Industria 2030 come l’Europa vedeil futuro della tecnologia

La Tavola rotonda industriale ad alto livello dell’Industria 2030 , un gruppo di esperti nominati dalla Commissione europea , ha identificato nella stampa 3D un fattore chiave dell’innovazione nel suo ultimo rapporto ” Una visione per l’industria europea fino al 2030 “.

Nel documento vengono proposti vari suggerimenti per aiutare lo sviluppo del settore nei prossimi 11 anni in tre aree cruciali. Come afferma l’introduzione del documento, “Nel 2030, l’industria europea sarà un leader globale che fornirà un valore responsabile per la società, l’ambiente e l’economia”.

“IL FUTURO MODELLO INDUSTRIALE EUROPEO COLLEGHERÀ CON SUCCESSO IL PROGRESSO ECONOMICO ALLE PRINCIPALI SFIDE AMBIENTALI E SOCIALI”.

La tavola rotonda Industria 2030 è stata nominata dalla Commissione europea nel 2017. Lo scopo della commissione Industria 2030 era di agire come consulente politico indipendente per l’Unione europea sul futuro dell’industria europea. Il panel era composto da venti esperti provenienti da aziende, sindacati, finanza, mondo accademico e gruppi di ricerca e innovazione. I membri includono tra gli altri Saori Dubourg Membro del Consiglio di amministrazione di Basf , Dochul Choi di Samsung Electronics , e Direttore della TUM di Monaco Scuola di Robotica e intelligenza macchina , Sami Haddadin .

Poiché l’intelligenza artificiale , l’ automazione e la digitalizzazione stanno rapidamente trasformando l’industria manifatturiera e dei servizi, la Commissione raccomanda azioni politiche specifiche per un migliore adattamento e trasformazione verso una nuova economia.

Secondo il nuovo rapporto, l’Europa “investirà molto in tecnologie all’avanguardia e all’avanguardia, rispettando i confini planetari e la biodiversità, assumendo la guida di alleanze europee e globali intelligenti, rafforzando la nostra competitività globale e, ultimo ma non meno importante, investendo in attuale e futuro generazioni affrontando le principali sfide sociali, offrendo posti di lavoro innovativi in ​​tutte le regioni e investendo in nuove competenze “.

“È COSÌ CHE NOI, MEMBRI DELLA TAVOLA ROTONDA INDUSTRIALE AD ALTO LIVELLO DELL’INDUSTRIA 2030, IMMAGINIAMO L’EUROPA NEL 2030.”

L’indice dell’economia e della società digitale, una misura delle prestazioni digitali degli stati membri dell’UE. Immagine via Commissione europea.
L’indice dell’economia e della società digitale, una misura delle prestazioni digitali degli stati membri dell’UE. Immagine via Commissione europea.
Economia circolare

Verso il 2030, le preoccupazioni sollevate nella relazione comprendono aree di potenziale nella stampa 3D, come la sostenibilità e l’economia circolare, l’accesso a risorse energetiche a basse emissioni di carbonio e materie prime e la centralità del mercato unico europeo.

Il pannello Industry 2030 ha dichiarato:

“L’UE DIVENTERÀ IL LEADER MONDIALE NELL’AFFRONTARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI E NEL RISPETTARE I CONFINI PLANETARI E APRIRÀ LA STRADA ALLA NEUTRALITÀ CLIMATICA GLOBALE, PORTANDO IL MONDO LONTANO DAI COMBUSTIBILI FOSSILI”.

Tra le azioni “rivoluzionarie” suggerite dalla Commissione vi sono gli investimenti in tecnologie moonshot in settori in cui l’Europa dispone già di risorse tecniche e di ricerca competenti. Queste tecnologie includono biomateriali avanzati , calcolo quantistico, robotica su più livelli e automazione verde.

Tutte queste azioni politiche saranno prese in conformità con i valori politici e civili dell’Europa. Come afferma il rapporto, “Continuando a progredire e beneficiando di forti principi democratici, libertà, unità nella nostra diversità e stato di diritto, entro il 2030, l’Unione europea diventerà un’economia collaborativa innovativa, sostenibile, competitiva e centrata sull’uomo in un mondo sempre più popolato, risorse limitate e interconnesse. “

Be the first to comment on "Industria 2030 come l’Europa vedeil futuro della tecnologia"

Leave a comment