Incus la spin off di Lithoz

Lithoz spin-off Incus per svelare la stampa 3D in metallo basata su litografia a Formnext

Lithoz , un’azienda austriaca specializzata nella produzione di additivi ceramici, ha annunciato la costituzione di una nuova società: Incus GmbH . La nuova società, che farà il suo debutto a Formnext 2019 , fornirà soluzioni di produzione additiva in metallo basate sul processo di stereolitografia.

Descritto come un’evoluzione di Lithoz, Incus introdurrà una nuova serie di stampanti 3D in metallo: la serie Hammer. La tecnologia che guida l’hardware si basa sulla fotopolimerizzazione ed è in grado di produrre parti metalliche con eccellente qualità superficiale e alta riproducibilità. Inoltre, secondo quanto riferito, il processo AM Metal di Incus può raggiungere velocità di stampa rapide e una produzione economica.

La serie Hammer 3D stampa parti verdi da una carica fotoreattiva riempita di metallo utilizzando un proiettore ad alte prestazioni. Il processo elimina la necessità di soluzioni protettive in atmosfera gassosa e garantisce un ambiente di stampa più sicuro. Questa funzione semplifica anche la stampa, poiché richiede parametri di processo meno elaborati rispetto ad altri processi AM metallici. Le parti stampate in 3D con la tecnologia devono essere sottoposte a sbavatura e sinterizzazione per raggiungere le proprietà metalliche finali.

“Con le nostre nuove serie di stampanti, non è solo possibile produrre componenti complessi molto piccoli con le strutture superficiali più fini, ma anche utilizzare nuove miscele di polveri metalliche, come polveri non saldabili”, ha affermato il dott. Gerald Mitteramskogler, CEO di Incudine. “Abbiamo già visto in progetti di sviluppo di materiali con i nostri clienti che possiamo ottenere proprietà dei materiali simili rispetto allo stampaggio ad iniezione di metalli … Siamo sempre desiderosi di affrontare le sfide relative a nuovi materiali o geometrie per confrontare il nostro processo.”

Secondo quanto riferito, Incus (e la sua società fondatrice Lithoz) hanno utilizzato due stampanti 3D beta per lo sviluppo da oltre un anno. I risultati di questa fase beta sono stati promettenti, con studi di fattibilità che dimostrano che molte aspettative vengono soddisfatte. La tecnologia dovrebbe avere applicazioni in vari settori, tra cui gioielli medici, automobilistici, aerospaziali e di lusso.

“Quando il Dr. Mitteramskogler ha iniziato a lavorare su polveri metalliche utilizzando le basi della tecnologia Lithoz, sono stato subito incuriosito dalle nuove possibilità”, ha affermato il Dr. Johannes Homa, CEO di Lithoz. “Ora sono felice e orgoglioso di vedere lo sviluppo di successo di questa nuova tecnologia. Auguriamo a Gerald e al suo team ogni successo e siamo felici di aver contribuito ancora una volta all’hub 3D di Vienna. ”

La tecnologia Metal AM di Incus sarà offerta ai clienti come pacchetto modulare composto da hardware, software, materiali, pacchetto di servizi, supporto tecnico e persino partnership per lo sviluppo di materiali. L’idea è di offrire ai clienti una soluzione AM in metallo che possa essere adattata alle loro esigenze.

Be the first to comment on "Incus la spin off di Lithoz"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi