Intervista a Jamie Howard nuovo presidente di Ultimaker Nord America

Mentre partecipavo alla recente conferenza e fiera RAPID + TCT , ho anche visitato lo stand Ultimaker per incontrare Jamie Howard, il nuovo presidente di Ultimaker North America. Il primo giorno intero di RAPID, quando la fiera è stata ufficialmente aperta e ci sono state solo poche conferenze e workshop , la società ha annunciato che Heineken sta utilizzando le sue soluzioni di stampa 3D on-demand per creare parti di macchine funzionali e strumenti personalizzati per linea di produzione presso il suo birrificio di Siviglia in Spagna.

“Siamo ancora nelle prime fasi della stampa 3D, ma abbiamo già visto una riduzione dei costi nelle applicazioni che abbiamo riscontrato del 70-90% e anche una diminuzione dei tempi di consegna di queste applicazioni del 70-90%. La produzione locale ci aiuta molto nell’aumentare i tempi di attività, l’efficienza e la produzione. Utilizziamo la stampa 3D per ottimizzare la linea di produzione, creare strumenti di manutenzione e controllo qualità e creare strumenti per le nostre macchine che ci aiutano ad aumentare la sicurezza per le nostre persone. Penso che ci saranno ancora più scopi in futuro “, ha detto Isabelle Haenen, Global Supply Chain Procurement di Heineken, in un comunicato stampa .

Howard mi ha detto che avrebbe descritto Heineken come un “cliente globale” e che Ultimaker stava già esaminando ulteriori applicazioni di stampa 3D nel birrificio, oltre a quelle su cui sta già lavorando, come la sicurezza e l’ottimizzazione delle linee e degli utensili.

La birreria produce più marche di birre di proprietà di Heineken, che sommano ogni anno fino a 500 milioni di litri di birra. Gli ingegneri del birrificio di Siviglia hanno iniziato a utilizzare Ultimaker 2+ circa un anno fa, ma da allora sono passati a un set di macchine Ultimaker S5.

Howard ha spiegato che la partnership del progetto con Heineken ha incluso il team di ingegneria delle applicazioni Ultimaker che passa attraverso lo stabilimento per aiutare il birrificio a “scoprire e sviluppare applicazioni che potrebbero essere stampate in 3D”.

“Offriamo questo ai nostri clienti Enterprise come servizio per aiutarli ad accelerare l’adozione della stampa 3D in azienda”, ha affermato Howard. “Abbiamo anche facilitato alcuni corsi avanzati di progettazione per la stampa 3D in modo che potessero effettivamente stampare le parti e gli strumenti che abbiamo scoperto durante quello che chiamiamo il processo” scansione del sito “e che consente il trasferimento di conoscenze e l’adozione delle conoscenze necessarie per sono in grado di farlo di più da soli.

“Insegnando così la competenza a scoprire nuove applicazioni, si espande il catalogo di parti e applicazioni che possono effettivamente stampare in 3D, il che aumenta l’adozione e amplia l’impronta delle stampanti”.

Da quando ha adottato le soluzioni Ultimaker, il birrificio è stato in grado di aumentare i tempi di produzione e di risparmiare circa l’80% dei costi di produzione.

“L’opportunità di Heineken è davvero una buona dimostrazione della gamma di applicazioni che è possibile utilizzare con la piattaforma Ultimaker”, ha affermato Howard. “La nostra visione e missione sta accelerando la transizione del mondo verso la produzione digitale locale e in modo distribuito, dove si ha l’opportunità di sfruttare il nostro software.

“La piattaforma open materials ci offre la flessibilità di espandere a livello locale la gamma di applicazioni con la stessa accessibilità ai partner materiali che abbiamo attraverso la nostra Partner Alliance. Il caso d’uso di Heineken comprende quattro categorie di applicazioni, dalla prototipazione rapida ai dispositivi di sicurezza e anche maschere, attrezzature e utensili sulla linea di produzione, e anche utensili per parti di uso finale – parti che si guastano durante il processo di produzione – per mantenere il tempo di attività della struttura più alta. “

Ho chiesto a Howard quali tipi di materiali utilizzava Heineken e mi ha mostrato un dispositivo realizzato con materiale PLA resistente utilizzato per impedire alle bottiglie di cadere dalla linea.

“È leggero, eppure ha la forza di essere in grado di gestire il peso dalla bottiglia”, ha spiegato Howard.

“Lo strumento che stavano usando prima era molto più rigido e ruvido, e a volte faceva sì che le bottiglie uscissero dalla linea.”

La versione stampata in 3D dell’utensile causa meno attrito sulle bottiglie, il che significa una maggiore resa per Heineken poiché si rompono meno bottiglie. Inoltre, salva il tempo e il denaro del birrificio, poiché possono fabbricare lo strumento sul posto piuttosto che inviare il progetto a terzi per la produzione. Howard mi ha anche parlato di uno dei dispositivi di sicurezza stampati in 3D che è stato implementato nel birrificio.

“C’era un pezzo di equipaggiamento che richiedeva manutenzione e c’era un fermo di sicurezza che costruivano per evitare che la macchina si accendesse accidentalmente durante il processo di manutenzione, per proteggere i lavoratori da eventuali lesioni. Quindi la parte che è stata stampata va oltre il potere [interruttore] in modo da non poter inavvertitamente accendere quella macchina durante il processo di manutenzione. “

Siamo poi passati ad alcune parti stampate in 3D da altri clienti Ultimaker, inclusa una per Volkswagen Autoeuropa. Lo strumento, nella foto sopra, è stato utilizzato sulla linea di produzione per impedire che il gruppo ruota si graffi. Lo strumento ha più guide di foratura per impedire alla ruota di cadere dai dadi dell’aletta mentre viene avvitata, e Volkswagen è stata in grado di risparmiare un sacco di tempo e denaro nell’aggiornare a questo strumento stampato 3D da quello che utilizzava in precedenza da un società di stampaggio, che spesso si romperebbe.

“L’abbiamo ridisegnato … prima, lo stavano modellando in un unico pezzo. I nostri ingegneri li hanno aiutati a scoprire che se lo progettavano diversamente, potevano farlo in un modo che, se questa parte si rompe, puoi semplicemente stampare quella parte, non devi prendere tutto e gettarlo via, “Howard ha spiegato.

“Tutti i principi della lean manufacturing sono affrontati in questo particolare pezzo.”

Be the first to comment on "Intervista a Jamie Howard nuovo presidente di Ultimaker Nord America"

Leave a comment