Intervista a Lorena James di Z SPools che trasforma le cozze in filamento per la stampa 3d

Intervista a Lorena James, che trasforma le specie invasive di cozze di Quagga nel filamento di stampa 3D

Lorena James è un innovatore della sostenibilità all’interno dell’industria manifatturiera additiva. È la fondatrice di Z SPools , una pluripremiata startup di Lake Erie che fornisce soluzioni 3D per le specie invasive. Producono un filamento di stampa 3D che termina il brevetto con gusci di cozze di zebra e di quagga – due delle specie invasive più importanti dei Grandi Laghi. Abbiamo già scritto sul suo grande progetto .

Forniscici un breve riassunto della tua esperienza di vita e esperienza universitaria che ti ha portato a questo punto.

Il mio ultimo anno di liceo mi sono iscritta a un corso di studi imprenditoriali durante il quale sono stato introdotta nel mondo dell’imprenditoria. Ogni mese, ho lavorato con un gruppo di studenti per servire come consulenti, risolvendo problemi affrontati da imprenditori locali nella mia nativa Buffalo, NY. Dalla produzione delle palline da golf all’agricoltura urbana, ho imparato molto sulle diverse esperienze degli imprenditori e sulla passione che li guida nel loro lavoro. Questo mi ha spinto a intraprendere il mio percorso imprenditoriale per il mio progetto di tesi di alto livello. Mi è stato raccomandato dal mio insegnante di studi imprenditoriali di registrarmi per un concorso chiamato Erie Hack, una gara di lancio con l’obiettivo di risolvere la qualità dell’acqua e altri problemi ambientali nelle città del Lago Erie. Questa competizione mi ha spinto nel mio lavoro con Z Spool. Attraverso il processo di ideazione fino alla giornata di lancio, ho lavorato a stretto contatto con i mentori della mia scuola superiore e dell’Università di Buffalo. Alla fine, ho vinto la parte della scuola superiore della competizione e ho continuato a lavorare con Z Spools quando ho iniziato la carriera universitaria al Davidson College. Ora, continuo il mio percorso imprenditoriale con le molte risorse disponibili a Davidson, tra cui The Hub Entrepreneurial Center, Davidson’s Makerspace e Avison Scholarship. Questo lavoro mi ha ispirato a dichiarare un’imprenditoria ambientale importante. Continuo il mio percorso imprenditoriale con le molte risorse disponibili a Davidson, tra cui The Hub Entrepreneurial Center, Davidson’s Makerspace e Avison Scholarship. Questo lavoro mi ha ispirato a dichiarare un’imprenditoria ambientale importante. Continuo il mio percorso imprenditoriale con le molte risorse disponibili a Davidson, tra cui The Hub Entrepreneurial Center, Davidson’s Makerspace e Avison Scholarship. Questo lavoro mi ha ispirato a dichiarare un’imprenditoria ambientale importante.

Cosa ti appassiona per l’ambiente?

La mia famiglia è sempre stata vicina alla natura. Sono cresciuto occupandomi di un rigoglioso giardino sul retro, pescando nei Finger Lakes e facendo escursioni nella gola del fiume Niagara. Inoltre, l’interesse per i miei antenati nativi ha ispirato il mio studio sotto un medico locale irochese. Possedeva un negozio nel mio nativo di Buffalo, a New York, dove vendeva vari rimedi a base di erbe. Ho imparato molto sui metodi di guarigione naturale e ho approfondito il mio rispetto e apprezzamento per la natura . Quindi, quando è arrivato il momento per me di iniziare il processo di ideazione per il mio progetto di tesi senior sopra menzionato, ho usato l’ispirazione dal mondo naturale per guidarmi. L’economia circolare è un concetto legato alla sostenibilità e alla stampa 3D.

Come ti senti per l’economia circolare come un processo mentale?

Adottare l’ economia circolare come un processo di pensiero è fondamentale quando si applica alla vita sostenibile. Un simile modo di pensare sembra diverso per tutti. Mentre viaggio ora attraverso l’Asia quest’estate, vedo che la vita sostenibile sembra diversa a Shanghai che in una città come Buffalo. Ma le persone che abitano in entrambe queste città possono apportare piccoli cambiamenti nella loro vita quotidiana per adottare un processo di pensiero dell’economia circolare e – a loro volta – vivere in modo più sostenibile. Ad esempio, pensa al ciclo di vita di un sacchetto di plastica. Un tale oggetto ha molti usi. Anche se inizialmente può essere utilizzato per contenere generi alimentari, gli usi successivi possono includere una cuffia per la doccia o una borsa per il pranzo. Quando applicato al mio lavoro con Z Spool, Utilizzo spesso tali processi mentali, specialmente quando si verificano problemi durante il processo di estrusione. Quando un’estrusione non va come previsto – forse la plastica estrusa è troppo o ha delle bolle d’aria – risparmio la plastica “sprecata” e la uso per le opere d’arte / sculture che creo dalla plastica deformata.

Quali sono le cose importanti da tenere a mente quando si tratta di produzione e sostenibilità ambientale?

Efficienza e ciclo di vita sono due concetti importanti da tenere in considerazione quando si tratta di produzione e sostenibilità ambientale. In termini di efficienza, mi riferisco al processo di produzione nel suo insieme, ma anche alla porzione di sviluppo. Poiché questo si applica alla produzione di filamenti di stampa 3D, il processo può essere piuttosto dispendioso se non si tiene una registrazione dettagliata dell’estrusione accuratatemperature e velocità – tra le altre variabili. Se la temperatura è troppo calda, il filo sarà troppo sottile per l’uso. Se la velocità di estrusione è troppo veloce, il filamento si deformerà. Questo spreca materiali di estrusione, ma non preoccuparti. È qui che entra in gioco il ciclo di vita. Il ciclo di vita si applica alla creazione, uso e post-utilizzo di un prodotto. Anche se un prodotto presenta anomalie e non può essere utilizzato per lo scopo previsto, il materiale, in questo caso il filamento di stampa 3D malformato, può essere utilizzato per altri scopi. Può essere scomposto e alimentato attraverso un estrusore di filamenti. Oppure, si potrebbe essere un po ‘più creativi e utilizzare il materiale contorto e screpolato per le installazioni d’arte come ho fatto in passato.

Cosa ti ha motivato ad iniziare la tua startup mentre andavi al college?

A Davidson, ricevo molta consulenza e sostegno monetario per i miei sforzi accademici e professionali. Questo è un momento della mia vita in cui ho il sistema di supporto per perseguire le mie ambizioni. Anche se fallisco, ho la flessibilità e il supporto per ruotare senza la preoccupazione del debito. Inoltre, è una meravigliosa esperienza di apprendimento che migliora i miei studi come studente di studi ambientali. Sono molto umile e grato di essere in una posizione come uno studente di Davidson.

Cosa fa la tua startup?

Produciamo un filamento di stampa 3D in attesa di brevetto e biodegradabile fatto di specie invasive presenti nei Grandi Laghi. Lavoriamo in particolare con conchiglie di cozze zebra e quagga , due delle specie invasive più importanti nel lago Erie. Iniziamo a mano raccogliendo conchiglie di cozze di zebra e di quagga al largo delle spiagge, soprattutto a Buffalo, New York. Quando poi elaborare i gusci in modo che possano essere utilizzati per rendere il nostro filamento. Attualmente sto lavorando con due partner (uno ad Akron, OH e un altro a Dublino, in Irlanda) per perfezionare questo processo di produzione. Attualmente stiamo anche lavorando per sviluppare una componente educativa per informare i nostri clienti su queste specie invasive e su cosa può essere fatto per ridurre il loro impatto sull’ambiente. Stiamo aspettando di introdurre il nostro prodotto sul mercato fino a quando non riceveremo i risultati dalla nostra domanda di brevetto.

Quali sono i tuoi pensieri su questioni e politiche come il Green New Deal?

È possibile incoraggiare la vita sostenibile e la protezione dell’ambiente attraverso i movimenti e le imprese private, ma i loro effetti saranno attenuati senza il sostegno della politica pubblica e dei finanziamenti governativi. Tali politiche sono cruciali per un mondo più sostenibile. La sostenibilità ambientale è intrinsecamente legata alla globalizzazione e alla riforma delle politiche,

Cosa desideri vedere in termini di riforma politica con gli Stati Uniti e globalmente?

Applicando i miei studi sull’ambiente ai miei studi a Shanghai , credo che dovrebbe essere creata una maggiore politica intorno alle pratiche di produzione in Cina per quanto riguarda la sostenibilità. Miglioramenti alle pratiche di produzione in Cina migliorerebbero molti problemi ambientali nel paese, compresi i problemi relativi alla qualità dell’acqua e dell’aria. Anche gli Stati Uniti e altri paesi che importano comunemente prodotti fabbricati o assemblati in Cina hanno un ruolo importante da svolgere. Le imprese in paesi che utilizzano le capacità produttive della Cina dovrebbero spingere per pratiche di produzione più sostenibili, perché sono queste imprese che stanno creando la domanda per tali prodotti che inducono inquinamento.

Infine, quali sono i tuoi obiettivi per i prossimi 5 anni?

Nei prossimi cinque anni, spero di trovare un co-fondatore per Z-Spools e di espandermi per diventare un servizio di consulenza per specie invasive. Desidero sviluppare altri metodi per utilizzare le specie invasive come risorse naturali non solo negli Stati Uniti ma anche in altri paesi, a cominciare dalla Cina.

Be the first to comment on "Intervista a Lorena James di Z SPools che trasforma le cozze in filamento per la stampa 3d"

Leave a comment