Intervista a Justin Finesilver

Justin Finesilver è il proprietario del 3D Printing Store a Denver, in Colorado. Si tratta di un ufficio di servizi di stampa 3D che aiuta varie organizzazioni e individui con le loro esigenze di stampa 3D a Denver. Dal giocattolo del consumatore fino alla soluzione aerospaziale altamente privata, il negozio di stampa 3D soddisfa le tue esigenze. Justin aiuta a gestire l’aspetto del negozio giorno per giorno, così come il marketing dei social media dell’organizzazione.
Dacci qualche informazione in merito all’educazione e alle esperienze di vita che ti hanno portato a questo punto?
Sono andato a Colorado State. Sono andato per una laurea inglese. Gestivo la vendita al dettaglio. Sono entrato in stampa 3D quando mia madre ha iniziato il negozio. Mi è saltato dentro e l’ho fatto sul lato. Sono arrivato a tempo pieno nel 2015 e ho acquistato una proprietà nell’organizzazione.
Qual è stata la prima cosa che hai stampato in 3D?
Il braccialetto flessibile era su Makerbot. Era un design intelligente. L’ho mostrato ad altre persone e sono rimasti sbalorditi. Era il mio momento di lampadina. Tutto ciò ha dato il via a tutto.

Design flessibile del bracciale
Quali sono le tue opinioni sul movimento dei maker?
Tutte queste aziende stanno spingendo la busta. Iniziarono tutti come produttori. Queste sono tutte società di garage. È la cosa più importante nel nostro settore. Le persone stanno spingendo e facendo così tanta innovazione.

Una voce di concorso nella competizione Additive For Coloradans del negozio.
Quali sono i prodotti più interessanti che hai visto in Colorado?
Facciamo un sacco di cose industriali. Facciamo parti per i satelliti. C’è un’enorme comunità aerospaziale in Colorado. Avremo 10 prodotti lanciati dal nostro negozio che andranno al mercato. Aiutiamo ad inventare diversi aspetti dei giocattoli. Abbiamo un sacco di cose nell’industria del golf. Abbiamo anche la nostra verticale verde. Ci sono così tante persone con prodotti interessanti in questo spazio. Abbiamo fatto un sacco di modelli scientifici e industriali. Abbiamo persino fatto cose per un’antica tomba per i ricercatori. Corriamo il gambetto. Siamo un punto fermo e ci consente di interagire con creatività.
Quale settore pensi che possa giovare di più?
Penso che le persone siano consapevoli e intelligenti. Penso che le calzature personalizzate e l’industria dentale siano davvero fantastiche. La personalizzazione del mondo è grande. Sono davvero entusiasta della bioprinting. Siamo stati il primo ufficio di servizi ad acquistare il bioprinter di Allevi .

Quali sono le tue opinioni sul settore in cinque anni?
Penso che vedremo prodotti molto più conosciuti. Ci saranno molte più tecnologie basate sulla produzione che sono in grado di eseguire da 5.000 a 10.000 parti. La facilità d’uso sarà idealmente migliore. Le macchine che non hanno molti materiali avranno bisogno di una quantità maggiore di offerte. Aziende come Origin sono ora alla ricerca di esperti in materiali per lavorare con loro come piattaforma open source. Voglio che l’industria abbia le competenze in diversi campi che creano all’interno dei loro settori. Ciò include hardware, materiali e software. La stampa 3D sta democratizzando la produzione. Non siamo in grado di educare la nostra forza lavoro con competenze reali.

Be the first to comment on "Intervista a Justin Finesilver"

Leave a comment