Intervista a Mark Wrigley di Elektric-Works

Ispirato agli sbarchi sulla Luna di Apollo, Mark Wrigley intraprese una carriera in fisica nei primi anni ’70. Inizialmente specializzato in ottica e pirometria a raggi infrarossi, le sue abilità sociali presto portarono la sua carriera a gestione del programma, vendite, marketing e gestione del prodotto. È un grande comunicatore e può superare i confini con la sua capacità di spiegare problemi tecnicamente complessi a un vasto pubblico. Operando in prima linea nel cambiamento tecnologico dirompente, ha partecipato alla crescita esplosiva dell’industria della comunicazione digitale mobile. Nel 2011 ha creato la sua compagnia; Elektric-Works che esplora il modo in cui la tecnologia e la creazione dirompenti possono potenziare individui e startup.

Dacci qualche informazione e come ha influenzato la tua carriera.

In primo luogo, mi piace la mobilità sociale. Quando ero bambino mio nonno era un minatore di carbone. Aveva l’etica dell’educazione come la porta per una vita migliore. Mi ha portato a lavorare in fisica. Con la stampa 3D voglio mostrare alla gente che la tecnologia è una grande cosa. Trovo che anche la distruzione sia sorprendente. Quando stavo facendo la mia laurea in fisica, al momento non si conosceva il digitale. Nel corso della mia carriera ho visto cose che cambiano completamente il gioco. È sorprendente vedere come questi progressi tecnologici apportino cambiamenti all’industria.

Quali benefici vedi in termini di creatività nel senso artistico e nel senso tecnico?

Quando la gente dice che l’arte è una forma di comunicazione. Può darsi che tu stia comunicando emozioni. L’arte è un modo sofisticato di comunicare. Se lasci che alcuni di noi fisici comunichino solo potrebbe diventare troppo noioso. Io gravitano sempre sull’ottimo realismo.

Parli di alcuni dei tuoi lavori di sensibilizzazione che fai?

Ho iniziato a farlo 7 anni fa. Faccio roba con l’istituto di fisica. Generalmente siamo alle fiere della scienza con varie esperienze. Cerchiamo di rendere le cose orientate verso gli adolescenti. Vogliamo fare esperienze coinvolgenti. Questo è il modo in cui siamo in grado di incorporare eventi creativi. Le persone si siedono e costruiscono progetti ed è coinvolgente. Questo dà alle persone un processo di pensiero tangibile su questo tipo di lavoro. Abbiamo un ethos di affrontare le persone che sono svantaggiate. Circa 3 anni fa sono diventato il presidente della filiale dello Yorkshire. Ero un fiduciario prima di questa volta.

Quali sono le tue opinioni sul Movimento dei Maker?

È interessante. Il termine maker viene usato per molte cose. L’ho trovato 4 anni fa. Per me penso al taglio laser, alla stampa 3D, ai lamponi e varie cose. Ci sono due modi in cui si è sviluppato. Chiunque riesca a far pensare a se stessi come un creatore. Questo si riferisce a qualsiasi tipo di forma d’arte. Ho sentimenti contrastanti in quanto porta le persone in un movimento di maker tecnico ideale. La parola si sta diluendo. Il mio compagno fa parte di un comitato che ha creato un makerspace nella sua città natale. Devo dire che alcuni eventi creativi sono solo qualcosa a che fare con i tuoi figli. Penso che diluisca le cose. Preferirei essere in un posto dove i produttori ispirano le persone.

Quanto è importante la passione per il lavoro che fai?

Avevo 25 anni e ho letto il libro Zen and the Art of Motorcycle Maintenance. Il libro parla molto di gumption. Parla anche di una trappola di intimità. È importante essere pieni di qualità. Questo è rimasto molto con me Lo vedo molto nella società che le persone non sono entusiaste delle cose. Mi sento privilegiato perché ho fatto il mio grind facendo il lavoro delle 9-17 di sera per essere finanziariamente stabile. C’è un fattore di paura che le persone hanno e impedisce loro di spingere per i loro sogni.

Quali sono alcune cose che vuoi che tutti i produttori sappiano?

È importante abbracciare le interruzioni. Qualunque cosa sia nuova può essere usata male, ma può anche essere usata in modi benefici. Perché sono un fisico, lavoro sull’apprendimento della vita e dell’universo. È importante capire l’esistenza. C’è un ethos che incarna l’esplorazione.

In che modo la tua carriera scientifica ha alimentato il tuo senso di esplorazione?

Penso che sia andato dall’altra parte. Quando sono entrato in fisica ho avuto grandi domande sulla coscienza. Quando sono entrato nella mia carriera ho approfondito l’applicazione della mia laurea in cose specifiche. Questo è quello che mi ha permesso di apprezzare le interruzioni. Sono entrato in strumentazione al momento in cui PCM e Digital sono diventati una cosa. Nel profondo della mia mente, sono sempre impressionato e ammirato dalle scoperte scientifiche fatte. Ho iniziato con grandi obiettivi e poi sono arrivato a determinati dettagli. Se guardo alla mia carriera al contrario, non ho potuto prevedere cose come la comunicazione mobile. Ho solo una curiosità. Penso che la specie umana si sia moltiplicata a causa di questa curiosità. Questo vale per la scienza e le nuove tecnologie.

Be the first to comment on "Intervista a Mark Wrigley di Elektric-Works"

Leave a comment