la storia della musica. È così che la stampa 3D è diventata il mio hobby principale!

Nora Touré : Ad oggi, qual è il tuo più grande risultato nella produzione additiva?

Roberta Cassese : Il mio più grande successo è realizzare le mie idee: grazie all’utilizzo della stampante 3D posso creare da sola tutto ciò che ho in mente. La soddisfazione più grande è sapere che sono tante le persone che apprezzano il design e il pensiero dietro un gioiello da me ideato e realizzato.

Be the first to comment on "Intervista a Roberta Cassese"

Leave a comment