In Australia i piedi stampati in 3d con le ulcere e le ferite diabetiche

University of South Australia progetta piedini stampati in 3D che imitano le ferite del piede diabetico

L’Università del South Australia utilizza una miscela di zucchero a velo, brodo di pollo e resina flessibile per creare ulcere del piede realistiche come parte di un’iniziativa di formazione podiatrica al mondo. La dott.ssa Helen Banwell e Dr Ryan Causby di UniSA hanno suggerito di utilizzare il mix da applicare ai piedi stampati in 3D con cavità simili a ferite per imitare ferite del piede diabetiche infette e non infette.

Questi sono piedini stampati in 3D, alcuni arricchiti con ulcere del piede. Credito: Università del Sud Australia

“Gestire e curare abilmente le condizioni di piede grave è un’abilità podiatrica essenziale, in particolare dato il costante aumento del diabete di tipo 2 nella nostra popolazione”, afferma Banwell.

“La cura del piede è incredibilmente importante per le persone con diabete, in quanto anche un piccolo taglio può potenzialmente portare a conseguenze catastrofiche, tra cui ulcere del piede, ferite degli arti inferiori o amputazioni”.

La malattia del piede diabetico è una delle principali cause di disabilità in tutto il mondo con un tasso di mortalità peggiore di molti tumori. In Australia, il diabete causa più di 4400 amputazioni e 10.000 ricoveri ospedalieri per ulcere del piede legate al diabete, molte delle quali si concludono con un arto o una parte di un arto amputato.

“Negli ultimi due decenni abbiamo registrato un aumento del 30% dei tassi di amputazione degli arti inferiori”, afferma Banwell. “Circa l’85 per cento di questi sono preceduti da un’ulcera del piede e potrebbero essere prevenuti con cure adeguate”.

“Il modo più efficace per gestire queste condizioni è rimuovere medicamente la pelle morta o danneggiata per esporre la pelle sana al di sotto e favorire la guarigione, ma l’apprendimento delle necessarie competenze per eseguire questo è impegnativo a causa dei rischi di” praticare “su una tale popolazione ad alto rischio. “

È qui che entrano i piedini stampati in 3D. Ogni piedino stampato in 3D è creato con cavità simili a ferite. Realizzato in poliuretano termoplastico, ognuno richiede una settimana per produrre e costa meno di $ 4. L’aggiunta di ulcere ed effetti realistici viene aggiunta dalle mani creative del team podologico di UniSA e può comprendere qualsiasi cosa, dalla cancrena secca al pus stillante.

Il dott. Banwell sostiene che i modelli di piede tridimensionale giocheranno un ruolo importante nell’insegnare agli studenti del quarto anno della podologia circa come trattare e gestire le condizioni del piede ad alto rischio. “I modelli di piede 3D – e le lesioni finte con cui li valorizziamo – ci permettono di fornire uno strumento di apprendimento realistico ma sicuro per gli studenti di praticare le loro abilità di bisturi, prima di iniziare i posizionamenti clinici, e tutti senza lo stress o l’ansia di trattare un vero paziente. “

“Le nuove tecnologie aprono le porte ogni giorno”, afferma il dott. Banwell. “I nostri modelli di piede 3D con lesioni migliorate sono un incontro tra menti creative e nuove tecnologie e siamo molto soddisfatti del risultato.

“Quando gli studenti incontrano i modelli, sappiamo che saranno piacevolmente (o forse spiacevolmente) sorpresi. In ogni caso, siamo certi che otterranno la fiducia, le tecniche e le capacità critiche che li metteranno avanti rispetto alla concorrenza “.

Be the first to comment on "In Australia i piedi stampati in 3d con le ulcere e le ferite diabetiche"

Leave a comment