I’m Back trasforma le vecchie macchine fotografiche in fotocamere digitali

Samuel Mello Medeiros, un designer che vive in Italia, ha creato “I’m Back”, un accessorio stampato in 3D per convertire vecchie fotocamere analogiche in digitali. Il dispositivo che costa  225 euro è ora su Kickstarter e funziona con fotocamere vintage incluse quelle realizzate da Nikon, Canon, Pentax e Leica.

Alcune settimane fa, abbiamo visto come un produttore aveva sviluppato un comodo scanner negativo stampato in 3D per la digitalizzazione di vecchie foto da 35 mm. Ma molta gente sembra interessata a mettere le mani sull’accessorio, il che fa ben sperare per Samuel Mello Medeiros, creatore di un altro prodotto stampabile 3D per trasformare la fotografia analogica digitale.

L’invenzione di Medeiros, chiamata “I’m Back”, è totalmente diversa da quella dello scanner negativo. Perché mentre è progettato anche per i fotografi analogici, in realtà può tagliare del tutto l’elemento “film”. (Se desiderato…)

I’m Back, un accessorio per vecchie macchine da presa, consente ai fotografi di trasformare le loro macchine da presa in macchine digitali, essenzialmente trasformandole in fotocamere “ibride”. L’attacco si collega semplicemente al corpo della fotocamera analogica e combina l’obiettivo analogico e il corpo di quella fotocamera con una fotocamera digitale interna per l’acquisizione di immagini.

“Adoro la fotografia, sia analogica che digitale, e adoro le grandi fotocamere che, con un improvviso cambiamento di tecnologia, sono finite per essere archiviate e dimenticate all’interno di una scatola o di un cassetto”, spiega Medeiros. “Quindi non potevo smettere di pensare a far rivivere quelle meravigliose fotocamere vintage da 35 mm.”

Il gizmo intelligente di Medeiros utilizza un sistema chiamato “foto di immagine sullo schermo di messa a fuoco” che assicura che l’intera area 24×36 sia ottimizzata e registrata digitalmente. Funziona come adattatore “Depth-of-field” (DoF), attraverso il quale un’immagine viene proiettata sullo schermo di messa a fuoco e quindi catturata con una fotocamera digitale. Questo processo non produce alcun fattore di crop.

Per 225 euro , l’accessorio potrebbe sembrare un po ‘costoso per un gadget stampato in 3D, ma nel kit sono presenti attrezzature fotografiche di fascia alta per giustificare il prezzo. L’elemento fotocamera digitale I’m Back è costituito da un sensore Panasonic da 16 megapixel che fornisce immagini e filmati di 20, 16, 12, 8, 4 o 2 megapixel. Uno schermo di messa a fuoco fornisce ciò che Medeiros descrive come il “sapore vintage” di una fotocamera 35 mm, mentre un touchscreen 2 “intelligente rende il dispositivo facile da usare.

Le foto e i video possono essere trasmessi tramite WiFi e possono essere salvati su uno smartphone, e il display di uno smartphone può persino essere usato come schermo più grande e control pad.

“I’m Back è unico nel suo genere; una soluzione estremamente conveniente per utilizzare la tua fantastica macchina fotografica analogica in modo digitale “, afferma Medeiros. “Ogni volta che vuoi, puoi tirare indietro, mettere [un] rotolo di pellicola fotografica a tua scelta e scattare foto analogiche come negli anni ’50!”

I’m Back è attualmente disponibile nelle versioni per queste fotocamere: Nikon F, Nikon F2, Nikon FM, Nikon FE, Nikon S2, Canon F1, Canon A1, Canon AE1, Pentax ME super, Pentax spotomatic, Pentax K1000, Praktica b200, Praktica MTL, Contax II, Contax RTS, Contax G2, Olympus OM1, Olympus OM2, Minolta Dinaxx 7000, Olympus OM10, Yashica JP, Yashica FX3, Leica M, Leica R, Diana F e Diana F mini.

Tuttavia, Medeiros ha anche messo a punto un adattatore all-in-one per altre fotocamere analogiche.

I’m Back sta rapidamente raccogliendo fondi tramite una campagna Kickstarter da 20.000 euro  , che offre ai clienti due opzioni: ottenere i file STL stampabili 3D e procurarsi i propri componenti per 45 euro  , o ottenere l’accessorio completo per 225 euro o più. Per ora ha già raccolto oltre i due terzi della cifra.

Be the first to comment on "I’m Back trasforma le vecchie macchine fotografiche in fotocamere digitali"

Leave a comment