India confronto sull’accuratezza dei diversi metodi di produzione dei metalli, compresa la stampa 3D, per i rivestimenti dentali

Il campo dell’odontoiatria ha visto alcuni straordinari cambiamenti negli ultimi decenni, molti dei quali sono dovuti alla stampa 3D . Un gruppo di ricercatori del  Sri Rajiv Gandhi College of Dental Sciences & Hospital di Bangalore, India, ha recentemente completato uno studio che ha utilizzato la fresatura assistita da computer, la fusione senza anello, la fusione tradizionale e la stampa 3D diretta con laser sinterizzazione (DMLS) per valutare e analizzare la precisione marginale delle cappette in cromo cobalto (Co-Cr). Un coping, secondo l’American Dental Association , è una copertura sottile della porzione coronale (corona) del dente, progettata per fungere da sottostruttura sulla quale altri componenti possono essere aggiunti per dare una protesi o ripristinare la sua forma finale.

I ricercatori hanno confrontato i valori ottenuti con ciascun metodo di fabbricazione per determinare se potesse essere utilizzato per produrre una protesi che rientrava negli standard di accettazione clinica. I risultati dello studio sono stati recentemente pubblicati in un documento intitolato ” Valutazione comparativa dell’accuratezza marginale di cappette metalliche fabbricate utilizzando la sinterizzazione laser diretta, la fresatura assistita da computer, la fusione senza anello e le tecniche di fusione tradizionali: uno   studio in vitro “.

Coping progettato e salvato in file stereolitografia.
“Dieci cappette metalliche sono state fabbricate da DMLS, fresatura assistita da computer, fusione tradizionale e fusione senza anello. Il gap marginale nelle aree buccale, linguale, mesiale e distale è stato misurato usando la tecnica della replica siliconica. Per misurare lo strato di silicone è stato utilizzato un microscopio digitale. L’analisi statistica è stata effettuata utilizzando il test ANOVA unidirezionale e il test   Bonferroni post hoc per testare la differenza tra il metodo di fabbricazione e le categorie di punti misurati, rispettivamente “hanno scritto i ricercatori.
Typodont preparato con indice di mastice.
La corretta vestibilità è importante quando si tratta di una buona prognosi a lungo termine di una protesi dentale fissa (FDP). Esistono diversi modi per creare un buon FDP, inclusa la fresatura assistita da computer, che sottrae spazi vuoti prefabbricati per elaborare meccanicamente i restauri e DMLS, che utilizza un raggio laser per fondere selettivamente la polvere metallica negli strati che creano il prodotto finale.

Il ritiro del colaggio può avvenire con leghe non preziose a causa della “maggiore contrazione termica da una temperatura di solidificazione più alta”, pertanto è necessario ottenere un risarcimento per questa contrazione utilizzando l’espansione degli investimenti. Ma gli anelli rigidi in acciaio utilizzati per questo possono effettivamente limitare l’espansione di impostazione dell’investimento nella direzione radiale, e la loro espansione termica è in realtà inferiore a quanto avviene con l’investimento.

“Pochissimi studi hanno fornito una valutazione comparativa delle cappette in metallo basate su leghe Co-Cr per quanto riguarda i loro attacchi marginali”, hanno scritto i ricercatori. “Pertanto, il coping in lega O-Cr è stato fabbricato come parte di questo studio utilizzando l’ultima fresatura assistita da computer, DMLS, colata tradizionale e fusione senza anello.”
Copings ottenuti raggruppati in quattro gruppi.
Il team ha utilizzato materiale per impronte in silicone per realizzare un modello in resina typodont di un dente mascellare destro, e sono state quindi create 40 coping per il test. 10 di ciascuno sono stati utilizzati per i diversi metodi di produzione e il gruppo 1 era costituito da 10 cappette di stampa 3D DMLS.

Per questi, i ricercatori hanno utilizzato uno scanner laser 3D di 3Shape per ottenere un’impressione indiretta del modello del dente, e quindi hanno utilizzato i dati per progettare il coping nel programma software CAD di 3Shape, prima di essere stampati in 3D su una  stampante 3D EOSINT M 270 da EOS .

“Il progetto era tale che la cappetta avrebbe uno spessore uniforme di 0,05 mm e una tolleranza di 0,25 è stata fornita 1 mm sopra il margine come distanziatore di matrice”, hanno spiegato i ricercatori.
Per misurare il gap marginale nel modello, tutte le cappette in metallo sono state riempite con silicone per corpi illuminanti arancione, per simulare lo spazio del cemento e montate sul modello del dente. Per rendere più facile la misurazione dello strato di colore arancione è stato utilizzato un silicone a contrasto di colore blu per il corpo, e una volta che questo secondo strato di silicone ha terminato la sua polimerizzazione, le cappette di metallo sono state separate. Un solido e pesante corpo in silicone è stato anche usato per coprire le cappette per la stabilizzazione, prima che venissero tagliate con “una lama BP lungo la direzione mesiodistale e labiolinguale”.

I ricercatori hanno esaminato i campioni con un microscopio digitale e hanno anche realizzato immagini digitali, che sono state misurate con il software di imaging. Il team ha misurato lo spessore, in quattro punti, del silicone del corpo arancione, che rappresentava la sua discrepanza marginale.

“I valori indicano che il gap marginale era minimo per le cappette fabbricate usando la colata senza anello seguita da colata tradizionale e DMLS”, hanno scritto i ricercatori. “Il divario più ampio è stato osservato nelle cappette fabbricate utilizzando la fresatura assistita da computer. L’analisi dei risultati ha mostrato differenze statisticamente significative tra le cappette fabbricate utilizzando la fresatura assistita da computer e la fusione tradizionale (rispettivamente P  = 0,029 e 0,043 – mesiale e distale) e la fresatura assistita da computer e la fusione senza anello ( P  = 0,002 e 0,001 – mesiale e distale, rispettivamente).”
Diagramma a barre che mostra il valore medio della discrepanza marginale nell’area linguale.
Mentre il divario marginale variava a seconda del metodo di fabbricazione, tutte le misurazioni del gap marginale si adattano all’accettazione clinica standard. La minima discrepanza marginale era nelle cappette fabbricate con il metodo di colata senza anello, seguito da colata tradizionale, DMLS e infine fresatura assistita da computer.

“Pertanto, il risultato di questo studio implica la superiorità dei sistemi di colata convenzionali rispetto ai sistemi automatici, e quindi, è giustificato un ulteriore miglioramento dei sistemi automatici”, hanno concluso i ricercatori.
I coautori dello studio sono  Annu Eliza James, B Umamaheswari e CB Shanthana Lakshmi.

Be the first to comment on "India confronto sull’accuratezza dei diversi metodi di produzione dei metalli, compresa la stampa 3D, per i rivestimenti dentali"

Leave a comment