Innovation Labs di Lowe e Made in Space e la nuova generazione di Holoroom la stampante 3d permanente nello spazio e gli OSHbot

Kyle Nel, executive director, Lowe's Innovation Labs, left, and Jason Dunn, CTO and co-founder, Made in Space, examine a 3D printer in a mock-up of the International Space Station (ISS) in New York on Wednesday, October 28, 2015. Lowe’s Innovation Labs, the disruptive innovation hub of Lowe’s Companies, Inc., has partnered with aerospace company Made in Space, to become the first to launch a commercial 3D printer to space. The printer, the first permanent additive manufacturing facility for the ISS, will bring tools and technology to astronauts in space.(Jim Sulley/Newscast Creative)

Lowe e Made in Space insieme.
La  prima stampante 3D portata sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è nata da  una partnership tra gli Innovation Labs di Lowe e  Made in Space. Ora Mentre Made in Space  prepara il nuovo impianto di produzione additiva, gli Innovation Labs Lowe stanno per  lanciare la prossima generazione degli Holoroom Lowe. Il nuovo strumento di realtà virtuale di design che permette ai clienti di creare la stanza dei loro sogni, sia in  negozio o a casa utilizzando la  tecnologia della realtà virtuale.

Dopo la loro prima stampante 3D inviata in orbita  testata con successo dagli astronauti sulla ISS, Made in space ha  annunciato che stavano sviluppando il loro nuovo strumento Fabbricazione Additiva (AMF), che comprende la seconda generazione della loro stampante 3D Zero-g. L’AMF sarà il primo sistema di stampa 3D permanente nello spazio e fornirà sia la NASA che ai National Laboratory degli Stati Uniti a bordo della ISS la capacità di produrre hardware, strumenti e pezzi di ricambio su richiesta, senza dover aspettare settimane o addirittura mesi prima che questi vengano inviati dalla Terra.

“Per la prima volta, gli astronauti possono ora produrre ciò di cui hanno bisogno, quando ne hanno bisogno nello spazio. Abbiamo dimostrato con successo le capacità della tecnologia nello spazio. E ora con il lancio del  impianto permanente di produzione di additivi per la ISS, stiamo permettendo all’umanità di produrre le cose fuori del pianeta “, ha detto il fondatore di Made in Space Jason Dunn.

L’AMF permetterà a  Lowe di diventare  il primo distributore ad avere una presenza nello spazio. La stampante 3D sarà controllato dal centro operativo di missione del quartier generale al NASA Ames Research Park, dove l’hardware di marca Lowe può essere progettato e poi   trasmesso in digitale  fino alla stazione spaziale e  stampato a distanza o dai tecnici sulla stazione. L’AMF della Lowe arriverà  sulla ISS  nei primi mesi del 2016. E’ prevista  l’installazione di una replica dell’ AMF  a bordo della ISS in uno dei loro punti vendita dove i clienti potranno avere gli oggetti stampati con la stampante 3d Made in Space.

“Lowe e Made in Space condividono una visione di come la stampa 3D sarà grado di rivoluzionare la vendita al dettaglio e per la casa, pur partendo dal cambiamento del modo in cui gli astronauti lavorano nello spazio .

Guarda questo video su Made in Space  e Lowe e il futuro del primo negozio di ferramenta nello spazio:

Gli Innovation Labs hanno introdotto il loro primo Holoroom di prova Lowe   testato con successo l’esperienza di progettazione di realtà aumentata in diversi negozi della zona di Toronto per sei mesi. Dopo la fase iniziale di prova, Lowe è ora pronta  per installare la nuova generazione di Holoroom di Lowe in 19 negozi in tutti gli Stati Uniti entro il prossimo mese. Originariamente concepito come una soluzione di realtà aumentata di una piattaforma singola per l’uso la  tecnologia si è evoluta dal  cellulare in uno strumento di progettazione della realtà e della visualizzazione virtuale. La Holoroom utilizza la tecnologia Oculus Rift per  progettare una stanza 3D nel negozio e quindi i consumatori possono portarlo a casa con i visori Google Cardboard

Gli Innovation Labs di Lowe hanno  lavorato a stretto contatto con Google per rendere la loro esperienza Holoroom condivisibile. Essa combina la funzionalità video a 360 gradi di YouTube con Google Cardboard in modo che i clienti possono portare a casa  disegni della  loro cucina virtuale o del loro salotto  per condividerla on-line o per effettuare ulteriori revisioni al design. Le speranze di Lowe è di  installare la tecnologia Holoroom in tutte le loro 1.845   negozi di ferramenta in tutti gli Stati Uniti, nel Canada e in Messico.

I Lowe Innovation Labs sono stati lanciato nel 2014 per aiutare l’azienda a sviluppare lo stato dell’arte delle tecnologie e per formare partenariati  per portare la tecnologia 3D avanzata nella vendita al dettaglio. In questo breve tempo gli Innovation Labs di Lowe hanno già collaborato con diverse start-up per sviluppare gli Holoroom   e il loro robot  OSHbot. Lowe è stata una delle prime grandi aziende di vendita al dettaglio ad abbracciare i servizi di stampa 3D, e hanno già migliaia di clienti che utilizzano i loro servizi di scansione e stampa 3D per la stampa di pezzi di ricambio difficili da trovare perchè fuori produzione di elettrodomestici o di altri dispositivi.

Be the first to comment on "Innovation Labs di Lowe e Made in Space e la nuova generazione di Holoroom la stampante 3d permanente nello spazio e gli OSHbot"

Leave a comment